Edimburgo

Article

August 10, 2022

Edimburgo ( (ascolta); Scozzese: Edimburgo; Gaelico scozzese: Dùn Èideann [ˈt̪uːn ˈeːtʲən̪ˠ]) è la capitale della Scozia e una delle sue 32 aree comunali. Storicamente parte della contea del Midlothian (intercambiabile nell'Edinburghshire prima del 1921), si trova nel Lothian sulla sponda meridionale del Firth of Forth. Edimburgo è la seconda città più popolosa della Scozia e la settima città più popolosa del Regno Unito. Riconosciuta come capitale della Scozia almeno dal XV secolo, Edimburgo è la sede del governo scozzese, del parlamento scozzese e delle più alte corti scozzesi. Il Palazzo di Holyroodhouse della città è la residenza ufficiale del monarca in Scozia. La città è stata a lungo un centro di educazione, in particolare nei campi della medicina, del diritto scozzese, della letteratura, della filosofia, delle scienze e dell'ingegneria. È il secondo centro finanziario più grande del Regno Unito e le attrazioni storiche e culturali della città l'hanno resa la seconda destinazione turistica più visitata del Regno Unito attirando 4,9 milioni di visite, di cui 2,4 milioni dall'estero nel 2018. Le stime ufficiali della popolazione di Edimburgo sono 488.050 (metà 2016) per la località di Edimburgo, 518.500 (metà 2019) per l'area del consiglio della città di Edimburgo e 1.339.380 (2014) per la regione della città più ampia. Edimburgo si trova nel cuore della regione della città di Edimburgo e della Scozia sudorientale che comprende East Lothian, Edimburgo, Fife, Midlothian, Scottish Borders e West Lothian. La città è la sede annuale dell'Assemblea Generale della Chiesa di Scozia. È sede di istituzioni culturali nazionali come il National Museum of Scotland, la National Library of Scotland e la Scottish National Gallery. L'Università di Edimburgo, fondata nel 1582 e ora una delle tre della città, è al 16° posto nella classifica QS World University per il 2022. La città è anche conosciuta per l'Edinburgh International Festival e il Fringe, quest'ultimo è il più grande annuale del mondo festival internazionale delle arti. I siti storici di Edimburgo includono il Castello di Edimburgo, il Palazzo di Holyroodhouse, le chiese di St. Giles, Greyfriars e Canongate e l'estesa New Town georgiana costruita nel XVIII/XIX secolo. Il centro storico e la città nuova di Edimburgo insieme sono elencati come sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO, che è stato gestito dal patrimonio mondiale di Edimburgo dal 1999.

Etimologia

"Edin", la radice del nome della città, deriva da Eidyn, il nome di questa regione in Cumbric, la lingua celtica brittonica anticamente parlata lì. Il significato del nome è sconosciuto. Il distretto di Eidyn era incentrato sulla roccaforte Din Eidyn, il dun o fortezza di Eidyn. Si ritiene che questa roccaforte fosse situata a Castle Rock, ora sede del Castello di Edimburgo. Eidyn fu conquistata dagli Angli di Bernicia nel VII secolo e successivamente occupata dagli Scozzesi nel X secolo. Quando la lingua si spostò nell'inglese antico della Northumbria, che si evolse in scozzese, il frastuono bretone in Din Eidyn fu sostituito da burh, producendo Edimburgo. Allo stesso modo, din divenne dùn in gaelico scozzese, producendo Dùn Èideann.

Soprannomi

La città è soprannominata affettuosamente Auld Reekie, scozzese per Old Smoky, per i panorami dal paese della Città Vecchia coperta di fumo. Un'osservazione su una poesia in una raccolta del 1800 delle poesie di Allan Ramsay diceva: "Auld Reeky. Un nome che la gente di campagna dà a Edimburgo dalla nuvola di fumo o puzza che è sempre incombente su di essa". Thomas Carlyle disse: "Nuvola di fumo incombe sulla vecchia Edimburgo, poiché, sin dai tempi di Enea Silvio e anche prima, la gente ha l'arte, molto strana per Enea, di bruciare un certo tipo di pietre nere, e Edimburgo con i suoi camini è chiamata "Auld Reekie" dal paese persone." Un personaggio in The Abbot di Walter Scott dice "... laggiù si erge Auld Reekie - potresti vedere il fumo librarsi su di lei a una distanza di venti miglia." Robert Chambers che disse che il soprannome non poteva essere rintracciato prima del regno di Carlo II attribuì il nome a un ladro di Fife,