Jean Sibelius

Article

September 30, 2022

Jean Sibelius (sib-AY-lee-əs; finlandese svedese: [ˈjɑːn siˈbeːliʉs, ˈʃɑːn -] (ascolta); nato Johan Julius Christian Sibelius, 8 dicembre 1865 – 20 settembre 1957) è stato un compositore e violinista finlandese del tardo romantico e periodi della prima età moderna. È ampiamente riconosciuto come il più grande compositore del suo paese e la sua musica è spesso accreditata per aver aiutato la Finlandia a sviluppare un'identità nazionale durante la sua lotta per l'indipendenza dalla Russia. Il fulcro della sua opera è il suo set di sette sinfonie, che, come le sue altre opere principali, vengono regolarmente eseguite e registrate in Finlandia e in molti altri paesi. Le sue altre composizioni più note sono Finlandia, la Karelia Suite, Valse triste, il Concerto per violino, la sinfonia corale Kullervo e Il cigno di Tuonela (dalla Lemminkäinen Suite). Altre opere ben note includono brani ispirati alla natura, alla mitologia nordica e all'epopea nazionale finlandese, il Kalevala, oltre un centinaio di canzoni per voce e pianoforte, musiche di scena per numerose opere teatrali, l'opera Jungfrun i tornet (La fanciulla nella torre), musica da camera, musica per pianoforte, musica rituale massonica e 21 pubblicazioni di musica corale. Sibelius compose in modo prolifico fino alla metà degli anni '20, ma dopo aver completato la sua Settima sinfonia (1924), le musiche di scena per La tempesta (1926) e il poema sinfonico Tapiola (1926), smise di produrre opere importanti nei suoi ultimi trent'anni, una straordinaria e sconcertante declino comunemente indicato come il "silenzio di Järvenpää", la posizione della sua casa. Sebbene si dice che abbia smesso di comporre, ha tentato di continuare a scrivere, inclusi gli sforzi falliti su un'ottava sinfonia. In età avanzata scrisse musica massonica e riedita alcuni lavori precedenti, pur mantenendo un interesse attivo, ma non sempre favorevole, per i nuovi sviluppi della musica. La banconota da 100 marchi finlandesi ha caratterizzato la sua immagine fino al 2002, quando è stato adottato l'euro. Dal 2011, la Finlandia ha celebrato una giornata di sbandieratori l'8 dicembre, il compleanno del compositore, noto anche come "Giornata della musica finlandese". Nel 2015, in occasione del 150° anniversario della nascita del compositore, si sono tenuti una serie di concerti ed eventi speciali, in particolare a Helsinki, la capitale finlandese.

Vita

Primi anni

Sibelius nacque l'8 dicembre 1865 a Hämeenlinna (svedese: Tavastehus) nel Granducato di Finlandia, una parte autonoma dell'Impero russo. Era il figlio del medico di lingua svedese Christian Gustaf Sibelius e Maria Charlotta Sibelius (nata Borg). Il nome della famiglia deriva dalla tenuta di Sibbe nell'Uusimaa orientale, di proprietà del suo bisnonno paterno. Il padre di Sibelius morì di tifo nel luglio 1868, lasciando ingenti debiti. Di conseguenza, sua madre, che era di nuovo incinta, ha dovuto vendere la loro proprietà e trasferire la famiglia nella casa di Katarina Borg, sua madre vedova, che viveva anche a Hämeenlinna. Sibelius fu quindi allevato in un ambiente decisamente femminile, l'unica influenza maschile proveniva da suo zio, Pehr Ferdinand Sibelius, interessato alla musica, in particolare al violino. Fu lui a regalare al ragazzo un violino quando aveva dieci anni e in seguito lo incoraggiò a mantenere il suo interesse per la composizione. Per Sibelius, lo zio Pehr non solo ha preso il posto di un padre, ma ha agito come consigliere musicale. Sin dalla tenera età, Sibelius mostrò un forte interesse per la natura, passeggiando spesso per la campagna quando la famiglia si trasferì a Loviisa sulla costa per i mesi estivi. Con le sue stesse parole: "Per me, Loviisa rappresentava il sole e la felicità. Hämeenlinna era il luogo in cui andavo a scuola; Loviisa era la libertà". Fu a Hämeenlinna, quando aveva sette anni, che sua zia Julia fu portata a dargli lezioni di piano sullo strumento verticale di famiglia, picchiandolo sulle nocche ogni volta che suonava una nota sbagliata. Ha progredito improvvisando da solo, ma ha comunque imparato a leggere la musica. Successivamente si è dedicato al violino, che preferiva. Ha partecipato a trii con sua sorella maggiore Linda al pianoforte e suo fratello minore Ch