Terremoto in Afghanistan del giugno 2022

Article

June 27, 2022

Un terremoto di magnitudo momento (Mw) 6,2 ha colpito la linea Durand tra Afghanistan e Pakistan il 22 giugno 2022 alle 02:24 ora dell'Afghanistan (UTC+4:30). Secondo lo United States Geological Survey (USGS), il terremoto ha misurato Mwb 5,9 e si è verificato a una profondità di dieci chilometri (6,2 miglia). È stato sentito a oltre 500 km (310 miglia) da almeno 119 milioni di persone, in alcune parti dell'India, nella capitale del Pakistan Islamabad, nella provincia orientale del Punjab e in Iran. Almeno 1.500 persone sono morte e oltre 2.000 sono rimaste ferite, rendendolo il terremoto più mortale del 2022. Più di 25 villaggi sono stati gravemente colpiti, con centinaia di edifici distrutti. Il terremoto è stato molto distruttivo rispetto alla sua magnitudo, a causa del suo epicentro poco profondo al di sotto di un'area densamente popolata soggetta a frane, in cui edifici di bassa qualità fatti di legno e fango non sono costruiti per resistere ai terremoti.

Sfondo

Più di 7.000 in Afghanistan sono morti a causa dei terremoti nell'ultimo decennio, con una media di 560 morti all'anno. Un grave terremoto nel 2015 nel nord-est dell'Afghanistan ha ucciso oltre 200 persone nel paese e nel vicino Pakistan. Nel 2008, un terremoto di magnitudo 6,4 nel Pakistan occidentale ha ucciso 166 persone e distrutto diversi villaggi a causa di frane innescate. I primi terremoti del 2002 e del 1998 hanno ucciso rispettivamente oltre mille e circa 4.700 persone.

Impostazione tettonica

Gran parte dell'Afghanistan si trova in un'ampia zona di deformazione continentale all'interno della placca eurasiatica. L'attività sismica in Afghanistan è influenzata dalla subduzione della placca araba a ovest e dalla subduzione obliqua della placca indiana a est. Si stima che il tasso di subduzione della placca indiana lungo il confine convergente continentale sia di 39 mm/anno o superiore. La transpressione dovuta all'interazione delle placche è associata a un'elevata sismicità all'interno della crosta superficiale. La sismicità è rilevabile a una profondità di 300 km (190 mi) sotto l'Afghanistan a causa della subduzione delle placche. La faglia di Chaman è una grande faglia di trasformazione associata a grandi terremoti poco profondi che forma il confine transpressivo tra la placca eurasiatica e quella indiana. Questa zona è costituita da faglie sismicamente attive di spinta e di scorrimento.

Terremoto

Il terremoto è stato il risultato di una faglia trascorrente superficiale. Inizialmente segnalato come evento di magnitudo 6,1 dall'USGS alla profondità di 51 chilometri (32 mi), è stato successivamente rivisto a 5,9 (Mwb) o 6,0 (Mww) a 10 chilometri (6,2 mi). L'USGS ha affermato che si è verificato lungo una faglia laterale sinistra che colpisce nord-est o una faglia laterale destra che colpisce nord-ovest. L'Osservatorio GEOSCOPE ha riportato il terremoto di magnitudo 6,2 Mw a una profondità di 6 km (3,7 mi) e ha proposto due soluzioni di faglia. La prima era una faglia laterale sinistra che colpisce sud-sudovest-nord-nordest, 70 ° ovest-nordovest. Una seconda soluzione è su una faglia con andamento ovest-nordovest-est-sudest, quasi verticale, lato destro. Il Centro Sismologico Europeo-Mediterraneo (EMSC) ha riportato la magnitudo di 5,9 Mw. Nel frattempo, il Global Centroid Moment Tensor ha registrato l'evento come 6,2 Mw a 15,1 km (9,4 mi) di profondità.

Impatto

Afghanistan

I funzionari hanno confermato che il terremoto ha provocato almeno 1.500 morti e 2.000 feriti. È il terremoto più mortale in Afghanistan da oltre 20 anni. Le cattive pratiche di costruzione e materiali da costruzione hanno contribuito all'alto bilancio delle vittime. Un sismologo dell'USGS ha affermato che il terremoto è stato distruttivo a causa della sua ridotta profondità di messa a fuoco e dell'epicentro in un'area densamente popolata a rischio di frana in cui gli edifici non sono progettati per resistere allo scuotimento del suolo. Il capo di un'organizzazione di beneficenza ha affermato che il bilancio delle vittime dovrebbe aumentare poiché il terremoto ha colpito una regione lontana dalle strutture mediche e si è verificato di notte, quando la maggior parte delle persone dormiva nelle proprie case. Più di 25 villaggi sono stati quasi decimati. Sono crollate scuole, ospedali, case e moschee. Almeno 381 delle oltre 1.000 fata