Gold Coast, Queensland

Article

August 15, 2022

La Gold Coast è una città costiera nello stato australiano del Queensland, a circa 66 chilometri (41 miglia) a sud-sudest del centro della capitale dello stato Brisbane e immediatamente a nord del confine con il Nuovo Galles del Sud. I proprietari tradizionali di questa regione del Queensland sudorientale sono le persone di lingua Yugambeh. Il demone della Gold Coast è Gold Coaster. Con una popolazione stimata di 679.127, a giugno 2019 (di cui 79.001 nell'adiacente Tweed Valley del New South Wales), la Gold Coast è la sesta città più grande dell'Australia, rendendola la più grande città non capitale e la seconda più grande del Queensland città. La Gold Coast è una delle principali destinazioni turistiche con un clima soleggiato e subtropicale ed è diventata ampiamente nota per le sue spiagge per il surf di livello mondiale, lo skyline dominato dai grattacieli, i parchi a tema, la vita notturna e l'entroterra della foresta pluviale. La città fa parte dell'industria dell'intrattenimento nazionale con produzioni televisive e un'importante industria cinematografica.

Storia

La Gold Coast è la dimora ancestrale di numerosi clan indigeni del popolo Yugambeh, inclusi i clan Kombumerri, Mununjali e Wangerriburra. Gli europei arrivarono nel 1823 quando l'esploratore John Oxley sbarcò a Mermaid Beach. L'approvvigionamento di cedro rosso dell'entroterra attrasse persone nell'area a metà del XIX secolo. Lungo la costa e nell'entroterra si sviluppò una serie di piccoli centri abitati. Il sobborgo occidentale di Nerang fu censito e stabilito come base per l'industria e nel 1870 era stata messa da parte una riserva cittadina. Nel 1873, anche la riserva cittadina di Burleigh Heads era stata censita e avevano avuto luogo con successo le vendite di terreni. Nel 1875, il piccolo insediamento di fronte al passaggio delle barche alla testa del fiume Nerang, noto come Nerang Heads o Nerang Creek Heads, fu censito e ribattezzato Southport, con la prima vendita di terreni prevista a Beenleigh. Southport si è rapidamente affermata come una destinazione di vacanza appartata per i ricchi residenti di Brisbane. Dopo la fondazione del Surfers Paradise Hotel alla fine degli anni '20, la regione della Gold Coast è cresciuta notevolmente. La Gold Coast era originariamente conosciuta come South Coast (perché era a sud di Brisbane). Tuttavia, i prezzi eccessivamente gonfiati per gli immobili e altri beni e servizi hanno portato al soprannome di "Gold Coast" dal 1950. I locali della South Coast inizialmente consideravano il nome "Gold Coast" dispregiativo. Tuttavia, presto la "Gold Coast" divenne semplicemente un modo conveniente per riferirsi alla striscia di vacanza da Southport a Coolangatta. La città della costa meridionale è stata costituita dalla fusione della città di Coolangatta e della città di Southport insieme alle aree costiere (come Burleigh Heads) dalla Contea di Nerang il 17 giugno 1949 con l'effetto di avere l'attuale costa della Gold Coast striscia come un'unica area di governo locale. Con la crescita dell'industria del turismo negli anni '50, le imprese locali iniziarono ad adottare il termine Gold Coast nei loro nomi e il 23 ottobre 1958 la città di South Coast fu ribattezzata Town of Gold Coast. L'area fu proclamata una città, nonostante la mancanza di una cattedrale, meno di un anno dopo, il 16 maggio 1959. L'area esplose negli anni '80 come una delle principali destinazioni turistiche. Nel 1994, l'area del governo locale della città di Gold Coast è stata ampliata per includere la Contea di Albert, diventando la seconda area di governo locale più popolosa dell'Australia dopo la città di Brisbane. Nel 2007, la Gold Coast ha superato la popolazione di Newcastle, New South Il Galles, per diventare la sesta città più grande dell'Australia e la più grande città non capitale. La Gold Coast ha ospitato i Giochi del Commonwealth del 2018.

Geografia

La Gold Coast è circa la metà coperta da foreste di vario tipo. Ciò include piccole macchie di antica foresta pluviale quasi incontaminata, isole ricoperte di mangrovie e macchie di brughiere costiere e terreni agricoli con aree di foresta di eucalipti non disboscate. Delle piantagioni di pinete che furono piantate negli anni '50 e '60, quando il governo del Commonwealth incoraggiò la piantumazione commerciale di foreste per minimizzare le tasse, minuscoli resti