popolo Sami

Article

May 19, 2022

Il popolo Sámi ( SAH-mee; scritto anche Sami o Saami) è un popolo indigeno di lingua ugrofinnica che abita la regione di Sápmi (precedentemente nota come Lapponia), che oggi comprende vaste parti settentrionali della Norvegia, della Svezia, della Finlandia e della l'Oblast di Murmansk, in Russia, la maggior parte della penisola di Kola in particolare. I Sámi sono stati storicamente conosciuti in inglese come Lapponi o Lapponi, ma questi termini sono considerati offensivi da alcuni Sámi, che preferiscono il nome dell'area nelle loro lingue, ad es. Sami del nord Sapmi. Le loro lingue tradizionali sono le lingue Sámi, classificate come un ramo della famiglia delle lingue uraliche. Tradizionalmente, i Sámi hanno perseguito una varietà di mezzi di sussistenza, tra cui la pesca costiera, la cattura delle pellicce e l'allevamento di pecore. Il loro mezzo di sostentamento più noto è l'allevamento di renne semi-nomadi. Attualmente circa il 10% dei Sámi è collegato all'allevamento di renne, che fornisce loro carne, pelliccia e trasporto. 2.800 persone Sámi sono attivamente coinvolte nell'allevamento di renne a tempo pieno in Norvegia. Per motivi tradizionali, ambientali, culturali e politici, l'allevamento delle renne è legalmente riservato solo ai Sámi in alcune regioni dei paesi nordici.

Etimologie

Sami

Gli oratori del Sámi del Nord si riferiscono a se stessi come Sámit (i Sámis) o Sápmelaš (di Sámi kin), la parola Sápmi è flessa in varie forme grammaticali. Altre lingue Sami usano parole affini. A partire dal 2014, l'attuale consenso tra gli specialisti era che la parola Sámi fosse presa in prestito dalla parola proto-baltica *žēmē, che significa 'terra' (affine con lo slavo zemlja (земля), dello stesso significato). La parola Sámi ha a almeno una parola affine in finlandese: il proto-baltico *žēmē è stato anche preso in prestito in proto-finnico, come *šämä. Questa parola divenne il moderno finlandese Häme (finlandese per la regione di Tavastia; la seconda ä di *šämä si trova ancora nell'aggettivo Hämäläinen). Si pensa che anche la parola finlandese per la Finlandia, Suomi, derivi probabilmente dal proto-baltico *žēmē, sebbene il percorso preciso sia dibattuto e le proposte di solito implichino complessi processi di prestito e riassunzione. Suomi e la sua forma aggettivale suomalainen devono provenire da *sōme-/sōma-. In una proposta, questa parola finlandese deriva da una parola proto-germanica *sōma-, a sua volta dal proto-baltico *sāma-, a sua volta presa in prestito dal proto-finnico *šämä, che è stata presa in prestito da *žēmē. Le istituzioni Sámi - in particolare il parlamenti, stazioni radiofoniche e televisive, teatri, ecc. - usano tutti il ​​termine Sámi, anche quando si rivolgono a estranei in norvegese, svedese, finlandese o inglese. In norvegese e svedese, i Sámi sono oggi indicati con la forma localizzata Same.

Finlandese

La prima probabile menzione storica dei Sámi, chiamandoli Fenni, fu di Tacito, intorno al 98 d.C.. Varianti di Finn o Fenni erano ampiamente utilizzate nell'antichità, a giudicare dai nomi Fenni e Φίννοι (Phinnoi) nelle opere classiche romane e greche . Finn (o varianti, come skridfinn, 'finlandese a grandi passi') era il nome originariamente usato dagli oratori norreni (e dai loro antenati di lingua proto-norrena) per riferirsi ai Sámi, come attestato negli Edda islandesi e nelle saghe norrene (dall'11° al 14° secoli). L'etimo è alquanto incerto, ma sembra che sia collegato all'antico norreno finna, dal proto-germanico *finþanan ('trovare'), la logica è che i Sámi, come cacciatori-raccoglitori, "trovarono" il loro cibo , piuttosto che coltivarlo. Questa etimologia ha sostituito le speculazioni più antiche secondo cui la parola potrebbe essere correlata a fen. Man mano che il norreno si sviluppò gradualmente nelle lingue scandinave separate, gli svedesi apparentemente iniziarono a usare il finn per riferirsi agli abitanti di quella che oggi è la Finlandia, mentre i Sámi vennero chiamati lapponi . In Norvegia, tuttavia, i Sámi erano ancora chiamati finlandesi almeno fino all'era moderna (rispecchiati in toponimi come Finnmark, Finnsnes, Finnfjord e Finnøy), e alcuni norvegesi del nord useranno ancora occasionalmente Finn per riferirsi a S�