Usanze di denominazione spagnole

Article

August 17, 2022

I nomi spagnoli in genere consistono in un nome (semplice o composto) seguito da due cognomi. Storicamente, il primo cognome era il primo cognome del padre e il secondo il primo cognome della madre. Negli ultimi anni l'ordine dei cognomi in una famiglia viene deciso al momento dell'iscrizione del primo figlio, ma di solito si sceglie ancora l'ordine tradizionale. Miguel de Unamuno" per Miguel de Unamuno y Jugo); il nome completo è in genere riservato a questioni legali, formali e documentali. Entrambi i cognomi sono talvolta usati sistematicamente quando il primo cognome è molto comune (ad esempio, Federico García Lorca, Pablo Ruiz Picasso o José Luis Rodríguez Zapatero) per ottenere un nome più personalizzato. In questi casi è addirittura comune usare solo il secondo cognome, come in "Lorca", "Picasso" o "Zapatero". Ciò non influisce sull'alfabetizzazione: "Lorca", il poeta spagnolo, deve essere alfabetizzato in un indice sotto "García Lorca", non "Lorca" o "García".

Sistema di denominazione in Spagna

Attualmente in Spagna, le persone portano un nome proprio o composto (nombre in spagnolo) e due cognomi (apellidos in spagnolo). Un nome dato composto comprende due (o più) nomi singoli; per esempio Juan Pablo non è considerato un primo e un secondo nome, ma un unico nome composto. I due cognomi si riferiscono a ciascuna delle famiglie dei genitori. Tradizionalmente, il primo cognome di una persona è il primo cognome del padre (apellido paterno), mentre il secondo cognome è il primo cognome della madre (apellido materno). Ad esempio, se un uomo di nome Eduardo Fernández Garrido sposa una donna di nome María Dolores Martínez Ruiz (nota che le donne non cambiano nome con il matrimonio) e hanno un figlio di nome José, ci sono diverse opzioni legali, ma il loro bambino di solito essere conosciuto come José Fernández Martínez. La legge spagnola sull'uguaglianza di genere ha consentito il recepimento del cognome dal 1999, a condizione che ogni fratello debba portare lo stesso ordine di cognome registrato nel Registro Civil (registro civile), ma ci sono state eccezioni legali. Dal 2013, se i genitori di un bambino non fossero in grado di concordare l'ordine dei cognomi, un funzionario deciderebbe quale deve venire prima, con il nome paterno come opzione predefinita. L'unico requisito è che ogni figlio e ogni figlia devono avere lo stesso ordine dei cognomi, quindi non possono cambiarlo separatamente. Da giugno 2017, adottare prima il nome paterno non è più la modalità standard e i genitori sono tenuti a firmare un accordo in cui l'ordine del nome è espresso in modo esplicito. La legge concede inoltre a una persona la possibilità, una volta raggiunta l'età adulta, di invertire l'ordine dei cognomi. Tuttavia, questa legislazione si applica solo ai cittadini spagnoli; alle persone di altra nazionalità viene rilasciato il cognome indicato dalle leggi del loro paese d'origine. Ciascun cognome può essere anche composto, con le parti solitamente legate dalla congiunzione y o e (e), dalla preposizione de (di), o da un trattino. Ad esempio, il nome di una persona potrebbe essere Juan Pablo Fernández de Calderón García-Iglesias, composto da un nome (Juan Pablo), un cognome paterno (Fernández de Calderón) e un cognome materno (García-Iglesias). Ci sono momenti in cui è impossibile, esaminando un nome, analizzarlo correttamente. Ad esempio, lo scrittore Sebastià Juan Arbó è stato alfabetizzato dalla Biblioteca del Congresso per molti anni sotto "Arbó", supponendo che Sebastià e Juan fossero entrambi nominati. Tuttavia, "Juan" era in realtà il suo primo cognome. Risolvere domande come questa, che in genere coinvolgono nomi molto comuni ("Juan" è raramente un cognome), spesso richiede la consultazione della persona coinvolta o di documenti legali ad essa relativi.

Forme di indirizzo

Un uomo di nome José Antonio Gómez Iglesias sarebbe normalmente chiamato señor Gómez o señor Gómez Iglesias invece di señor Iglesias, perché Gómez è il suo primo cognome. Inoltre, il signor Gómez mi