Air Force One

Article

August 15, 2022

Air Force One è il segnale di chiamata ufficiale del controllo del traffico aereo per un aereo dell'aeronautica statunitense che trasporta il presidente degli Stati Uniti. Nel linguaggio comune, il termine è usato per indicare un aereo dell'aeronautica statunitense modificato e utilizzato per trasportare il presidente e una metonimia per l'aereo presidenziale principale, VC-25, sebbene possa essere usato per riferirsi a qualsiasi aereo dell'aeronautica militare su cui viaggia il presidente. L'idea di designare aerei militari specifici per trasportare il presidente è nata durante la seconda guerra mondiale quando i consiglieri militari del dipartimento della guerra erano preoccupati per il rischio di utilizzare le compagnie aeree commerciali per i viaggi presidenziali. Un C-54 Skymaster è stato poi convertito per uso presidenziale; soprannominata la Vacca Sacra, portò il presidente Franklin D. Roosevelt alla Conferenza di Yalta nel febbraio 1945 e fu utilizzata per altri due anni dal presidente Harry S. Truman. Il segnale di chiamata "Air Force One" fu creato nel 1953, dopo una costellazione Lockheed che trasportava il presidente Dwight D. Eisenhower è entrato nello stesso spazio aereo di un volo di una compagnia aerea commerciale utilizzando lo stesso numero di volo. Dall'introduzione del SAM 26000 nel 1962, il principale aereo presidenziale ha portato la livrea distintiva progettata da Raymond Loewy. Altri velivoli designati come Air Force One hanno incluso un altro Lockheed Constellation, Columbine III, tre Boeing 707, introdotti negli anni '60 e '70, e gli attuali Boeing VC-25A. Dal 1990, la flotta presidenziale è composta da due Boeing 747-200B (VC-25A) altamente personalizzati. L'USAF ha ordinato a due Boeing 747-8 di servire come prossimo aereo presidenziale con la designazione VC-25B.

Storia

Sfondo

L'11 ottobre 1910, Theodore Roosevelt divenne il primo presidente degli Stati Uniti a volare su un aereo, uno dei primi Wright Flyer da Kinloch Field vicino a St. Louis, nel Missouri. Non era più in carica in quel momento, essendo stato sostituito da William Howard Taft. L'occasione del record fu un breve sorvolo della folla a una fiera della contea, ma fu comunque l'inizio del viaggio aereo presidenziale. Prima della seconda guerra mondiale, i viaggi presidenziali all'estero e attraverso il paese erano rari. La mancanza di telecomunicazioni wireless e di mezzi di trasporto disponibili rendeva impraticabile il viaggio a lunga distanza, poiché impiegava troppo tempo e isolava il presidente dagli eventi a Washington, DC Le ferrovie erano un'opzione più sicura e affidabile se il presidente avesse bisogno di viaggiare in stati lontani . Alla fine degli anni '30, con l'arrivo di aerei come il Douglas DC-3, un numero crescente di cittadini statunitensi considerava il trasporto aereo dei passeggeri un mezzo di trasporto ragionevole. Aerei interamente in metallo, motori più affidabili e nuovi aiuti radio alla navigazione avevano reso i viaggi delle compagnie aeree commerciali più sicuri e convenienti. Le compagnie di assicurazione sulla vita hanno persino iniziato a offrire polizze assicurative ai piloti di linea, anche se a tariffe stravaganti, e molti viaggiatori commerciali e funzionari governativi hanno iniziato a utilizzare le compagnie aeree preferendo i viaggi in treno, soprattutto per i viaggi più lunghi.

Primo aereo presidenziale

Franklin D. Roosevelt è stato il primo presidente a volare su un aereo mentre era in carica. Il primo aereo ottenuto specificamente per i viaggi presidenziali fu un anfibio Douglas Dolphin consegnato nel 1933 che fu designato RD-2 dalla US Navy e basato presso la base navale di Anacostia DC Il Dolphin fu modificato con tappezzeria di lusso per quattro passeggeri e un piccolo letto separato vano. L'aereo rimase in servizio come trasporto presidenziale dal 1933 al 1939. Non ci sono notizie, tuttavia, sul fatto che il presidente abbia effettivamente volato nell'aereo. Durante la seconda guerra mondiale, Roosevelt ha viaggiato sul Dixie Clipper, un Boeing 314 con equipaggio della Pan Am alla Conferenza di Casablanca del 1943 in Marocco, un volo che ha coperto 5.500 miglia (8.890 km) in tre gambe. La minaccia dei sottomarini tedeschi durante la Battaglia dell'Atlantico ha reso il viaggio aereo il metodo preferito di trasporto transatlantico VIP. Preoccupato di affidarsi alle compagnie aeree commerciali per