Gioco esteso

Article

August 17, 2022

Un record di riproduzione estesa, di solito indicato come EP, è una registrazione musicale che contiene più tracce di un singolo ma meno di un album o di un disco LP. Gli EP contemporanei generalmente contengono quattro o cinque tracce e sono considerati "meno costosi e dispendiosi in termini di tempo" per un artista da produrre rispetto a un album. Un EP originariamente si riferiva a tipi specifici di dischi diversi da 78 giri standard play (SP) e LP, ma ora è applicato anche a CD di media lunghezza e download. Ricardo Baca di The Denver Post ha detto: "Gli EP—originariamente suonano dischi "singoli" più brevi degli album tradizionali, sono stati a lungo popolari tra le band punk e indie". Nel Regno Unito, la Official Chart Company definisce un confine tra EP e classificazione album a 25 minuti di durata massima e non più di quattro tracce (senza contare le versioni alternative dei brani presenti, se presenti).

Sfondo

Storia

Gli EP sono stati pubblicati in varie dimensioni in epoche diverse. I primi dischi multitraccia, pubblicati intorno al 1919 dalla Grey Gull Records, erano dischi a 78 giri tagliati verticalmente noti come dischi "2 in 1". Questi avevano solchi più fini del solito, come la Edison Disc Records. Nel 1949, quando il 45 giri singolo e l'LP da 331⁄3 giri/min erano formati in competizione, i 45 giri da sette pollici avevano un tempo massimo di riproduzione di soli quattro minuti per lato. In parte come tentativo di competere con l'LP introdotto nel 1948 dalla rivale Columbia, la RCA Victor introdusse i 45 giri "Extended Play" nel 1952. Le loro scanalature più strette, ottenute abbassando i livelli di taglio e la compressione del suono facoltativamente, consentivano loro di contenere fino a 7,5 minuti per lato, ma può comunque essere riprodotto da un fonografo standard a 45 giri. All'inizio le case discografiche pubblicavano l'intero contenuto degli LP come EP a 45 giri. Questi erano solitamente LP da 10 pollici (pubblicati fino alla metà degli anni '50) divisi su due EP da sette pollici o LP da 12 pollici suddivisi su tre EP da sette pollici, venduti separatamente o insieme in copertine apribili. Questa pratica divenne molto meno comune con l'avvento dei fonografi a tripla velocità. Introdotto dalla RCA negli Stati Uniti nel 1952, la EMI pubblicò i primi EP in Gran Bretagna nell'aprile del 1954. Gli EP erano solitamente compilation di singoli o campionatori di album e venivano in genere riprodotti a 45 giri su dischi da sette pollici (18 cm), con due canzoni per lato. La RCA ha avuto successo nel formato con il loro più grande guadagno, Elvis Presley, pubblicando 28 EP di Elvis tra il 1956 e il 1967, molti dei quali hanno superato la classifica separata di Billboard EP durante la sua breve esistenza. Oltre a quelli pubblicati dalla RCA, gli EP erano relativamente rari negli Stati Uniti e in Canada, ma furono ampiamente venduti nel Regno Unito e in alcuni altri paesi europei negli anni '50 e '60. In Svezia l'EP è stato a lungo il formato discografico più popolare, con fino all'85% del mercato alla fine degli anni '50 come EP. Billboard ha introdotto una classifica settimanale degli EP nell'ottobre 1957, osservando che "il mercato degli adolescenti apparentemente domina l'EP business, con sette dei primi 10 EP più venduti con artisti con un forte appeal adolescenziale - quattro set di Elvis Presley, due di Pat Boone e uno di Little Richard". Record Retailer ha stampato una classifica EP nel 1960. The New Musical Express (NME), Melody Maker, Disc and Music Echo e Record Mirror hanno continuato a elencare gli EP nelle rispettive classifiche dei singoli. Quando la BBC e il rivenditore di dischi incaricarono il British Market Research Bureau (BMRB) di compilare una classifica, questa era limitata ai singoli e gli EP scomparivano dagli elenchi. La popolarità degli EP negli Stati Uniti era diminuita nei primi anni '60 a favore degli LP. Nel Regno Unito Cliff Richard e The Shadows, sia individualmente che collettivamente, ei Beatles sono stati gli artisti più prolifici a pubblicare EP negli anni '60, molti dei quali di grande successo. Twist and Shout dei Beatles ha venduto la maggior parte dei singoli per alcune settimane nel 1963. Il successo dell'EP in Gran Bretagna è durato fino al 1967 circa, ma in seguito ha avuto un forte revival con il punk rock alla fine degli anni '70 e l'adattamento del formato per 12" e