Guerra fredda

Article

January 30, 2023

La Guerra Fredda fu un periodo di tensione geopolitica tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica e i loro rispettivi alleati, il blocco occidentale e il blocco orientale, che iniziò dopo la seconda guerra mondiale. Gli storici non sono completamente d'accordo sui suoi punti di inizio e fine, ma generalmente si considera che il periodo vada dalla Dottrina Truman del 1947 (12 marzo 1947) alla dissoluzione dell'Unione Sovietica del 1991 (26 dicembre 1991). Il termine guerra fredda è usato perché non c'erano combattimenti su larga scala direttamente tra le due superpotenze, ma ciascuna supportava i principali conflitti regionali noti come guerre per procura. Il conflitto si basava sulla lotta ideologica e geopolitica per l'influenza globale di queste due superpotenze, in seguito alla loro alleanza temporanea e alla vittoria contro la Germania nazista nel 1945. A parte lo sviluppo dell'arsenale nucleare e il dispiegamento militare convenzionale, la lotta per il dominio è stata espressa attraverso mezzi indiretti come la guerra psicologica, le campagne di propaganda, lo spionaggio, gli embarghi di vasta portata, la rivalità in occasione di eventi sportivi e competizioni tecnologiche come la Space Race. Il blocco occidentale era guidato dagli Stati Uniti e dalle altre nazioni del primo mondo del blocco occidentale che erano generalmente liberaldemocratiche ma legate a una rete di stati autoritari, la maggior parte dei quali erano le loro ex colonie. Il blocco orientale era guidato dall'Unione Sovietica e dal suo Partito Comunista, che aveva un'influenza in tutto il Secondo Mondo. Il governo degli Stati Uniti ha sostenuto i governi di destra e le rivolte in tutto il mondo, mentre il governo sovietico ha finanziato i partiti comunisti e le rivoluzioni in tutto il mondo. Poiché quasi tutti gli stati coloniali raggiunsero l'indipendenza nel periodo 1945-1960, divennero campi di battaglia del Terzo Mondo durante la Guerra Fredda. La prima fase della Guerra Fredda iniziò poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale nel 1945. Gli Stati Uniti ei loro alleati crearono l'alleanza militare della NATO nel 1949 nell'apprensione di un attacco sovietico e definirono la loro politica globale contro l'influenza sovietica di contenimento. L'Unione Sovietica ha formato il Patto di Varsavia nel 1955 in risposta alla NATO. Le principali crisi di questa fase includevano il blocco di Berlino del 1948-1949, la guerra civile cinese del 1927-1949, la guerra di Corea del 1950-1953, la rivoluzione ungherese del 1956, la crisi di Suez del 1956, la crisi di Berlino del 1961 e la crisi dei missili cubani del 1962. Gli Stati Uniti e l'URSS si contendevano l'influenza in America Latina, Medio Oriente e negli stati decolonizzanti dell'Africa e dell'Asia. In seguito alla crisi missilistica cubana, iniziò una nuova fase che vide la scissione sino-sovietica tra Cina e Unione Sovietica complicare i rapporti all'interno della sfera comunista, mentre la Francia, Stato del blocco occidentale, iniziò a chiedere una maggiore autonomia di azione. L'URSS invase la Cecoslovacchia per sopprimere la Primavera di Praga del 1968, mentre gli Stati Uniti sperimentarono disordini interni a causa del movimento per i diritti civili e dell'opposizione alla guerra del Vietnam. Negli anni '60-'70, un movimento internazionale per la pace ha messo radici tra i cittadini di tutto il mondo. Si sono verificati movimenti contro i test sulle armi nucleari e per il disarmo nucleare, con grandi proteste contro la guerra. Negli anni '70, entrambe le parti avevano iniziato a prendere in considerazione la pace e la sicurezza, inaugurando un periodo di distensione che vedeva i colloqui sulla limitazione delle armi strategiche e l'apertura delle relazioni degli Stati Uniti con la Repubblica popolare cinese come contrappeso strategico all'URSS. Un certo numero di regimi marxisti autoproclamati si sono formati nella seconda metà degli anni '70 nel Terzo mondo, tra cui Angola, Mozambico, Etiopia, Cambogia, Afghanistan e Nicaragua. La distensione è crollata alla fine del decennio con l'inizio della guerra sovietico-afghana nel 1979. I primi anni '80 sono stati un altro periodo di elevata tensione. Gli Stati Uniti aumentarono le pressioni diplomatiche, militari ed economiche sull'Unione Sovietica, in un momento in cui già soffriva di stagnazione economica. A metà degli anni '80, il nuovo leader sovietico Mikhail Gorbaciov introdusse le riforme liberalizzanti della glasnost ("apertura", c. 1985)