Numero di serie standard internazionale

Article

August 15, 2022

Un International Standard Serial Number (ISSN) è un numero seriale di otto cifre utilizzato per identificare in modo univoco una pubblicazione seriale, come una rivista. L'ISSN è particolarmente utile per distinguere tra i periodici con lo stesso titolo. L'ISSN viene utilizzato per ordinare, catalogare, prestiti interbibliotecari e altre pratiche in relazione alla letteratura seriale. Il sistema ISSN è stato redatto per la prima volta come standard internazionale dell'Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO) nel 1971 e pubblicato come ISO 3297 nel 1975. Sottocomitato ISO TC 46/SC 9 è responsabile del mantenimento dello standard. Quando un seriale con lo stesso contenuto viene pubblicato in più di un tipo di media, a ciascun tipo di media viene assegnato un ISSN diverso. Ad esempio, molti periodici sono pubblicati sia in formato cartaceo che elettronico. Il sistema ISSN fa riferimento a questi tipi come ISSN di stampa (p-ISSN) e ISSN elettronico (e-ISSN), rispettivamente. Di conseguenza, come definito nella ISO 3297:2007, a ogni seriale nel sistema ISSN è assegnato anche un ISSN di collegamento (ISSN-L), tipicamente lo stesso dell'ISSN assegnato al seriale nel suo primo supporto pubblicato, che collega insieme tutti gli ISSN assegnati al seriale in ogni mezzo.

Formato codice

Il formato dell'ISSN è un codice di otto cifre, diviso da un trattino in due numeri di quattro cifre. Come numero intero, può essere rappresentato dalle prime sette cifre. L'ultima cifra del codice, che può essere 0-9 o una X, è una cifra di controllo. Formalmente, la forma generale del codice ISSN (denominata anche "struttura ISSN" o "sintassi ISSN") può essere espressa come segue: NNNN-NNNC dove N è nell'insieme {0,1,2,...,9}, un carattere cifra e C è in {0,1,2,...,9,X};o da un Perl compatibile regolare Espressioni (PCRE) espressione regolare: ^[0-9]{4}-[0-9]{3}[0-9xX]$. L'ISSN della rivista Hearing Research, ad esempio, è 0378-5955, dove il 5 finale è la cifra di controllo, cioè C5. Per calcolare la cifra di controllo, può essere utilizzato il seguente algoritmo: Calcola la somma delle prime sette cifre dell'ISSN moltiplicata per la sua posizione nel numero, contando da destra, ovvero rispettivamente 8, 7, 6, 5, 4, 3 e 2: 0 ? 8 + 3 ? 7 + 7 ? 6 + 8 ? 5 + 5 ? 4 + 9 ? 3 + 5 ? 2 {\displaystyle 0\cdot 8+3\cdot 7+7\cdot 6+8\cdot 5+5\cdot 4+9\cdot 3+5\cdot 2} 0 + 21 + 42 + 40 + 20 + 27 + 10 {\displaystyle 0+21+42+40+20+27+10} 160 {\displaystyle160} Si calcola quindi il modulo 11 di tale somma; dividi la somma per 11 e determina il resto: 160 11 14 resto 6 14 + 6 11 {\displaystyle {\frac {160}{11}}14{\mbox{ resto }}614+{\frac {6}{11}}} Se non c'è resto la cifra di controllo è 0, altrimenti il ​​valore del resto viene sottratto da 11 per dare la cifra di controllo: 11 − 6 5 {\displaystyle 11-65} 5 è la cifra di controllo, C. Per i calcoli, una X maiuscola nella posizione della cifra di controllo indica una cifra di controllo di 10 (come un dieci romano). Per confermare la cifra di controllo, calcolare la somma di tutte le otto cifre dell'ISSN moltiplicata dalla sua posizione nel numero, contando da destra (se la cifra di controllo è X, aggiungere 10 alla somma). Il modulo 11 della somma deve essere 0. Esiste un verificatore ISSN online in grado di convalidare un ISSN, basato sull'algoritmo di cui sopra.

Negli EAN

Gli ISSN possono essere codificati in EAN-13 bar c