Discogs

Article

August 11, 2022

Discogs (abbreviazione di discografie) è un sito Web e un database di crowdsourcing di informazioni sulle registrazioni audio, inclusi rilasci commerciali, rilasci promozionali e rilasci bootleg o off-label. Mentre il sito è stato originariamente creato con l'obiettivo di diventare il più grande database online di musica elettronica, il sito ora include uscite di tutti i generi in tutti i formati. Dopo che il database è stato aperto ai contributi del pubblico, la musica rock ha iniziato a diventare il genere più diffuso elencato. Al 12 agosto 2021 Discogs contiene oltre 14,2 milioni di pubblicazioni, di oltre 7,6 milioni di artisti, su oltre 1,3 milioni di etichette, che hanno contribuito da oltre 595.000 account utente contributori, con queste cifre in costante crescita poiché gli utenti aggiungono continuamente pubblicazioni precedentemente non elencate al sito nel tempo. I server Discogs, attualmente ospitati sotto il nome di dominio discogs.com, sono di proprietà di Zink Media, Inc. e si trovano a Portland, Oregon, Stati Uniti.

Storia

Il nome di dominio discogs.com è stato registrato il 30 agosto 2000 e Discogs stesso è stato lanciato nel novembre 2000 dal programmatore, DJ e appassionato di musica Kevin Lewandowski originariamente concepito come un grande database di musica elettronica. database completo di musica elettronica, organizzato attorno ad artisti, etichette e pubblicazioni disponibili nei generi elettronici. Nel 2003, il sistema Discogs è stato completamente riscritto e nel gennaio 2004 ha iniziato a supportare altri generi, a cominciare dall'hip hop. Da allora, si è ampliato per includere rock e jazz nel gennaio 2005 e funk/soul, latino e reggae nell'ottobre dello stesso anno. Nel gennaio 2006 sono stati aggiunti blues e non-musica (ad esempio dischi di commedie, registrazioni sul campo, interviste). La musica classica ha iniziato a essere supportata nel giugno 2007 e nel settembre 2007 sono stati attivati ​​i "generi finali", aggiungendo il supporto per i generi di musica Stage & Screen, Brass & Military, Children's e Folk, World e Country, consentendo di catturare virtualmente ogni singolo tipo di registrazione audio che sia mai stata pubblicata. Il 30 giugno 2004, Discogs ha pubblicato un rapporto affermando di avere 15.788 contributori e 260.789 rilasci. Il 20 luglio 2007 è stato introdotto un nuovo sistema per i venditori sul sito chiamato Market Price History. Ha reso le informazioni disponibili agli utenti che hanno pagato per un abbonamento - sebbene 60 giorni di informazioni fossero gratuiti - l'accesso agli articoli a prezzo passato è stato venduto fino a 12 mesi fa da venditori precedenti che avevano venduto esattamente la stessa versione. Allo stesso tempo, è stata abolita la tariffa di 12 dollari all'anno per gli abbonamenti avanzati, poiché si riteneva che le funzionalità extra dovessero essere rese disponibili a tutti gli abbonati ora che era stato trovato un flusso di entrate diverso da venditori e acquirenti. Nello stesso anno, tutte le funzionalità di accesso a pagamento sono state eliminate e l'uso completo del sito è diventato gratuito, consentendo a tutti gli utenti di visualizzare la cronologia completa dei prezzi di mercato di 12 mesi di ciascun articolo.

Pietre miliari

Discogs pubblica informazioni che indicano il numero di uscite, etichette e artisti attualmente nel suo database, insieme ai suoi contributori: * Master Release: dal 30 aprile 2009 la funzione è stata resa disponibile. † Pagine dei contributori: a metà del 2019 queste pagine erano limitate a mostrare solo i primi 5000 utenti, con il conteggio totale degli utenti reso privato, sebbene la cifra del conteggio totale degli utenti sia stata aggiunta nuovamente all'inizio del 2021 (anche la pagina Chi siamo menziona " Più di 592.000..." hanno contribuito al sito.)

Altri progetti

Discogs ha finora creato altri sei database online, per raccogliere informazioni su argomenti correlati. Anche se solo uno, VinylHub, rimane in uso.

VinylHub

A metà del 2014, è stato avviato un sito Web del progetto secondario chiamato VinylHub per consentire agli utenti di aggiungere informazioni a livello mondiale sui negozi di dischi, tra cui posizione, dettagli di contatto, tipo di articoli che hanno immagazzinato, ecc. Nell'agosto 2020 è stato trasferito come parte del principale Sito Web di Discogs, sotto il sottodominio vinylhub.discogs.com.

Progetti precedenti

Altri cinque dati online