Mercato libero

Article

January 30, 2023

In economia, un mercato libero è un sistema in cui i prezzi di beni e servizi sono autoregolati da acquirenti e venditori che negoziano in un mercato aperto. In un mercato libero, le leggi e le forze della domanda e dell'offerta sono libere da qualsiasi intervento di un governo o di un'altra autorità, e da ogni forma di privilegio economico, monopoli e scarsità artificiali. I fautori del concetto di libero mercato lo contrastano con un mercato regolamentato in cui un governo interviene nella domanda e nell'offerta attraverso vari metodi come le tariffe utilizzate per restringere il commercio e proteggere l'economia locale. In un'economia di libero mercato idealizzata, chiamata anche economia di mercato liberale, i prezzi di beni e servizi sono fissati liberamente dalle forze della domanda e dell'offerta e possono raggiungere il loro punto di equilibrio senza l'intervento della politica del governo. Gli studiosi contrastano il concetto di libero mercato con il concetto di mercato coordinato in campi di studio come l'economia politica, la nuova economia istituzionale, la sociologia economica e le scienze politiche. Tutti questi campi sottolineano l'importanza, nei sistemi di mercato attualmente esistenti, di istituzioni regolatrici esterne alle semplici forze della domanda e dell'offerta che creano spazio affinché quelle forze operino per controllare la produzione e la distribuzione. Sebbene i mercati liberi siano comunemente associati al capitalismo nell'uso contemporaneo e nella cultura popolare, i mercati liberi sono stati anche componenti di alcune forme di socialismo. Le critiche al concetto teorico possono considerare i sistemi con un significativo potere di mercato, la disuguaglianza del potere contrattuale o l'asimmetria informativa come meno che liberi, essendo necessaria una regolamentazione per controllare tali squilibri al fine di consentire ai mercati di funzionare in modo più efficiente e di produrre risultati sociali più desiderabili.

Sistemi economici

Capitalismo

Il capitalismo è un sistema economico basato sulla proprietà privata dei mezzi di produzione e sul loro funzionamento a scopo di lucro. Le caratteristiche centrali del capitalismo includono l'accumulazione di capitale, mercati competitivi, un sistema di prezzi, proprietà privata e riconoscimento dei diritti di proprietà, scambio volontario e lavoro salariato. In un'economia di mercato capitalista, il processo decisionale e gli investimenti sono determinati da ogni proprietario di ricchezza, proprietà o capacità produttiva nei mercati finanziari e finanziari, mentre i prezzi e la distribuzione di beni e servizi sono determinati principalmente dalla concorrenza nei mercati di beni e servizi. storici, economisti politici e sociologi hanno adottato prospettive diverse nelle loro analisi del capitalismo e ne hanno riconosciuto nella pratica varie forme. Questi includono il laissez-faire o il capitalismo del libero mercato, il capitalismo di stato e il capitalismo del benessere. Diverse forme di capitalismo presentano diversi gradi di libero mercato, proprietà pubblica, ostacoli alla libera concorrenza e politiche sociali sanzionate dallo stato. Il grado di concorrenza nei mercati e il ruolo dell'intervento e della regolamentazione, nonché la portata della proprietà statale, variano tra i diversi modelli di capitalismo. La misura in cui i diversi mercati sono liberi e le regole che definiscono la proprietà privata sono questioni di politica e politica. La maggior parte delle economie capitaliste esistenti sono economie miste che combinano elementi di libero mercato con l'intervento statale e in alcuni casi la pianificazione economica. Le economie di mercato sono esistite sotto molte forme di governo e in molti tempi, luoghi e culture differenti. Le moderne società capitalistiche - segnate da un'universalizzazione delle relazioni sociali basate sul denaro, una classe di lavoratori costantemente ampia e sistematica che deve lavorare per salario (il proletariato) e una classe capitalista che possiede i mezzi di produzione - si sono sviluppate nell'Europa occidentale in un processo che ha portato alla rivoluzione industriale. I sistemi capitalistici con vari gradi di intervento diretto del governo da allora sono diventati dominanti nel mondo occidentale e continuano a diffondersi. Il capitalismo ha dimostrato di essere fortemente correlato con la crescita economica