Casa di Goethe

Article

August 17, 2022

La casa di Goethe è una casa museo di uno scrittore nel quartiere Innenstadt di Francoforte sul Meno, in Germania. È il luogo di nascita di Johann Wolfgang von Goethe. Arredato con mobili e dipinti d'epoca, offre un ambiente autentico in cui Goethe trascorse la sua giovinezza. È anche un luogo dove Goethe scrisse le sue famose opere Götz von Berlichingen, Faust e I dolori del giovane Werther.

Storia

L'edificio originale era la residenza della famiglia Goethe, in particolare Johann Wolfgang von Goethe, fino al 1795. Johann Wolfgang stesso nacque qui nel 1749 dai suoi genitori, Johann Caspar Goethe, un avvocato, e Katherine Elisabeth Textor, figlia del sindaco (Bürgermeister) di Francoforte. Johann Wolfgang visse qui insieme a sua sorella Cornelia fino al 1765, all'età di sedici anni, quando si trasferì a Lipsia per studiare legge, tornando in seguito sporadicamente. In seguito Goethe scrisse della sua infanzia trascorsa qui nella sua autobiografia Aus Meinem Leben: Dichtung und Wahrheit, (Out of my Life: Poetry and Truth), (1811-1833), e descrivendo così la sua nascita: "Il 28 agosto 1749, a mezzogiorno, quando l'orologio batté le dodici, venni al mondo, a Francoforte sul Meno. Il mio oroscopo fu propizio: il sole stava nel segno della Vergine e aveva culminò per il giorno; Giove e Venere lo guardarono con occhio amico, e Mercurio non con disprezzo; mentre Saturno e Marte si mantennero indifferenti; la sola luna, appena piena, esercitò tanto più il potere del suo riflesso, come aveva allora giunse alla sua ora planetaria. Si oppose, quindi, alla mia nascita, che non poté realizzarsi fino a quando quest'ora non fosse trascorsa. Si trattava infatti in origine di due case, risalenti al 1600 circa in tipico stile medievale con facciata lignea, fino al 1755, quando il padre di Goethe le rimodella ampiamente e modernizzato nell'unica struttura che vediamo oggi. Goethe scrive nella sua autobiografia che il padre si preoccupò di preservare il doppio aggetto della facciata, non consentito nelle nuove costruzioni ai sensi dei codici del 1719 e del 1749, sottolineando che si trattava di un rifacimento delle strutture esistenti e non di una nuova costruzione. Lasciata la famiglia Goethe nel 1795, la casa passò attraverso una serie di proprietari, fino al suo acquisto nel 1863 da parte del geologo Otto Volger (1822-1897), che la riportò allo stato in cui la famiglia Goethe l'aveva lasciata, come monumento a il suo famoso abitante. La casa fu distrutta durante il bombardamento alleato di Francoforte il 22 maggio 1944, ma fu restaurata dopo la guerra tra il 1947 e il 1951, il più fedele possibile alle condizioni e all'arredamento originali, dando un'idea di come fosse la vita per una persona ragionevolmente benestante residente a Francoforte nel XVIII secolo. È accanto al Museo di Goethe, aperto al pubblico insieme alla restaurata Casa di Goethe nel 1954, e nelle vicinanze si trovano le fondamenta scavate del ghetto ebraico, che, insieme al cimitero ebraico, offre un ulteriore scorcio della vecchia Francoforte come l'avrebbe vissuta lo stesso Goethe.

Riferimenti

Collegamenti esterni

Informazioni e planimetria della casa Sito web del museo L'autobiografia di Goethe "Fuori dalla mia vita: poesia e verità" dal Progetto Gutenberg