Emmanuel Macron

Article

June 30, 2022

Emmanuel Jean-Michel Frédéric Macron ( francese: [emanɥɛl ʒɑ̃ miʃɛl fʁedeʁik makʁɔ̃]; nato il 21 dicembre 1977) è un politico francese, presidente della Francia dal 14 maggio 2017. Nato ad Amiens, Macron ha studiato filosofia all'Università di Parigi Nanterre, completando in seguito un master in affari pubblici presso Sciences Po e laureandosi all'École nationale d'administration nel 2004. Ha lavorato come alto funzionario presso l'Ispettorato generale delle finanze e successivamente è diventato un banchiere di investimento presso Rothschild & Co. Macron è stato nominato vice segretario generale dal presidente François Hollande poco dopo la sua elezione nel maggio 2012, facendo di Macron uno dei consiglieri senior di Hollande. Successivamente è stato nominato ministro dell'Economia, dell'Industria e degli Affari Digitali nel gabinetto francese nell'agosto 2014 dal primo ministro Manuel Valls. In questo ruolo, Macron ha sostenuto una serie di riforme favorevoli alle imprese. Si è dimesso dal governo nell'agosto 2016, lanciando una campagna per le elezioni presidenziali francesi del 2017. Sebbene Macron fosse stato membro del Partito Socialista dal 2006 al 2009, si è candidato alle elezioni sotto la bandiera de La République En Marche!, un movimento politico centrista e europeista da lui fondato nell'aprile 2016. In parte grazie all'affare Fillon, Macron ha superato il ballottaggio al primo turno ed è stato eletto presidente della Francia il 7 maggio 2017 con il 66,1% dei voti al secondo turno, sconfiggendo Marine Le Pen. All'età di 39 anni, Macron è diventato il presidente più giovane della storia francese. Ha nominato Édouard Philippe primo ministro e nelle elezioni legislative francesi del 2017 un mese dopo il partito di Macron, ribattezzato La République En Marche (LREM), si è assicurato la maggioranza nell'Assemblea nazionale. Durante la sua presidenza, Macron ha supervisionato diverse riforme del diritto del lavoro e della tassazione. L'opposizione alle sue riforme, in particolare una proposta di tassa sul carburante, è culminata nelle proteste dei giubbotti gialli del 2018 e in altre proteste. Nel 2020, ha nominato Jean Castex primo ministro dopo le dimissioni di Philippe. Dal 2020, ha guidato la risposta in corso della Francia alla pandemia di COVID-19 e al lancio della vaccinazione.

Primi anni

Emmanuel Jean-Michel Frédéric Macron è nato il 21 dicembre 1977 ad Amiens. È il figlio di Françoise Macron (nata Noguès), un medico, e di Jean-Michel Macron, professore di neurologia all'Università della Piccardia. La coppia ha divorziato nel 2010. Ha due fratelli, Laurent, nato nel 1979 ed Estelle, nato nel 1982. Il primo figlio di Françoise e Jean-Michel è nato morto. L'eredità della famiglia Macron viene fatta risalire al villaggio di Authie in Hauts-de- Francia. Uno dei suoi bisnonni paterni, George William Robertson, era inglese ed era nato a Bristol, nel Regno Unito. I suoi nonni materni, Jean e Germaine Noguès (nata Arribet), provengono dalla città pirenaica di Bagnères-de-Bigorre, Guascogna. Di solito visitava Bagnères-de-Bigorre per visitare sua nonna Germaine, che chiamava "Manette". Macron associa la sua passione per la lettura e le sue tendenze politiche di sinistra a Germaine, che, dopo essere stata educata in modo modesto da padre capostazione e madre domestica, è diventata insegnante e poi preside, ed è morta nel 2013. -famiglia religiosa, Macron fu battezzato cattolico per sua stessa richiesta all'età di 12 anni; oggi è agnostico. Macron ha studiato principalmente presso l'istituto gesuita Lycée la Providence ad Amiens prima che i suoi genitori lo mandassero a finire il suo ultimo anno di scuola presso l'elite Lycée Henri-IV di Parigi, dove ha completato il curriculum di scuola superiore e lo studente universitario programma con un "Bac S, Mention Très bien". Contemporaneamente è stato nominato per il "Concours général" (concorso nazionale più selettivo per le scuole superiori) di letteratura francese e ha conseguito il diploma di pianoforte presso il Conservatorio di Amiens. I suoi genitori lo mandarono a Parigi a causa della loro preoccupazione per il legame che aveva stretto con Brigitte Auzière, un'insegnante sposata con tre figli