Cronaca di San Francisco

Article

August 14, 2022

Il San Francisco Chronicle è un giornale che serve principalmente la San Francisco Bay Area della California settentrionale. È stata fondata nel 1865 come The Daily Dramatic Chronicle dai fratelli adolescenti Charles de Young e Michael H. de Young. Il giornale è di proprietà della Hearst Corporation, che lo ha acquistato dalla famiglia de Young nel 2000. È l'unico quotidiano importante che copre la città e la contea di San Francisco. Il giornale ha beneficiato della crescita di San Francisco e ha avuto la più grande diffusione di giornali sulla costa occidentale degli Stati Uniti nel 1880. Come altri giornali, ha subito un rapido calo della circolazione all'inizio del 21° secolo ed è stato classificato 24° per diffusione a livello nazionale per i sei mesi fino a marzo 2010. Nel 1994, il giornale ha lanciato il sito Web SFGate, che include sia il contenuto del giornale che altre fonti. Nel 2013, il quotidiano ha lanciato il proprio sito Web omonimo, SFChronicle.com, e ha iniziato la separazione dei marchi SFGate e Chronicle, che oggi sono due entità gestite separatamente.

Storia

Il Chronicle è stato fondato dai fratelli Charles e M. H. de Young nel 1865 come The Daily Dramatic Chronicle, finanziato da una moneta d'oro da 20 dollari presa in prestito. Il loro fratello Gustavo è stato nominato con Charles sulla testata. Entro 10 anni, ha avuto la più grande diffusione di qualsiasi giornale a ovest del fiume Mississippi. Il primo ufficio del giornale era in un edificio all'angolo tra Bush e Kearney Street. I fratelli quindi commissionarono un edificio a Burnham and Root al 690 di Market Street all'angolo tra Third e Kearney Street per essere la loro nuova sede, in quella che divenne nota come Newspaper Row. Il nuovo edificio, il primo grattacielo di San Francisco, fu completato nel 1889. Fu danneggiato dal terremoto del 1906, ma fu ricostruito sotto la direzione di William Polk, socio di Burnham a San Francisco. Quell'edificio, noto come "Old Chronicle Building" o "DeYoung Building", è ancora in piedi ed è stato restaurato nel 2007. È un punto di riferimento storico ed è la sede del Ritz-Carlton Club and Residences. Nel 1924, il Chronicle commissionò una nuova sede in 901 Mission Street all'angolo con la 5th Street in quello che oggi è il quartiere South of Market (SoMa) di San Francisco. È stato progettato da Charles Peter Weeks e William Peyton Day nello stile dell'architettura neogotica, ma la maggior parte dei dettagli del revival gotico è stata rimossa nel 1968 quando l'edificio è stato rivestito di stucco. Questo edificio rimane il quartier generale del Chronicle nel 2017, sebbene vi si trovino anche altre preoccupazioni. Tra la seconda guerra mondiale e il 1971, il nuovo editore Scott Newhall ha adottato un approccio audace e un po' provocatorio alla presentazione delle notizie. Il Newhall's Chronicle includeva reportage investigativi di giornalisti come Pierre Salinger, che in seguito svolse un ruolo di primo piano nella politica nazionale, e Paul Avery, il membro dello staff che seguì le tracce dell'omonimo "Zodiac Killer", che inviò un crittogramma in tre sezioni in lettere al Chronicle e altri due giornali durante la sua follia omicida alla fine degli anni '60. Presentava anche editorialisti colorati come Pauline Phillips, che scrisse sotto il nome di "Dear Abby", "Count Marco" (Marc Spinelli), Stanton Delaplane, Terence O'Flaherty, Lucius Beebe, Art Hoppe, Charles McCabe e Herb Caen. Il giornale crebbe in circolazione fino a diventare il più grande della città, superando il rivale San Francisco Examiner. La scomparsa di altri quotidiani di San Francisco tra la fine degli anni '50 e l'inizio degli anni '60 ha lasciato l'Examiner e il Chronicle a combattere per la diffusione e la superiorità dei lettori.

Accordo di funzionamento congiunto

La competizione tra il Chronicle e l'Examiner ha avuto un impatto finanziario su entrambi i giornali fino all'estate del 1965, quando una sorta di fusione ha creato un accordo operativo congiunto in base al quale il Chronicle è diventato l'unico quotidiano mattutino della città mentre l'Examiner è passato alla pubblicazione pomeridiana (che alla fine ha portato a un calo dei lettori). I giornali erano ufficialmente di proprietà della San Francisco Newspaper Agency, che gestiva le vendite e la distribuzione