Elezioni presidenziali colombiane del 2022

Article

June 27, 2022

Le elezioni presidenziali si terranno in Colombia il 29 maggio 2022. Se nessun candidato ottiene la maggioranza dei voti, si terrà un secondo turno di votazioni in una data successiva. Il presidente in carica Iván Duque non è idoneo per un secondo mandato.

Sistema elettorale

I presidenti colombiani sono eletti per quattro anni utilizzando un sistema a due turni; se nessun candidato ottiene la maggioranza dei voti al primo turno, si tiene un ballottaggio tra i primi due candidati. Il Vice Presidente è eletto con lo stesso biglietto del Presidente. I presidenti sono limitati a un solo mandato di quattro anni e l'articolo 191 della costituzione richiede che i candidati siano colombiani di nascita e abbiano almeno trent'anni. In linea con la costituzione, hanno diritto di voto i cittadini colombiani per nascita o per naturalizzazione, dai diciotto anni in su. Diversi scenari possono causare la perdita del diritto di voto, come delineato nella costituzione. I cittadini nei centri di detenzione possono votare dagli istituti determinati dal Registro Civile Nazionale. L'iscrizione allo stato civile non è automatica e i cittadini devono recarsi presso l'ufficio regionale dell'Anagrafe per registrarsi. La legge n. 2 del 2015 ha stabilito che al secondo classificato alle elezioni presidenziali venga assegnato un seggio al Senato e il loro vicepresidente candidato diventerà un membro della Camera dei rappresentanti.

Registrazione dei candidati

Per essere accettati come candidati, i candidati devono avere il sostegno di un partito politico riconosciuto per candidarsi come candidato ufficiale o raccogliere un numero minimo di firme per candidarsi come candidati indipendenti. Il Registro nazionale ha confermato che il numero minimo di firme richieste era 580.620, pari al 3% del totale dei voti validi alle elezioni presidenziali colombiane del 2018, e che dovevano essere consegnate all'anagrafe entro il 17 dicembre 2021. Il 17 dicembre il Il registro nazionale ha confermato che sette pre-candidati hanno consegnato il numero necessario di firme: Alejandro Char, Rodolfo Hernández, Federico Gutiérrez, Alejandro Gaviria, Luis Pérez, Roy Barreras e Juan Carlos Echeverry. Di questi sette pre-candidati, Char, Gutiérrez e Gaviria hanno accettato l'approvazione dei partiti politici, aggirando così la necessità di candidarsi come indipendenti, mentre Barreras ed Echeverry hanno successivamente deciso di abbandonare la corsa presidenziale. Ciò ha lasciato Hernández e Pérez come gli unici candidati indipendenti in gara.

Candidati

Riepilogo dei candidati

I seguenti candidati si sono iscritti all'Anagrafe Nazionale dello Stato Civile e compariranno nella votazione del primo turno.

Patto storico per la Colombia

Il Patto storico per la Colombia (in spagnolo: Pacto Histórico por Colombia) è una coalizione di politici di sinistra, progressisti e indigeni. Cinque pre-candidati in rappresentanza di sei partiti o movimenti politici hanno annunciato che si sarebbero candidati alle elezioni presidenziali unificate per la coalizione. Il candidato è stato scelto con votazione pubblica il 13 marzo 2022. I candidati erano: Gustavo Petro, senatore, ex sindaco di Bogotà e secondo classificato alle elezioni presidenziali colombiane del 2018 (Humane Colombia; Unione Patriottica) Francia Márquez, attivista afrocolombiano per i diritti umani e l'ambiente (Polo Democratico Alternativo) Camilo Romero, ex governatore di Nariño (Greens for Change) Arelis Uriana, leader della comunità Wayuu (Movimento Indigeno e Sociale Alternativo) Alfredo Saade (Full Democratic Alliance) Gustavo Petro è stato annunciato come il vincitore del voto pubblico e sarà il candidato della coalizione del Patto Storico per la Colombia alle elezioni presidenziali.

Coalizione Centro Speranza

La Hope Center Coalition (in spagnolo: Coalición Centro Esperanza), precedentemente nota come Coalition of Hope (in spagnolo: Coalición de la Esperanza) fino al 28 novembre 2021, è una coalizione di politici di centro e centrosinistra. Cinque pre-candidati hanno annunciato che si sarebbero candidati alle elezioni come presidente unificato