Colonia penale in Australia

Article

May 16, 2022

Il termine colonia di detenuti Australia è comune per designare l'inizio dell'Australia. Nell'ex colonia dell'Australia c'erano diverse colonie di detenuti prima a Sydney e nel successivo New South Wales, un "ramo" di Sydney sull'isola di Norfolk, anche in Tasmania, poi "Van Diemen's Land" e verso la fine delle spedizioni dei detenuti del 1851-1868 nell'Australia occidentale. La spedizione e lo spostamento dei detenuti in Australia, chiamato "trasporto" in inglese, iniziò nel 1787, con la partenza delle undici navi della Prima Flotta, e terminò legalmente il 26 giugno 1857. In realtà, tuttavia, non finì fino al 9 gennaio 1868, quando la nave Hougoumont sbarcò a Fremantle, nell'Australia occidentale.In una dichiarazione ufficiale, il governo australiano ipotizza un totale di circa 162.000 detenuti che furono trasportati su 806 navi.

Storia

Diritto penale

Fino all'inizio del XVIII secolo, il diritto penale inglese imponeva la pena di morte per alto tradimento, omicidio, omicidio colposo, lesioni personali, rapina, stupro e furto, comprese contraffazione e contraffazione. La deportazione nelle colonie penali era considerata un sostituto della pena di morte. Rimase in vigore in sostituzione della pena di morte fino al 26 giugno 1857. Una legge del 1718 consentiva la deportazione per reati con una pena di sette anni, compresi i piccoli furti. Ciò significava che quasi tutti i crimini potevano essere puniti con lo stesso livello di punizione.Nel 1784 re Giorgio III. autorizzato da una legge del Parlamento a designare luoghi idonei di deportazione. Lui e il Consiglio di Stato decisero il 6 dicembre 1786 di stabilire una prigione sulla costa orientale dell'Australia. Il capitano Arthur Phillip fu nominato primo capo del trasporto e anche primo governatore del New South Wales.

Circostanze sociali

La situazione sociale della popolazione inglese non era negativa dopo la perdita delle colonie americane nella Guerra d'Indipendenza del 1783, ma come risultato della meccanizzazione del lavoro nelle fabbriche con salari bassi, lavoro minorile e lunghi orari di lavoro senza opportunità di svago , si instaura l'impoverimento. Con la perdita delle colonie americane, la situazione sociale ha continuato a deteriorarsi e il tasso di criminalità ha continuato a crescere. In precedenza, i criminali erano stati banditi nelle colonie americane per lavori di punizione. Le carceri e le sistemazioni alternative nelle navi-prigione erano esaurite per ospitare i numerosi prigionieri. Erano necessarie nuove alternative per l'alloggio. Questi fattori portarono alla decisione del governo britannico nel 1787 di fondare una colonia penale in New Holland, come allora veniva chiamata l'Australia.

Circostanze politiche

Un'altra possibile ragione per l'istituzione della colonia australiana è che l'Inghilterra, dopo aver perso le colonie nordamericane, si era messa in una posizione politicamente difensiva nei confronti della Francia e voleva rafforzare la sua presenza militare nella regione del Pacifico stabilendo una colonia di forzati fortificata.

Fase di fondazione

Trasporto del primo prigioniero

Il 9 maggio, il capitano Arthur Phillip, il primo governatore del New South Wales, arrivò a Portsmouth e il 13 maggio 1787 la flotta di undici navi della First Fleet salpò da Mother Bank vicino all'isola di Wight. C'erano due navi da guerra, tre navi con provviste, attrezzi e provviste e sei navi per il trasporto dei detenuti. Le navi da guerra Sirius e HMS Supply erano sotto il comando del capitano John Hunter. La Sirius era l'ammiraglia del governatore Phillip. Il numero dei soldati compresi gli ufficiali della Regia Marina era di 212 (di cui 28 Di