Mohammed bin Zayed Al Nahyan

Article

May 16, 2022

Lo sceicco Mohamed bin Zayed bin Sultan Al Nahyan (in arabo: محمد بن زايد بن سلطان آل نهيان‎; nato l'11 marzo 1961), colloquialmente noto con le sue iniziali come MBZ, è il principe ereditario dell'Emirato di Abu Dhabi, vice comandante supremo della Forze armate degli Emirati Arabi Uniti e il sovrano de facto di Abu Dhabi. È visto come la forza trainante della politica estera interventista degli Emirati Arabi Uniti ed è leader di una campagna contro i movimenti islamisti nel mondo arabo. Dal gennaio 2014, quando il suo fratellastro Khalifa, presidente degli Emirati Arabi Uniti e sceicco di Abu Dhabi, ha subito un ictus, Mohamed bin Zayed Al Nahyan è stato de facto il sovrano di Abu Dhabi, controllando quasi ogni aspetto della politica degli Emirati Arabi Uniti. Mohamed bin Zayed è stato incaricato della maggior parte del processo decisionale quotidiano dell'emirato di Abu Dhabi come principe ereditario di Abu Dhabi. Il New York Times lo descrive come un "autocrate socialmente liberale". Nel 2019 il New York Times lo ha nominato il più potente sovrano arabo e uno degli uomini più potenti della Terra. È stato anche nominato tra le 100 persone più influenti del 2019 dalla rivista TIME.

Primi anni

Mohamed bin Zayed è nato ad Al Ain l'11 marzo 1961 in quelli che allora erano gli Stati della Tregua. È il terzo figlio di Zayed bin Sultan Al Nahyan, il primo presidente degli Emirati Arabi Uniti e sovrano di Abu Dhabi, e la sua terza moglie, Sheikha Fatima bint Mubarak Al Ketbi. I fratelli di Mohamed sono: Khalifa (l'attuale Ra'is degli Emirati Arabi Uniti), Hamdan, Hazza, Saeed, Isa, Nahyan, Saif, Tahnoun, Mansour, Falah, Diab, Omar e Khalid (oltre a tre fratelli deceduti, Sultan, Nasser e Ahmed). Oltre a questi, ha alcune sorelle. Ha cinque fratelli più giovani: Hamdan, Hazza, Tahnoun, Mansour e Abdullah. Sono indicati come Bani Fatima o figli di Fatima. Al-Nahyan ha studiato alla Royal Academy di Rabat fino all'età di 10 anni, dove è stato compagno di classe del re Mohammed VI del Marocco. Suo padre lo sceicco Zayed lo mandò in Marocco con l'intenzione che fosse un'esperienza disciplinare. Gli ha dato un passaporto con un cognome diverso, in modo che non fosse trattato come un re. Al Nahyan ha trascorso diversi mesi lavorando come cameriere in un ristorante locale. Si preparava da solo i pasti e si lavava il bucato, ed era spesso solo. Al Nahyan descrisse la sua vita di allora dicendo: "C'era una ciotola di tabbouleh in frigo, e continuerei a mangiarne giorno dopo giorno fino a quando non si formava una specie di fungo sulla parte superiore". Fu ulteriormente istruito nelle scuole ad Al Ain, Abu Dhabi e un'estate a Gordonstoun fino all'età di 18 anni. Negli Emirati, suo padre Sheikh Zayed ha incaricato della sua educazione un rispettato studioso islamico della Fratellanza Musulmana egiziana di nome Izzedine Ibrahim. Nel 1979 si è unito alla Royal Military Academy Sandhurst diplomandosi nell'aprile 1979. Durante la sua permanenza a Sandhurst, ha completato un corso fondamentale di armatura, un corso fondamentale di volo, un corso di paracadutista e addestramento su aerei ed elicotteri tattici, incluso lo squadrone Gazelle. Durante la sua permanenza a Sandhurst, incontrò e divenne buon amico di Al-Sultan Abdullah, che in seguito sarebbe diventato il re della Malesia. Erano entrambi allievi ufficiali della Royal Military Academy Sandhurst. Negli anni '80, da giovane ufficiale militare in vacanza in Tanzania, incontrò il popolo Masai e vide i loro costumi e l'entità della povertà nel paese. Al suo ritorno andò a trovare suo padre Sheikh Zayed. Suo padre gli chiese cosa avesse fatto per aiutare le persone che aveva incontrato. Al Nahyan ha alzato le spalle e ha detto che le persone che ha incontrato non erano musulmani. Al Nahyan ha detto: “Mi ha afferrato il braccio e mi ha guardato negli occhi molto duramente. Ha detto: "Siamo tutti creature di Dio". Poi è tornato a casa negli Emirati Arabi Uniti per partecipare al corso di formazione per ufficiali a Sharjah. Ha ricoperto numerosi ruoli nelle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, da quello di ufficiale nella Guardia Amiri (ora chiamata Guardia Presidenziale) a quello di pilota nell'Aeronautica Militare degli Emirati Arabi Uniti.

Carriera politica

Emirato di Abu Dhabi

Nel novembre 2003, il suo