versi senza senso

Article

May 19, 2022

Il verso senza senso è una forma di letteratura senza senso che di solito impiega forti elementi prosodici come il ritmo e la rima. Ha spesso un tono stravagante e umoristico e impiega alcune delle tecniche della letteratura senza senso. I limerick sono probabilmente la forma più conosciuta di versi senza senso, anche se al giorno d'oggi tendono ad essere usati per umorismo diretto, piuttosto che avere un effetto senza senso. Tra gli scrittori in inglese noti per i versi senza senso ci sono Edward Lear, Lewis Carroll, Mervyn Peake, Edward Gorey, Colin West, Dr. Seuss e Spike Milligan. I poeti marziani e Ivor Cutler sono considerati da alcuni nella tradizione senza senso.

Varianti

In alcuni casi, l'umorismo del verso senza senso si basa sull'incompatibilità di frasi che hanno un senso grammaticale ma un'assurdità semantica - almeno in certe interpretazioni - come nel tradizionale: Confronta l'anfigoria. Altri versi senza senso fanno uso di parole senza senso, parole senza un significato chiaro o senza alcun significato. Sia Lewis Carroll che Edward Lear hanno fatto buon uso di questo tipo di assurdità in alcuni dei loro versi. Queste poesie sono ben formate in termini di grammatica e sintassi, e ogni parola senza senso è una parte chiara del discorso. Il primo verso di "Jabberwocky" di Lewis Carroll illustra questa tecnica senza senso, nonostante la chiara spiegazione successiva di Humpty Dumpty di alcune delle parole poco chiare al suo interno: Altri versi senza senso usano una grammatica confusa o ambigua e parole inventate, come in "The Faulty Bagnose" di John Lennon: Qui, awoy riempie il posto di "away" nell'espressione "lontano", ma suggerisce anche l'esclamazione "ahoy", adatta a un viaggio. Allo stesso modo, worled e gurled suggeriscono "world" e "girl" ma hanno la forma -ed di un verbo passato. "Somforbe" potrebbe essere un sostantivo, forse una frase verbale confusa. Nel senso che è un verbo confuso, potrebbe essere la parola "inciampato", come in Sam è caduto dal lato ubriaco e si è imbattuto in una ragazza. Tuttavia, non tutti i versi senza senso si basano sul gioco di parole. Alcuni illustrano semplicemente situazioni senza senso. Ad esempio, la poesia di Edward Lear, "The Jumblies" ha un ritornello comprensibile: Tuttavia, il significato del colore delle teste e delle mani non è evidente e il verso sembra essere un'assurdità. Alcuni versi senza senso presentano semplicemente scenari contraddittori o impossibili in un tono di fatto, come questo esempio da Rainbow Soup: Adventures in Poetry di Brian P. Cleary (Millbrook Press, 2004): Allo stesso modo, una poesia a volte attribuita a Christopher Isherwood e trovata per la prima volta nell'antologia Poems Past and Present (Harold Dew, edizione 1946, JM Dent & Sons, Canada - attribuita ad "Anon") ha un senso grammaticale e semantico e tuttavia mente così sinceramente e assurdamente che si qualifica come una totale assurdità: Esempi più contemporanei di versi senza senso includono la poesia Vogon, che si trova in The Hitchhiker's Guide to the Galaxy di Douglas Adams o la canzone del 1972 "Prisencolinensinainciusol" del multi-talento italiano Adriano Celentano.

Utilizzo

C'è una lunga tradizione di versi senza senso in inglese. Gli enigmi anglosassoni sono una prima forma. Ad esempio: La seguente poesia fa un uso ancora più estremo dell'incompatibilità di parole accoppiando un numero di opposti polari come mattina/notte, paralizzato/camminare, secco/affogato, bugia/vero, in combinazione con incompatibilità minori come spade/colpo e gomma/muro . Molte filastrocche sono sciocchezze se il contesto e lo sfondo non sono noti. Alcuni sostengono che le filastrocche di Mother Goose siano state originariamente scritte per parodiare l'aristocrazia mentre sembravano nient'altro che filastrocche senza senso. Un esempio è:

Altre lingue

I poeti senza senso russi includono Daniil Kharms e Aleksey Konstantinovich Tolstoy, in particolare il suo lavoro sotto lo pseudonimo di Kozma Prutkov, e alcuni esponenti francesi sono Charles Cros e Robert Desnos. Il più noto poeta olandese di sciocchezze è Cees Buddingh'. Sulla lingua indiana Il bengalese Sukumar Roy è il pioniere delle poesie senza senso ed è molto famoso per aver scritto letteratura per bambini. Abol Tabol è il migliore