Apri libreria

Article

January 30, 2023

Open Library è un progetto online volto a creare "una pagina web per ogni libro mai pubblicato". Creato da Aaron Swartz, Brewster Kahle, Alexis Rossi, Anand Chitipothu e Rebecca Malamud, Open Library è un progetto di Internet Archive, un'organizzazione senza scopo di lucro. È stato in parte finanziato da sovvenzioni della California State Library e della Kahle/Austin Foundation. Open Library fornisce copie digitali online in più formati, create da immagini di molti libri di pubblico dominio, fuori stampa e in stampa.

Banca dati libri e biblioteca di prestito digitale

Le informazioni sui libri sono raccolte dalla Library of Congress, da altre biblioteche e da Amazon.com, nonché dai contributi degli utenti tramite un'interfaccia simile a un wiki. Se i libri sono disponibili in formato digitale, accanto all'elenco del catalogo viene visualizzato un pulsante con l'etichetta "Leggi". Le copie digitali dei contenuti di ciascun libro scansionato sono distribuite come e-book crittografati (creati da immagini di pagine digitalizzate), audiolibri e audio in streaming (creati dalle immagini della pagina utilizzando software OCR e di sintesi vocale), immagini non crittografate di interi pagine da OpenLibrary.org e Archive.org e API per il download automatico delle immagini delle pagine. Vengono forniti anche collegamenti a dove i libri possono essere acquistati o presi in prestito. Ci sono diverse entità nel database: autori opere (che sono l'aggregato di tutti i libri con lo stesso titolo e testo) edizioni (che sono diverse pubblicazioni delle opere corrispondenti) Open Library afferma di avere oltre 20 milioni di record nel suo database. Copie dei contenuti di decine di migliaia di libri moderni sono state messe a disposizione da 150 biblioteche ed editori per il prestito digitale di ebook. Altri libri, inclusi libri in stampa e coperti da copyright, sono stati scansionati da copie in raccolte di biblioteche, scarti di biblioteche e donazioni e sono anche disponibili per il prestito in forma digitale. In totale, la Open Library offre copie di oltre 1,4 milioni di libri per quello che chiama "prestito digitale" e i critici hanno chiamato distribuzione di copie digitali.

Tecnico

Open Library è iniziata nel 2006 con Aaron Swartz come ingegnere originale e leader del team tecnico di Open Library. Il progetto è stato guidato da George Oates da aprile 2009 a dicembre 2011. Oates è stata responsabile di una riprogettazione completa del sito durante il suo mandato. Nel 2015 il progetto è stato portato avanti da Giovanni Damiola e poi da Brenton Cheng e Mek Karpeles nel 2016. Il sito è stato riprogettato e rilanciato nel maggio 2010. Il suo codebase è su GitHub. Il sito utilizza Infobase, il proprio framework di database basato su PostgreSQL, e Infogami, il proprio motore Wiki scritto in Python. Il codice sorgente del sito è pubblicato sotto la GNU Affero General Public License.

Programma di sponsorizzazione del libro

Nella settimana del 21 ottobre 2019, il sito Web di Open Library ha introdotto un programma di sponsorizzazione dei libri, che secondo Cory Doctorow "consente di indirizzare una donazione in denaro per pagare l'acquisto e la scansione di qualsiasi libro. In cambio, sei il primo in linea per controllare quel libro quando è disponibile, e quindi chiunque possieda una tessera della biblioteca Open Library può controllarlo.". La funzione è stata sviluppata da Mek Karpeles, Tabish Shaikh e altri membri della comunità.

Libri per non vedenti e dislessici

Il sito Web è stato rilanciato aggiungendo la conformità ADA e offrendo oltre 1 milione di libri moderni e meno recenti alla stampa disabilitata nel maggio 2010 utilizzando DAISY Digital Talking Book. In base a determinate disposizioni della legge sul copyright degli Stati Uniti, le biblioteche sono talvolta in grado di riprodurre opere protette da copyright in formati accessibili agli utenti con disabilità.

Accuse di violazione del copyright

La Biblioteca Aperta ha giustificato la sua capacità di offrire contenuti completi di libri in formato digitale come parte della dottrina della prima vendita e della legge sul fair use. The Open Library possiede una copia fisica di ogni libro che ha messo a disposizione, e quindi sostiene che il prestito di una scansione digitale del libro in modo controllato rientri nella dottrina della prima vendita, una pratica nota come Controlled Digit