Crisi tonico-cloniche generalizzate

Article

August 15, 2022

Una crisi tonico-clonica generalizzata, comunemente nota come crisi di grande male o GTCS, è un tipo di crisi generalizzata che produce contrazioni muscolari toniche e cloniche bilaterali convulsive. Le crisi tonico-cloniche sono il tipo di crisi più comunemente associato all'epilessia e alle crisi epilettiche in generale e la crisi più comune associata a squilibri metabolici. È un'idea sbagliata che siano l'unico tipo di crisi, poiché sono il tipo principale di crisi in circa il 10% di quelli con epilessia. Queste crisi in genere iniziano bruscamente con un esordio focale o generalizzato. Un prodromo (un vago senso di crisi imminente) può essere presente anche prima dell'inizio della crisi. Il sequestro stesso include contrazioni sia toniche che cloniche, con contrazioni toniche che di solito precedono le contrazioni cloniche. Dopo queste serie di contrazioni, c'è uno stato postictale esteso in cui la persona non risponde e comunemente dorme con un forte russamento. Di solito c'è una pronunciata confusione al risveglio.

Cause

La stragrande maggioranza delle convulsioni generalizzate è idiopatica. Tuttavia, alcune crisi generalizzate iniziano come una crisi più piccola che si verifica esclusivamente su un lato del cervello e viene definita crisi focale (o parziale). Questi tipi di crisi unilaterali (precedentemente noti come crisi parziali semplici o crisi parziali complesse e ora indicati rispettivamente come crisi focale consapevole e crisi focale con ridotta consapevolezza) possono quindi diffondersi a entrambi gli emisferi del cervello e causare una crisi tonico-clonica generalizzata. Questo tipo di crisi ha un termine specifico chiamato "sequestro clonico tonico bilaterale da focale a bilaterale". Altri fattori scatenanti includono squilibri chimici e neurotrasmettitori e una soglia convulsiva determinata geneticamente o situazionalmente, entrambi implicati. La soglia convulsiva può essere alterata da affaticamento, malnutrizione, mancanza di sonno o di riposo, ipertensione, stress, diabete, presenza di flash stroboscopici o semplici schemi di luce/buio, livelli elevati di estrogeni all'ovulazione, illuminazione fluorescente, movimento rapido o volo, squilibri di zucchero nel sangue, ansia, antistaminici e altri fattori. Le crisi tonico-cloniche possono anche essere indotte deliberatamente con la terapia elettroconvulsiva. Nel caso dell'epilessia sintomatica, la causa è spesso determinata dalla risonanza magnetica o da altre tecniche di neuroimaging che mostrano un certo grado di danno a un gran numero di neuroni. Le lesioni (cioè il tessuto cicatriziale) causate dalla perdita di questi neuroni possono portare a gruppi di neuroni che formano un'area "focale" delle convulsioni con episodi di attivazione anormale che possono causare convulsioni se la concentrazione non viene abolita o soppressa tramite farmaci anticonvulsivanti.

Meccanismo

Prodromo La maggior parte delle crisi tonico-cloniche generalizzate iniziano senza preavviso e all'improvviso, ma alcuni pazienti epilettici descrivono un prodromo. Il prodromo di una crisi tonico-clonica generalizzata è una sorta di sensazione premonitrice ore prima di una crisi. Questo tipo di prodromo è distinto dall'aura stereotipata di convulsioni focali che diventano convulsioni generalizzate. Fasi Una crisi tonico-clonica comprende tre fasi: la fase tonica, la fase clonica e la fase postittale. Fase tonica La fase tonica è solitamente la prima fase e la coscienza si perderà rapidamente (sebbene non tutte le crisi tonico-cloniche generalizzate comportino una completa perdita di coscienza) e i muscoli scheletrici si irrigidiranno improvvisamente, causando spesso l'attrazione delle estremità verso il corpo o rigidamente allontanato da esso, che farà cadere il paziente se in piedi o seduto. Potrebbe esserci anche una deviazione verso l'alto degli occhi con la bocca aperta. La fase tonica è solitamente la parte più breve della crisi, che normalmente dura solo 10-20 secondi. Il paziente può anche esprimere brevi vocalizzazioni come un forte gemito quando entra nella fase tonica, a causa dell'aria espulsa con forza dai polmoni. Questa vocalizzazione è comunemente chiamata "grido ictale". A partire dalla fase tonica, potrebbe esserci anche un arrossamento della pelle dovuto a problemi respiratori poiché w