Santiago del Cile

Article

May 16, 2022

Santiago del Cile, ufficialmente e brevemente Santiago, è la capitale e la città dei primati del Cile. L'area urbana fa parte della regione della capitale (Región Metropolitana), che comprende altre cinque province oltre alla provincia di Santiago. 5.220.161 persone vivono nell'area dell'insediamento urbano (área urbana) e 7.112.808 nell'intera Región Metropolitana (a partire dal 2017). Ciò significa che circa il 44 percento di tutti i cileni vive nella capitale o nelle sue immediate vicinanze. Santiago è in realtà solo il nome del comune che comprende il centro cittadino e il distretto governativo. 404.495 persone vivono qui (censimento 2017). L'agglomerato di Santiago, invece, comprende anche città e comuni di altre province, come Puente Alto o San Bernardo. La città è il centro politico indiscusso del Cile, anche se il parlamento cileno, il Congreso Nacional (Congresso Nazionale), si riunisce a Valparaíso. Santiago è un importante nodo stradale nonché il più importante centro economico e culturale del Cile con numerose università, college, musei e monumenti. Le aziende più importanti del Cile hanno sede a Santiago, così come molte filiali estere. La capitale è anche il centro mediatico del paese.

Geografia

Santiago si trova in una conca del Río Mapocho. Questo bacino forma l'estremità settentrionale della grande valle longitudinale cilena, che corre meridionale tra la cordigliera costiera a ovest e le Ande a est e più a sud, a Puerto Montt, si tuffa nel mare e nelle strade tra la terraferma e l'offshore isole (tra cui Chiloé , Arcipelago Chonos). La città è delimitata a nord dalla Valle dell'Aconcagua, a sud dal bacino del Rancagua ea lato dalla cordigliera andina e costiera. Il Río Mapocho sorge a nord-est di Santiago nelle Ande. Dopo circa 50 chilometri, il fiume scorre attraverso la capitale del Cile. La qualità dell'acqua diminuisce drasticamente all'interno di Santiago. Il fiume scorre attraverso Peñaflor fino a El Monte, dove sfocia poi nel Río Maipo. Dal fiume scaturiscono un gran numero di canali, i più famosi dei quali sono il Canale Maipo e il Canale San Carlos. L'area urbana (areá urbana) ha una superficie di 641.4 chilometri quadrati. Di questi, 22,4 chilometri quadrati appartengono al comune di Santiago. L'area metropolitana di Santiago (Región Metropolitana) ha una superficie di 15.103,2 chilometri quadrati. La pianura della regione del capoluogo è ricoperta di colture di grano, vino e frutta. L'ubicazione della caldaia in relazione alle emissioni delle auto e delle industrie porta spesso allo smog in inverno, spesso così denso che la catena montuosa che delimita l'area urbana non è più visibile dalle parti occidentali della città.

Geologia

Tra il 27° e il 33° parallelo, che corrisponde all'incirca all'altezza di Santiago, si trova l'alta cordigliera, le cui vette raggiungono i 5.000 metri di altezza. Sul versante argentino, a circa 100 chilometri a nord-est della capitale cilena, le Ande raggiungono qui il loro punto più alto tra il 32° e il 33° parallelo con l'Aconcagua. La copertura in quest'area è costituita da sedimenti mesozoico-cenozoici e rocce vulcaniche, ripetutamente sfondate da intrusioni granitiche. All'altezza di Vallenar (29° grado di latitudine) emerge anche il vecchio basamento di gneiss e micascisti. Questo blocco è esente da vulcanismo giovanile. Il forte vulcanismo è caratteristico della Grande Regione. Ci sono ancora numerosi vulcani attivi fino ad oggi. L'Aconcagua, con i suoi 6.961 metri la vetta più alta delle Ande, non è un vulcano, anche se, come l'Everest, è stato a lungo considerato un vulcano a causa dei frequenti pennacchi di nuvole alla sua sommità. I terremoti sono strettamente legati al vulcanismo e alla giovane tettonica della zona; la regione della capitale è stata colpita da numerosi terremoti nella sua storia. Il primo