Quito

Article

August 11, 2022

Quito (San Francisco de Quito) [ˈkito] è la capitale dell'Ecuador. Si trova a 20 chilometri a sud dell'equatore in un bacino delle Ande alto 2850 m ed è quindi la capitale più alta del mondo ancor prima della capitale boliviana Sucre. Con circa 2,7 milioni di abitanti, è una delle due città più grandi del paese insieme a Guayaquil. È anche la capitale del cantone omonimo e della provincia di Pichincha. Il centro storico di Quito è un patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Geografia

Quito si trova nel centro settentrionale dell'Ecuador, nella regione delle Ande (Sierra), nell'est della provincia di Pichincha. Il centro della città si trova a circa 22 chilometri a sud dell'equatore, la periferia nord a circa 13 chilometri. La città si trova approssimativamente tra 0°4' e 0°20' di latitudine sud e tra 78°25' e 78°33' di longitudine ovest.La città corre in asse nord-sud in una stretta valle longitudinale tipica delle Ande, che appartiene al bacino di Guayllabamba (chiamato anche bacino di Quito), uno degli otto bacini andini interni dell'Ecuador. Il Bacino di Guayllabamba si estende per circa 50 chilometri in direzione nord-sud ed è largo circa 4 chilometri in direzione nord-est. L'estremità meridionale del bacino è sul monte Atacazo (a sud di Quito), l'estremità settentrionale su Pululahua (vicino a San Antonio de Pichincha). La città si trova direttamente ai piedi del vulcano inattivo e non ghiacciato Rucu Pichincha (4.690 m), che sorge sul lato ovest di Quito e qui forma il confine del bacino. Il vulcano Guagua Pichincha direttamente dietro di esso è leggermente attivo e un po' più alto (4.794 m), ma non può essere visto direttamente da Quito. Sul lato ovest, una serie di vulcani e montagne più piccoli formano il confine lungo il quale scorre il fiume Guayllabamba. La collina di Panecillo, a sud della città vecchia di Quito, è considerata la fascia mediana che separa una pianura meridionale dalla valle settentrionale. La pianura meridionale comprende la Valle de los Chillos (con Chillogallo), i quartieri settentrionali e moderni di Quito e le zone più alte intorno a Iñaquito e Cotocollao si trovano nella valle settentrionale.Quito offre una vista spettacolare a sud-est del vulcano Cotopaxi (5897 m ). Nella zona più ampia si trovano anche i vulcani attivi Cayambe (5790 m) e Antisana (5753 m) oltre all'estinto Illinois (5263 m) e numerosi altri più piccoli. Oltre al Guayllabamba, il Machángara è il fiume più importante. Scorre verso est attraverso un'interruzione del confine orientale della valle, formato dalla sua valle e costituito da ripidi pendii, dietro i quali si trovano Guápulo e la valle di Tumbaco. Altri fiumi sono il Monjas, il Pita e il Río San Pedro, che fanno tutti parte del sistema fluviale Guayllabamba.

Geologia

Quasi tutta Quito si trova su terreni sabbiosi di origine vulcanica. Terremoti e cadute di cenere hanno afflitto Quito nel passato e nel presente. Quito è circondata da 14 vulcani e gli edifici distrutti nel centro storico sono stati ricostruiti almeno quattro volte dopo i terremoti. L'ultima grande eruzione vulcanica si è verificata nel settembre 2002. A quel tempo, il vulcano Reventador, a est delle Ande, è scoppiato ed è rimasto tranquillo per oltre 20 anni. A Quito doveva essere dichiarato lo stato di emergenza, poiché l'intera città e l'intera valle a est di Quito erano ricoperte di cenere fine fino alle caviglie. La particolare posizione nella valle ai piedi del Pichincha fa sì che l'area urbana, soprattutto nella zona del centro, presenti forti pendenze in direzione est-ovest spesso superiori al 10% e le relative strade ripide. Gran parte dei terreni nell'area della città sono fondamentalmente fertili e precedentemente coltivati, il che ha plasmato per secoli il carattere rurale della città. Oggi questo non è più possibile a causa della densa popolazione; In periferia, l'agricoltura è dovuta al gr