Biblioteca della Dieta Nazionale

Article

January 30, 2023

La National Diet Library (NDL) (国立国会図書館, Kokuritsu Kokkai Toshokan) è la biblioteca nazionale del Giappone e tra le più grandi biblioteche del mondo. È stato istituito nel 1948 con lo scopo di assistere i membri della Dieta nazionale del Giappone (国会, Kokkai) nella ricerca su questioni di politica pubblica. La biblioteca è simile per scopo e scopo alla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. La National Diet Library (NDL) è costituita da due strutture principali a Tokyo e Kyoto e da diverse altre biblioteche filiali in tutto il Giappone.

Storia

La Biblioteca della Dieta Nazionale è il successore di tre biblioteche separate: la biblioteca della Camera dei Pari, la biblioteca della Camera dei Rappresentanti, entrambe istituite alla creazione della Dieta imperiale giapponese nel 1890; e la Biblioteca Imperiale, istituita nel 1872 sotto la giurisdizione del Ministero della Pubblica Istruzione. Il potere della Dieta nel Giappone prebellico era limitato e il suo bisogno di informazioni era "corrispondentemente piccolo". Le biblioteche originarie della Dieta "non hanno mai sviluppato né le raccolte né i servizi che avrebbero potuto renderle complementi vitali di un'attività legislativa autenticamente responsabile". Fino alla sconfitta del Giappone, inoltre, l'esecutivo aveva controllato tutti i documenti politici, privando il popolo e la Dieta dell'accesso a informazioni vitali. Le forze di occupazione statunitensi sotto il generale Douglas MacArthur hanno ritenuto che la riforma del sistema bibliotecario della Dieta fosse una parte importante della democratizzazione del Giappone dopo la sua sconfitta nella seconda guerra mondiale. Nel 1946, ogni casa della Dieta formò il proprio Comitato Permanente della Biblioteca della Dieta Nazionale. Hani Goro, uno storico marxista che era stato imprigionato durante la guerra per crimini mentali ed era stato eletto alla Camera dei Consiglieri (il successore dell'abolita Camera dei Pari) dopo la guerra, guidò gli sforzi di riforma. Hani immaginava il nuovo corpo come "sia una 'cittadella della sovranità popolare'", sia il mezzo per realizzare una "rivoluzione pacifica". Gli ufficiali dell'Occupazione responsabili della supervisione delle riforme delle biblioteche hanno riferito che, sebbene l'Occupazione fosse un catalizzatore per il cambiamento, l'iniziativa locale preesisteva all'Occupazione e le riforme riuscite erano dovute a giapponesi devoti come Hani. La Biblioteca della Dieta Nazionale è stata aperta nel giugno 1948 nell'attuale Guest-House di Stato (ex Palazzo distaccato di Akasaka) con una collezione iniziale di 100.000 volumi. Il primo bibliotecario della Biblioteca della Dieta fu il politico Tokujirō Kanamori. Il filosofo Masakazu Nakai è stato il primo vice bibliotecario. Nel 1949, la NDL si fuse con la Biblioteca Nazionale (precedentemente chiamata Biblioteca Imperiale) e divenne l'unica biblioteca nazionale del Giappone. In questo momento la collezione ha guadagnato un ulteriore milione di volumi precedentemente ospitati nell'ex Biblioteca Nazionale di Ueno. Nel 1961, la NDL aprì la sua attuale sede a Nagatachō, adiacente alla Dieta Nazionale. Nel 1986, l'allegato della NDL è stato completato per ospitare un totale complessivo di 12 milioni di libri e periodici. Il Kansai-kan (la Biblioteca Kansai), aperto nell'ottobre 2002 nella Kansai Science City (Seika Town, Contea di Sōraku, Prefettura di Kyoto), ha una collezione di 6 milioni di oggetti. Nel maggio 2002, la NDL ha aperto una nuova sede, la Biblioteca internazionale di letteratura per ragazzi, nell'ex edificio della Biblioteca Imperiale di Ueno. Questo ramo contiene circa 400.000 articoli di letteratura per bambini provenienti da tutto il mondo. Sebbene il mandato originale della NDL fosse quello di essere una biblioteca di ricerca per la Dieta Nazionale, il pubblico in generale è il più grande consumatore dei servizi della biblioteca. Nell'anno fiscale terminato a marzo 2004, ad esempio, la biblioteca ha riportato più di 250.000 richieste di referenze; al contrario, ha registrato solo 32.000 richieste di ricerca dalla Dieta Nazionale. In risposta alla pandemia di coronavirus (COVID-19), l'NDL ha sospeso i servizi di biblioteca al pubblico il 5 marzo 2020. L'NDL ha riaperto al pubblico l'11 giugno 2020 con un massimo di 200 visitatori al giorno in base a una lotteria- stile d