Punto Cavaliere

Article

June 27, 2022

Point Chevalier (; comunemente noto come Point Chev) è un sobborgo residenziale e una penisola nella città di Auckland, nel nord della Nuova Zelanda. Si trova a cinque chilometri a ovest del centro città, sulla sponda meridionale del porto di Waitemata. Il sobborgo era originariamente un'area della classe operaia, con alcune case statali nella zona, ma negli ultimi decenni il sobborgo ha visto crescere fino a diventare un sobborgo della classe media, con diversi progetti di riqualificazione completati o in corso. Come la maggior parte dei sobborghi circostanti, Point Chevalier è noto per i suoi bungalow in stile californiano. Il sobborgo si estende dal centro città/zona commerciale con lo stesso nome sul bordo meridionale (Great North Road e vicino all'autostrada SH16) fino alla punta della penisola a nord. Il suo codice postale è 1022.

Geografia

Il sobborgo è situato a nord della State Highway 16 e del campus di Unitec New Zealand ea ovest del sobborgo di Western Springs. È in gran parte situata sulla penisola triangolare, che si estende a nord nel porto per 1800 metri. Il terreno è per lo più argilloso senza la sovrapposizione di materiale vulcanico che copre gran parte dell'istmo di Auckland; questo significa che la vegetazione della zona è meno rigogliosa rispetto ad altri sobborghi di Auckland. Visibile da Coyle Park è Meola Reef, che si trova ad est della penisola di Point Chevalier e confina con il sobborgo di Westmere. Meola Reef è un affioramento di roccia basaltica nera che si estende a nord nel porto di Waitemata. Questa è la fine del flusso di lava proveniente dal vulcano Three Kings diverse miglia a sud di questa zona. Un tempo discarica, ora è stato riabilitato come parco e riserva naturale. Altri parchi nel sobborgo includono Walker Park, Eric Armshaw Reserve e Coyle Park. Quest'ultimo si trova all'estremità settentrionale della penisola.

Dati demografici

Point Chevalier, che comprende le aree statistiche di Point Chevalier West e Point Chevalier East, aveva una popolazione di 8.460 abitanti al censimento della Nuova Zelanda del 2018, un aumento di 291 persone (3,6%) dal censimento del 2013 e un aumento di 828 persone (10,8 %) dal censimento del 2006. C'erano 3.033 famiglie. C'erano 3.948 maschi e 4.509 femmine, con un rapporto tra i sessi di 0,88 maschi per femmina, con 1.734 persone (20,5%) di età inferiore a 15 anni, 1.389 (16,4%) di età compresa tra 15 e 29 anni, 4.014 (47,4%) di età compresa tra 30 e 64 anni, e 1.323 (15,6%) di età pari o superiore a 65 anni. Le etnie erano 82,0% europee/Pākehā, 8,9% Māori, 8,5% del Pacifico, 10,5% asiatiche e 3,3% di altre etnie (i totali si aggiungono a più del 100% poiché le persone potrebbero identificarsi con più etnie). La percentuale di persone nate all'estero è stata del 23,9%, rispetto al 27,1% a livello nazionale. Sebbene alcune persone si siano opposte a dare la loro religione, il 54,3% non aveva religione, il 33,7% era cristiano e il 6,6% aveva altre religioni. Di coloro che hanno almeno 15 anni, 2.643 (39,3%) avevano una laurea o un diploma superiore e 714 (10,6%) non avevano qualifiche formali. Lo stato occupazionale di almeno 15 persone era che 3.462 (51,5%) persone erano occupate a tempo pieno, 1.014 (15,1%) erano a tempo parziale e 189 (2,8%) erano disoccupate.

Storia

Storia antica e insediamento europeo

Prima dell'insediamento europeo dell'istmo di Auckland nel 1840, esistevano piccoli insediamenti Maori nell'area che in seguito divenne Point Chevalier, incluso uno a Meola Reef e un insediamento di pescatori a Rangi-mata-rau (in seguito Point Chevalier Beach). Quest'ultimo era un punto di sosta per la pesca degli squali al largo di Kauri Point, all'interno del porto di Waitemata. Con la crescita della città di Auckland, Point Chevalier acquisì un'importanza strategica poiché si trovava su quella che allora era la principale via di terra fuori da Auckland, la Great North Road. Per questo motivo, durante le guerre della Nuova Zelanda del 1860, qui si trovava un accampamento militare. Il nome 'Point Chevalier' deriva dal capitano George Robert Chevalier (1825 - 1871), un istruttore di moschetteria in servizio nel 65º reggimento, di stanza in questo campo. L'area di Point Chevalier aveva un carattere prevalentemente rurale