Z totale Cheng orizzontale

Article

June 30, 2022

Zheng Chenggong (cinese 鄭成功 / 郑成功, Pinyin Zhèng Chénggōng, Tongyong Pinyin Jhèng Chénggong, W.-G. Cheng Ch'eng-kung, Pe̍h-ōe-jī Tēⁿ Sêng-kong; giapponese Tei Seikō), per lo più anche Koxinga (cinese國姓爺 / 国姓爷, Pinyin Guóxìngyé, Tongyong Pinyin Gúosìngyé, Pe̍h-ōe-jī Kok-sèng-iâ/Kok-sìⁿ-iâ; giapponese Kokusen'ya, * agosto 1624 a Hirado, Giappone, † 23 giugno 1662 a Tainan , Taiwan) è stato un comandante dell'esercito e corsaro durante la transizione dalle dinastie cinesi Ming a Qing. Poco prima della sua morte, fondò il regno di Dongning a Taiwan.

Nomi

Cognome assegnato dall'imperatore come ricompensa: Zhu (朱. Zhu era il cognome dell'imperatore Ming, ricevere il cognome imperiale era una distinzione speciale paragonabile all'essere ammessi nella famiglia imperiale. Assegnato dal principe di Tang (noto anche come "Imperatore Longwu") della dinastia Ming meridionale) Nome comune: Koxinga o Coxinga è la versione della lettura giapponese Kokusen'ya usata nei documenti olandesi del suo epiteto cinese Guóxìngyé (國姓爺, "signore dal cognome imperiale"). Nome di nascita: Zheng Sen (鄭森, Zhèng Sēn) Nome d'infanzia: Fukumatsu (福松; il nome di Zheng quando viveva in Giappone da bambino) Nome in scadenza: Damu (大木, Dàmù) Nome ufficiale: principe della prefettura di Yanping e grande generale per la lotta ai nemici dell'imperatore (延平郡王招討大將軍), conferito dal principe Gui (桂王) della dinastia Ming meridionale

Vita

Infanzia

I genitori di Zheng Chenggong erano Zheng Zhilong (鄭芝龍, Zhèng Zhīlóng, † 1661), un mercante e pirata cinese, e la donna giapponese Tagawa Matsu (giapponese田川松 o cinese翁氏, Pinyin Wēngshì, * 1601 † 1646). Nacque nell'agosto del 1624 nella piccola isola di Hirado, ora parte della prefettura di Nagasaki, in Giappone, e vi visse fino all'età di sette anni. Poi è tornato a Quanzhou, in Cina, nella provincia del Fujian, con i suoi genitori.

Padre

Suo padre Zheng Zhilong era figlio di un funzionario minorenne che andò a Macao per fare affari con gli europei. Fu battezzato e compare spesso nelle fonti occidentali con il nome di Nicholas Iquan Gaspard, o abbreviato in Quon, Iquon, Iquam, Equan, ecc. Nel 1625 fondò la Shibazhi (十八芝), un'associazione di 18 persone che usavano tutte il carattere zhi (芝) nel loro nome e dedito sia al commercio che alla pirateria. Per un certo periodo cooperò con la Compagnia Olandese delle Indie Orientali e attaccò duramente le navi dei Ming meridionali, indeboliti dai combattimenti con i Manchu (Qing) che avanzavano da nord. Nel 1628, tuttavia, i Ming lo conquistarono e lo nominarono comandante della flotta Ming. Negli anni successivi riuscì ad espandere ulteriormente la sua influenza e ricchezza attraverso il commercio, il contrabbando e la pirateria.

Aumento

Nel 1644, i Ming persero Pechino a causa dei ribelli guidati da Li Zicheng. Dopo che l'imperatore Chongzhen si impiccò, il generale Ming Wu Sangui chiamò i Manchu, che erano diventati una formidabile potenza militare negli ultimi decenni, e riconquistò la città. Non interessati a ripristinare il dominio Ming, i Manciù insediarono la propria dinastia, i Qing, come nuovi governanti della Cina. Tuttavia, il dominio Qing sulla Cina era inizialmente molto limitato a una regione specifica e vari principi Ming cercarono di affermarsi come contro-imperatori, specialmente a sud del fiume Yangtze. Uno di questi, Longwu, riuscì a stabilirsi intorno a Fuzhou nel 1645 con l'aiuto di Zheng Zhilong. L'anno successivo, tuttavia, fu tradito dai Qing e ucciso da Zheng, che ritirò le sue truppe da Fuzhou. Tuttavia, poiché diffidavano di lui, lo presero come un