Elezioni parlamentari norvegesi sami del 2013

Article

May 19, 2022

Le elezioni parlamentari norvegesi dei Sami del 2013 si sono svolte il 9 settembre 2013, contemporaneamente alle elezioni parlamentari norvegesi del 2013. Tutti i 39 seggi del parlamento norvegese Sámi, il Sámediggi, erano in palio per le elezioni. L'elezione ha portato a un parlamento sospeso, con Aili Keskitalo dell'Associazione norvegese Sámi che ha assunto la presidenza attraverso una coalizione di minoranza.

Sfondo

Le elezioni del parlamento sami si tengono contemporaneamente alle elezioni del parlamento norvegese. Gli elettori eleggono un totale di 39 rappresentanti da sette collegi elettorali totali. L'elezione si è svolta il 9 settembre 2013 in comunità con più di 30 cittadini nelle liste elettorali, le comunità con meno di 30 iscritti richiedono ai propri cittadini di votare in anticipo tra il 1 luglio e il 6 settembre 2013. Possono votare coloro che hanno più di 18 anni di età, compresi quelli che compiono 18 anni entro la fine dell'anno elettorale. Gli elettori vengono inseriti nelle liste elettorali del parlamento sami, che richiede che le persone soddisfino determinati criteri e la registrazione individuale. Prima delle elezioni, la coalizione di governo era tra il partito laburista, Árja e Åarjel-Saemiej Gielh.

Candidati presidenziali

Il partito laburista ha nominato Vibeke Larsen, l'Associazione norvegese Sámi ha nominato Aili Keskitalo, Arja ha nominato Láilá Susanne Vars e il Partito del progresso ha nominato Aud Martinsen. Il partito di centro nominerebbe Helge Guttormsen, ma finì senza seggi. Larsen fu scelto al posto di Mariann Wollmann Magga per essere il candidato alla presidenza del partito laburista. Wollmann Magga aveva un biglietto congiunto con Johan Vasara come vicepresidente. Per il vicepresidente, il partito laburista aveva quattro candidati che contestavano la nomina del partito: Jørn Are Gaski, John Kappfjell, Johan Vasara e Ronny Wilhelmsen. Dopo tre round, Vasara ha sconfitto Wilhelmsen 12–9. Willy Ørnebakk, che in precedenza aveva manifestato il suo interesse a candidarsi come candidato del partito laburista, si è ritirato e si è dimesso dal partito. Ørnebakk ha citato una certa cultura all'interno del partito laburista che lo aveva portato a sentirsi insicurezza come potenziale presidente.

Campagna

NRK Sápmi ha tenuto dibattiti tra i vari candidati alla presidenza, il 21 agosto 2013 si è tenuto un incontro online a quattro partiti con Vibeke Larsen (Partito laburista), Laila Susanne Vars (Árja), Aili Keskitalo (NSR) e Helge Guttormsen (Sp) tutti partecipanti. Tra gli argomenti discussi c'erano: estrazione di risorse Sámi e sviluppo delle infrastrutture, investimenti culturali, promozione della lingua, allevamento di renne, potenziali partner della coalizione e istruzione. I candidati sindacali e di Árja hanno dichiarato la loro opposizione alla collaborazione con il Partito del progresso a causa della posizione del partito sull'abolizione del parlamento , indicando contemporaneamente la propria disponibilità a collaborare con tutte le altre parti. Il candidato del Centro ha affermato che il Partito del progresso non sarebbe stato un fattore importante nella costruzione di una coalizione e ha indicato il proprio interesse per una coalizione rosso-verde. Il popolo di North Calotte ha evidenziato la propria attenzione alla cultura, all'industria e alla vicinanza alla natura, oltre a evidenziare un bisogno per un equilibrio tra la cultura norvegese, sami e kven. Per la prima volta, l'elenco delle persone di Calotte del Nord sarebbe stato presentato per un collegio elettorale del sud, essendo stato precedentemente pubblicato solo nel nord. Il popolo di North Calotte ha espresso il proprio interesse per la trasformazione del parlamento Sámi in un parlamento congiunto Sámi e Kven. Vibeke Larsen del Partito Laburista ha espresso la sua opposizione alla proposta, evidenziando la distinzione culturale tra il popolo Kven e i Sami, suggerendo in alternativa che i Kven dovrebbero istituire il proprio parlamento. La leader parlamentare Sámi del Partito Conservatore Anne-Marit Eira ha indicato il suo sostegno avanti dal capitolo dei giovani Unge Høyre per chiudere il Parlamento Sámi in cambio di posti riservati nello Storting. Tuttavia, la proposta è stata contestata dai membri all'interno del partito, come il secondo vice leader Bent Høie, che ha affermato che c'era ancora bisogno di una sepa