Johannes Vermeer

Article

June 27, 2022

Johannes Vermeer (fur-MEER, fur-MAIR, olandese: [fərˈmeːr], vedi sotto; ottobre 1632 – dicembre 1675) è stato un pittore olandese del periodo barocco specializzato in scene di interni domestici della vita della classe media. Durante la sua vita, fu un pittore di genere provinciale di discreto successo, riconosciuto a Delft e L'Aia. Tuttavia, produsse relativamente pochi dipinti ed evidentemente non era ricco, lasciando moglie e figli in debito alla sua morte. Vermeer lavorava lentamente e con grande cura, e spesso usava pigmenti molto costosi. È particolarmente rinomato per il suo trattamento magistrale e l'uso della luce nel suo lavoro. "Quasi tutti i suoi dipinti", ha scritto Hans Koningsberger, "sono apparentemente ambientati in due stanze piccole nella sua casa di Delft; mostrano gli stessi mobili e decorazioni in vari arrangiamenti e spesso ritraggono le stesse persone, per lo più donne." La sua modesta celebrità lasciò il posto all'oscurità dopo la sua morte. Fu a malapena menzionato nel principale libro di riferimento di Arnold Houbraken sulla pittura olandese del XVII secolo (Grand Theatre of Dutch Painters and Women Artists) e fu quindi omesso dalle successive indagini sull'arte olandese per quasi due secoli. Nel XIX secolo, Vermeer fu riscoperto da Gustav Friedrich Waagen e Théophile Thoré-Bürger, che pubblicò un saggio attribuendogli 66 quadri, anche se oggi gli vengono universalmente attribuiti solo 34 dipinti. Da quel momento, la reputazione di Vermeer è cresciuta ed è ora riconosciuto come uno dei più grandi pittori dell'età dell'oro olandese. Simile ad altri importanti artisti olandesi dell'età dell'oro come Frans Hals e Rembrandt, Vermeer non andò mai all'estero. Inoltre, come Rembrandt, era un appassionato collezionista e mercante d'arte.

Pronuncia del nome

In olandese, Vermeer si pronuncia [vərˈmeːr], e Johannes Vermeer come [joːˈɦɑnəs fərˈmeːr], con la /v/ cambiata in [f]-suono dalla precedente /s/ senza voce. La solita pronuncia inglese è vur-MEER. Si sente anche un tentativo di avvicinarsi maggiormente all'olandese con vur-MAIR. Una terza pronuncia, vair-MEER, è attestata dal Regno Unito.

Vita

Fino a poco tempo si sapeva relativamente poco della vita di Vermeer. Sembra che si fosse dedicato esclusivamente alla sua arte, vivendo la sua vita nella città di Delft. Fino al XIX secolo le uniche fonti di informazione erano alcuni registri, alcuni documenti ufficiali e commenti di altri artisti; per questo motivo Thoré-Bürger lo chiamò "La Sfinge di Delft". John Michael Montias ha aggiunto dettagli sulla famiglia dagli archivi della città di Delft nel suo Artists and Artisans in Delft: A Socio-Economic Study of the Seventeenth Century (1982).

Giovani e patrimonio

Johannes Vermeer fu battezzato all'interno della Chiesa Riformata il 31 ottobre 1632. Sua madre, Digna Baltens (c. 1596 – 1670), era di Anversa. Il padre di Digna, Balthasar Geerts, o Gerrits, (nato ad Anversa intorno al 1573) condusse una vita intraprendente e fu arrestato per contraffazione. Il padre di Vermeer, di nome Reijnier Janszoon, era un lavoratore borghese di seta o caffa (una miscela di seta e cotone o lana). Era il figlio di Jan Reyersz e Cornelia (Neeltge) Goris. Come apprendista ad Amsterdam, Reijnier viveva nell'elegante Sint Antoniesbreestraat, una strada con molti pittori residenti all'epoca. Nel 1615, Reijnier sposò Digna. La coppia si trasferì a Delft e ebbe una figlia di nome Gertruy che fu battezzata nel 1620. Nel 1625, Reijnier fu coinvolto in una rissa con un soldato di nome Willem van Bylandt che morì per le ferite cinque mesi dopo. In questo periodo, Reijnier iniziò a occuparsi di dipinti. Nel 1631 prese in affitto una locanda, che chiamò "The Flying Fox". Nel 1635 visse in Voldersgracht 25 o 26. Nel 1641 acquistò una locanda più grande sulla piazza del mercato, dal nome della città fiamminga "Mechelen". L'acquisizione della locanda costituì un notevole onere finanziario. Quando Reijnier morì nell'ottobre 1652, Vermeer assunse la direzione dell'attività artistica di famiglia.

Matrimonio e famiglia

Nell'aprile 1653, Johannes Reijniersz Vermeer mar