Vescovo di Bath e Wells

Article

August 14, 2022

Il vescovo di Bath and Wells è a capo della diocesi della Chiesa d'Inghilterra di Bath and Wells nella provincia di Canterbury in Inghilterra. L'attuale diocesi copre la stragrande maggioranza della contea (cerimoniale) del Somerset e una piccola area del Dorset. La sede vescovile si trova nella chiesa cattedrale di Sant'Andrea nella città di Wells nel Somerset. Il vescovo è uno dei due (l'altro è il vescovo di Durham) che scortano il sovrano all'incoronazione. La sede è vacante in seguito al ritiro nel maggio 2021 di Peter Hancock; Ruth Worsley, vescovo di Taunton, è vescovo diocesano dal 1° settembre 2020, quando Hancock ha preso il congedo per malattia. La residenza del vescovo è The Palace, Wells. Alla fine del 2013 i Commissari della Chiesa hanno annunciato che stavano acquistando l'Old Rectory, un edificio di interesse storico culturale a Croscombe per la residenza del Vescovo. Tuttavia questa decisione è stata ampiamente osteggiata, anche dalla Diocesi, e nel maggio 2014 è stata ribaltata da un comitato del Consiglio arcivescovile.

Storia

Somerset originariamente passò sotto l'autorità del vescovo di Sherborne, ma Wells divenne la sede del proprio vescovo di Wells dal 909. Il re William Rufus concesse Bath a un medico reale, Giovanni di Tours, vescovo di Wells e abate di Bath, che era permesso di spostare la sua sede episcopale per Somerset da Wells a Bath nel 1090, diventando così il primo vescovo di Bath. Progettò e iniziò una chiesa molto più grande come sua cattedrale, alla quale era annesso un priorato, con accanto il palazzo vescovile. Nel 1197 il vescovo Savaric FitzGeldewin trasferì ufficialmente la sua sede nell'Abbazia di Glastonbury con l'approvazione di papa Celestino III. Tuttavia, i monaci non accettarono il loro nuovo Vescovo di Glastonbury e il titolo di Vescovo di Bath e Glastonbury fu utilizzato fino a quando la pretesa di Glastonbury non fu abbandonata nel 1219. Il suo successore, Jocelin di Wells, tornò quindi a Bath, sempre sotto il titolo, Vescovo di Bath. Il titolo episcopale ufficiale divenne Vescovo di Bath and Wells con una sentenza papale del 3 gennaio 1245. Nel XV secolo l'abbazia di Bath era gravemente in rovina. Oliver King, vescovo di Bath e Wells, decise nel 1500 di ricostruirlo su scala ridotta. La nuova chiesa abbaziale fu completata pochi anni prima che Bath Priory fosse sciolto nel 1539. Allora Enrico VIII considerò questa nuova chiesa superflua e fu offerta alla gente di Bath per formare la loro chiesa parrocchiale; ma non lo comprarono, e fu spogliato del suo vetro e del piombo. L'ultimo vescovo in comunione con Roma fu privato nel 1559 ma la successione dei vescovi è continuata fino ai giorni nostri. La diocesi e l'episcopato fanno oggi parte della Comunione anglicana.

Nella cultura popolare

Un vescovo immaginario con questo titolo appare nella commedia televisiva della BBC Blackadder, in cui il vescovo è ritratto come un pervertito obeso, blasfemo e confesso che mangia i bambini. Altri sono menzionati in almeno due scenette di Monty Python e un'altra ancora nella commedia radiofonica della BBC Absolute Power. Il lavoro di Neil Gaiman del 2008 The Graveyard Book presenta un personaggio chiamato Bishop of Bath and Wells – fa parte di un trio di ghoul che portano via il personaggio principale. Ralph di Shrewsbury, vescovo di Bath e Wells, appare come un personaggio nel romanzo fantasy del 1994 Il drago, il conte e il troll, di Gordon Dickson.

Elenco dei vescovi

Vescovi pre-riforma

Vescovi durante la Riforma

Vescovi post-riforma

Vescovi assistenti

Tra coloro che hanno servito come vescovi ausiliari della diocesi ci sono: 4 ottobre 1852 – 10 maggio 1853 (ris.): George Spencer, commissario durante la malattia di Bagot ed ex vescovo a Madras fine degli anni 1860 (malattia di Eden): James Chapman, vescovo coadiutore, rettore di Wootton Courtenay, prebendatario di Wells ed ex vescovo di Colombo 1891-1900: Charles Bromby, ex vescovo della Tasmania (ha vissuto a Clifton con suo figlio) 1931 – 1942 (d.): Charles de Salis, arcidiacono di Taunton fino al 1938, ed ex vescovo di Taunton 1940 – 1943 (ris.): Edmund Sara, fo