Capitalismo

Article

January 30, 2023

Il capitalismo è un sistema economico basato sulla proprietà privata dei mezzi di produzione e sul loro funzionamento a scopo di lucro. Le caratteristiche centrali del capitalismo includono l'accumulazione di capitale, mercati competitivi, un sistema di prezzi, proprietà privata e riconoscimento dei diritti di proprietà, scambio volontario e lavoro salariato. In un'economia di mercato capitalista, il processo decisionale e gli investimenti sono determinati dai proprietari di ricchezza, proprietà o capacità di produzione nei mercati dei capitali e finanziari, mentre i prezzi e la distribuzione di beni e servizi sono determinati principalmente dalla concorrenza nei mercati di beni e servizi. , storici, economisti politici e sociologi hanno adottato prospettive diverse nelle loro analisi del capitalismo e ne hanno riconosciuto nella pratica varie forme. Questi includono il laissez-faire o il capitalismo del libero mercato, il capitalismo di stato e il capitalismo del benessere. Diverse forme di capitalismo presentano diversi gradi di libero mercato, proprietà pubblica, ostacoli alla libera concorrenza e politiche sociali sanzionate dallo stato. Il grado di concorrenza nei mercati e il ruolo dell'intervento e della regolamentazione, nonché la portata della proprietà statale, variano tra i diversi modelli di capitalismo. La misura in cui i diversi mercati sono liberi e le regole che definiscono la proprietà privata sono questioni di politica e politica. La maggior parte delle economie capitaliste esistenti sono economie miste che combinano elementi di libero mercato con l'intervento statale e in alcuni casi la pianificazione economica. Le economie di mercato sono esistite sotto molte forme di governo e in molti tempi, luoghi e culture differenti. Le moderne società capitalistiche si sono sviluppate nell'Europa occidentale in un processo che ha portato alla rivoluzione industriale. I sistemi capitalistici con vari gradi di intervento diretto del governo da allora sono diventati dominanti nel mondo occidentale e continuano a diffondersi. La crescita economica è una tendenza caratteristica delle economie capitaliste. I critici del capitalismo sostengono che concentra il potere nelle mani di una classe capitalista minoritaria che esiste attraverso lo sfruttamento della classe operaia maggioritaria e del loro lavoro; privilegia il profitto rispetto al bene sociale, alle risorse naturali e all'ambiente; è un motore di disuguaglianza, corruzione e instabilità economica; è antidemocratico; e che molti non sono in grado di accedere ai suoi presunti benefici e libertà, come investire liberamente. I sostenitori sostengono che fornisce prodotti migliori e innovazione attraverso la concorrenza, promuove il pluralismo e il decentramento del potere, disperde la ricchezza a persone che sono in grado di investire in imprese utili in base alle richieste del mercato, consente un sistema flessibile di incentivi in ​​cui efficienza e sostenibilità sono priorità da proteggere capitale, crea una forte crescita economica e produce produttività e prosperità di grande beneficio per la società.

Etimologia

Il termine "capitalista", che significa proprietario di capitale, appare prima del termine "capitalismo" e risale alla metà del XVII secolo. "Capitalismo" deriva da capitale, che si è evoluto da capitale, una parola tardo latina basata su caput, che significa "testa" - che è anche l'origine di "chattel" e "bestiame" nel senso di beni mobili (solo molto più tardi a riferirsi solo al bestiame). Capitale è emerso nei secoli XII-XIII per riferirsi a fondi, scorte di merci, somma di denaro o denaro che porta interessi.: 232  Nel 1283, era usato nel senso dei beni capitali di una società commerciale ed era spesso scambiato con altri parole: ricchezza, denaro, fondi, beni, beni, proprietà e così via.: 233 L'Hollantse (tedesco: holländische) Mercurius usa "capitalisti" nel 1633 e nel 1654 per riferirsi ai proprietari di capitale.: 234  In francese, Étienne Clavier si riferiva to capitalistes nel 1788, sei anni prima del suo primo uso inglese registrato da Arthur Young nella sua opera Travels in France (1792). Nei suoi Principi di economia politica e tassazione (1817), David Ricardo si riferiva molte volte al "capitalista". Il poeta inglese Samuel Taylor Coleridge usava "capitalista"