bitio

Article

December 2, 2022

Bitium era uno sviluppatore del servizio cloud Bitium, che forniva single sign-on e gestione delle identità per applicazioni basate su cloud SaaS (Software as a Service) prima della sua fusione in Google Cloud. Bitium consente agli utenti finali di accedere a tutti i loro account software cloud utilizzando un unico set di credenziali di accesso. Il prodotto può integrarsi con le app cloud utilizzando SAML per una maggiore sicurezza. Bitium consente inoltre alle aziende di estendere la loro directory esistente strutturata alle app cloud. Bitium può integrarsi con Active Directory, LDAP, HRIS, Google Apps e altre directory locali per consentire l'accesso e il controllo centralizzati degli utenti. Bitium è supportato dalla società di venture capital Polaris Partners ed è uno dei primi laureati dell'acceleratore Amplify.LA. L'ufficio aziendale si trova in un edificio che era l'ex studio dell'artista Richard Diebenkorn. Bitium è stato presentato su CIO.com, Forbes.com e Business2Community.com.

Acquisizione

Il 26 settembre 2017, Google Cloud ha annunciato di aver acquisito Bitium, un passo avanti verso una migliore gestione dei servizi clienti cloud di livello aziendale all'interno di un'organizzazione, attraverso l'integrazione di funzionalità come l'impostazione dei livelli di sicurezza e dei criteri di accesso per le applicazioni. Alla fine di settembre 2018 Bitium ha annunciato che avrebbe chiuso tutti gli account per i clienti al di fuori degli Stati Uniti, del Canada o del Messico alla fine del 2018. Bitium è stato completamente fuso con Google Cloud e ha cessato di esistere nel 2019. Tuttavia, parte della sua tecnologia è ancora utilizzata da Google.

Vedi anche

Elenco delle implementazioni Single Sign-On

Riferimenti

Collegamenti esterni

Sito ufficiale Partner Polaris