Corona di Castiglia

Article

August 13, 2022

La Corona di Castiglia era un governo medievale nella penisola iberica che si formò nel 1230 a seguito della terza e definitiva unione delle corone e, alcuni decenni dopo, dei parlamenti dei regni di Castiglia e León all'adesione dell'allora castigliano re, Ferdinando III, al vacante trono leonese. Continuò ad esistere come entità separata dopo l'unione personale nel 1469 delle corone di Castiglia e Aragona con il matrimonio dei Re Cattolici fino alla promulgazione dei decreti di Nueva Planta da parte di Filippo V nel 1715. Nel 1492, il viaggio di Cristoforo Colombo e la scoperta delle Americhe furono eventi importanti nella storia della Castiglia. Anche le Indie Occidentali, le Isole e la Terraferma dell'Oceano facevano parte della Corona di Castiglia quando furono trasformate da signorie a regni degli eredi di Castiglia nel 1506, con il Trattato di Villafáfila, e alla morte di Ferdinando il Cattolico. La scoperta dell'Oceano Pacifico, la conquista del Messico, la conquista del Perù e la conquista delle Filippine hanno contribuito a trasformare la Corona di Castiglia in un impero globale nel XVI secolo. Il titolo di "Re di Castiglia" rimase in uso dai sovrani asburgici durante il XVI e il XVII secolo. Carlo I fu re d'Aragona, Maiorca, Valencia e Sicilia, e conte di Barcellona, ​​Rossiglione e Cerdagne, nonché re di Castiglia e León, 1516-1556. All'inizio del XVIII secolo, Filippo di Borbone vinse la guerra di successione spagnola e impose politiche di unificazione sulla Corona d'Aragona, sostenitrice dei suoi nemici. Questo unificò la Corona d'Aragona e la Corona di Castiglia nel regno di Spagna. Anche se i decreti di Nueva Planta non abolirono formalmente la Corona di Castiglia, il paese di (Castiglia e Aragona) fu chiamato "Spagna" sia dai contemporanei che dagli storici.

Storia

Eventi precedenti

Due regni: León e Castiglia

Verso l'unificazione

Il Regno di León nacque dal Regno delle Asturie. Il Regno di Castiglia è apparso inizialmente come una contea del Regno di León. Dalla seconda metà del X secolo alla prima metà dell'XI secolo passò di mano tra León e il Regno di Navarra. Nell'XI secolo divenne un regno a sé stante. I due regni erano stati uniti due volte in precedenza: Dal 1037 al 1065 sotto Ferdinando I di León. Alla sua morte i suoi regni passarono ai suoi figli, León ad Alfonso VI, Castiglia a Sancho II e Galizia a García. Dal 1072 al 1157 sotto Alfonso VI (morto nel 1109), Urraca (morto nel 1126) e Alfonso VII. Dal 1111 al 1126 la Galizia fu separata dall'unione sotto Alfonso VII. Nel 1157 i regni furono divisi tra i figli di Alfonso, con Ferdinando II che ricevette León e Sancho III Castiglia.

Occupazione della Navarra occidentale

Dal 1199 al 1201 sotto Alfonso VIII gli eserciti del re castigliano invasero il Regno di Navarra, annettendo in seguito Álava, Durangaldea e Gipuzkoa, comprese San Sebastián e Vitoria (Gasteiz). Tuttavia, questi territori baschi occidentali hanno visto le loro carte navarresi confermate sotto il dominio castigliano.

Corona di Castiglia dal dominio di Ferdinando III fino all'ascensione di Carlo I

Unione dei due regni sotto Ferdinando III

Ferdinando III ricevette il Regno di Castiglia da sua madre, la regina Berengaria di Castiglia nipote di Sancho III nel 1217, e il Regno di León da suo padre Alfonso IX di León figlio di Ferdinando II nel 1230. Da allora i due regni furono uniti sotto il nome del Regno di León e Castiglia, o semplicemente come la Corona di Castiglia. Ferdinando III in seguito conquistò la Valle del Guadalquivir, mentre suo figlio Alfonso X conquistò il Regno di Murcia da Al-Andalus, estendendo ulteriormente l'area della Corona di Castiglia. Detto questo, i re della Corona di Castiglia tradizionalmente si definivano "Re di Castiglia, León, Toledo, Galizia, Murcia, Jaén, Córdoba, Siviglia e Signore di Biscaglia e Molina", tra gli altri p