Battaglia di Lewes

Article

May 19, 2022

La battaglia di Lewes fu una delle due principali battaglie del conflitto conosciute come la seconda guerra dei baroni. Si svolse a Lewes nel Sussex, il 14 maggio 1264. Segnò l'apice della carriera di Simon de Montfort, 6° conte di Leicester, e lo rese il "re senza corona d'Inghilterra". Enrico III lasciò la sicurezza del castello di Lewes e del priorato di St. Pancras per ingaggiare in battaglia i baroni e inizialmente ebbe successo, suo figlio, il principe Edoardo, sbaragliò parte dell'esercito baronale con una carica di cavalleria. Tuttavia, Edward inseguì la sua preda fuori dal campo di battaglia e lasciò scoperti gli uomini di Henry. Henry fu costretto a lanciare un attacco di fanteria su Offham Hill dove fu sconfitto dagli uomini dei baroni che difendevano la cima della collina. I realisti fuggirono di nuovo al castello e al priorato e il re fu costretto a firmare la Mise of Lewes, cedendo molti dei suoi poteri a Montfort.

Sfondo

Enrico III era un monarca impopolare a causa del suo stile autocratico, delle manifestazioni di favoritismo e del suo rifiuto di negoziare con i suoi baroni. I baroni alla fine imposero a Henry una riforma costituzionale nota come Provisions of Oxford che prevedeva un incontro triennale guidato da Simon de Montfort per discutere di questioni di governo. Henry ha cercato di sfuggire alle restrizioni delle disposizioni e ha chiesto a Luigi IX di Francia di arbitrare nella controversia. Louis fu d'accordo con Henry e annullò le disposizioni. Montfort si arrabbiò per questo e si ribellò contro il re insieme ad altri baroni nella seconda guerra dei baroni. La guerra inizialmente non fu combattuta apertamente, ciascuna parte fece un giro del paese per raccogliere sostegno per il proprio esercito. Una serie di massacri di ebrei a Worcester, Londra, Canterbury e in altre città furono condotti dagli alleati di Montfort. Entro maggio le forze del re avevano raggiunto Lewes dove intendevano fermarsi per un po' per consentire ai rinforzi di raggiungerli. Il re si accampò a St. Pancras Priory con una forza di fanteria, ma suo figlio, il principe Edoardo (poi re Edoardo I), comandò la cavalleria al castello di Lewes 500 iarde (460 m) a nord. De Montfort si avvicinò al re con l'intenzione di negoziare una tregua o, in mancanza, di trascinarlo in aperta battaglia. Il re rifiutò i negoziati e de Montfort trasferì i suoi uomini da Fletching a Offham Hill, un miglio a nord-ovest di Lewes, in una marcia notturna che sorprese le forze realiste.

Distribuzione

L'esercito monarchico era grande fino al doppio di quello di de Montfort. Henry deteneva il comando del centro, con il principe Edoardo, William de Valence, 1° conte di Pembroke, e John de Warenne, 6° conte di Surrey, a destra; e Riccardo, 1° conte di Cornovaglia, e suo figlio, Enrico d'Almain, a sinistra. I baroni detenevano il terreno più elevato, che dominava Lewes e avevano ordinato ai loro uomini di indossare croci bianche come emblema distintivo. De Montfort divise le sue forze in quattro parti, dando a suo figlio, Henry de Montfort il comando di un quarto; Gilbert de Clare con John FitzJohn e William di Montchensy un altro; una terza parte composta da londinesi fu posta sotto Nicholas de Segrave mentre lo stesso de Montfort guidava il quarto quarto con Thomas of Pelveston.

Battaglia

Le forze baronali iniziarono la battaglia con un attacco a sorpresa all'alba contro i raccoglitori inviati dalle forze realiste. Il re allora fece la sua mossa. Edward guidò una carica di cavalleria contro i londinesi di Segrave, posti a sinistra della linea baronale, che li fece fuggire e correre al villaggio di Offham. Edward ha inseguito il suo nemico per circa quattro miglia, lasciando il re senza supporto. Henry è stato costretto a lanciare un attacco con le sue divisioni di centro e destra direttamente su Offham Hill nella linea baronale che li aspettava sulla difensiva. La divisione della Cornovaglia vacillò quasi immediatamente, ma gli uomini di Henry continuarono a combattere fino a quando non furono costretti a ritirarsi dall'arrivo degli uomini di de Montfort che erano stati tenuti come riserva baronale. Gli uomini del re furono costretti a scendere dalla collina e a Lewes dove si impegnarono in una ritirata di combattimento verso il castello e priorato. Edward tornò con i suoi stanchi cavalieri e lanciò un contrattacco ma dopo averlo localizzato