Betty Shabazz

Article

June 30, 2022

Betty Shabazz (nata Betty Dean Sanders; 28 maggio 1934 – 23 giugno 1997), nota anche come Betty X, è stata un'educatrice e sostenitrice dei diritti civili americana. Era sposata con Malcolm X. Shabazz è cresciuta a Detroit, nel Michigan, dove i suoi genitori adottivi l'hanno ampiamente protetta dal razzismo. Ha frequentato il Tuskegee Institute in Alabama, dove ha avuto i suoi primi incontri con il razzismo. Insoddisfatta della situazione in Alabama, si trasferì a New York, dove divenne infermiera. Fu lì che incontrò Malcolm X e, nel 1956, si unì alla Nation of Islam. La coppia si sposò nel 1958. Insieme a suo marito, Shabazz ha lasciato la Nation of Islam nel 1964. Ha assistito al suo assassinio l'anno successivo. Lasciato con la responsabilità di crescere sei figlie come vedova, Shabazz ha proseguito gli studi superiori e è andato a lavorare al Medgar Evers College di Brooklyn, New York. Dopo l'arresto nel 1995 di sua figlia Qubilah con l'accusa di aver cospirato per uccidere Louis Farrakhan, Shabazz ha accolto suo nipote di dieci anni Malcolm. Nel 1997, ha dato fuoco al suo appartamento. Shabazz ha riportato gravi ustioni ed è morta tre settimane dopo a causa delle ferite riportate.

Primi anni

Betty Dean Sanders è nata il 28 maggio 1934 da Ollie Mae Sanders e Shelman Sandlin. Sandlin aveva 21 anni e Ollie Mae Sanders era un adolescente; la coppia non era sposata. Per tutta la vita, Betty Sanders ha sostenuto di essere nata a Detroit, nel Michigan, ma i primi documenti, come le trascrizioni delle scuole superiori e del college, mostrano Pinehurst, in Georgia, come il suo luogo di nascita. Le autorità della Georgia e del Michigan non sono state in grado di individuare il suo certificato di nascita. Secondo la maggior parte dei resoconti, Ollie Mae Sanders ha abusato di Betty Sanders, che stava crescendo a Detroit. Quando Betty aveva circa 11 anni, fu accolta da Lorenzo e Helen Malloy, un importante uomo d'affari e sua moglie. Helen Malloy era un membro fondatore della Housewives League di Detroit, un gruppo di donne afroamericane che organizzavano campagne per sostenere le imprese di proprietà dei neri e boicottare i negozi che si rifiutavano di assumere dipendenti neri. È stata anche membro del Consiglio Nazionale delle Donne Nere e del NAACP. I Malloy erano entrambi membri attivi della loro chiesa episcopale metodista africana locale Betel. Nonostante le loro lezioni sull'autosufficienza dei neri, i Malloy non parlarono mai con Sanders di razzismo. Guardando indietro nel 1995, Shabazz scrisse: "Le relazioni razziali non sono state discusse e si sperava che negando l'esistenza di problemi razziali, i problemi sarebbero scomparsi. Chiunque abbia discusso apertamente delle relazioni razziali è stato rapidamente visto come un 'problema'". , due rivolte razziali durante la sua infanzia, nel 1942, quando il progetto abitativo Sojourner Truth fu desegregato, e una l'anno successivo a Belle Isle, costituirono quello che Shabazz in seguito chiamò il "background psicologico per i miei anni formativi".

anni giovani adulti

Dopo essersi diplomata al liceo, Sanders ha lasciato la casa dei suoi genitori adottivi a Detroit per studiare al Tuskegee Institute (ora Tuskegee University), un college storicamente nero in Alabama che era l'alma mater di Lorenzo Malloy. Aveva intenzione di conseguire una laurea in educazione e diventare un'insegnante. Quando ha lasciato Detroit per andare in Alabama, sua madre adottiva stava piangendo alla stazione ferroviaria. Shabazz in seguito ha ricordato che Malloy stava cercando di borbottare qualcosa, ma le parole non sarebbero uscite. Quando è arrivata in Alabama, sentiva di sapere cosa stava dicendo la sua madre adottiva. "Nel momento in cui sono sceso dal treno, ho capito cosa stava cercando di dire. Stava cercando di dirmi in dieci parole o meno sul razzismo". Niente aveva preparato Sanders al razzismo del sud. Finché fosse rimasta nel campus, avrebbe potuto evitare di interagire con i bianchi, ma i viaggi di fine settimana a Montgomery, la città più vicina, avrebbero messo alla prova la sua pazienza. Gli studenti neri dovevano aspettare che ogni persona bianca in un negozio fosse stata aiutata prima che il personale li servisse, se ricevevano un qualsiasi servizio. Quando si è lamentata con i Malloy, si sono rifiutati di discutere la questione; in un'intervista del 1989, Shab