Karakorum (montagne)

Article

August 17, 2022

Il Karakoram è una catena montuosa alta fino a 8611 m nell'Asia meridionale o nell'Asia alta. Con il K2 porta la seconda montagna più alta del mondo e con Broad Peak (8051 m), Gasherbrum I ("Hidden Peak", 8080 m) e Gasherbrum II (8034 m) altri tre ottomila. Inoltre, ci sono 63 picchi indipendenti di settemila metri e un certo numero di picchi secondari. Il Karakoram si estende attraverso il Pakistan settentrionale, l'India e la Cina occidentale; parti del confine sono controverse. L'Indo e il suo affluente Shyok sono spesso indicati come la demarcazione del Karakorum dalla principale catena himalayana nel sud-est. La catena montuosa è lunga circa 700 chilometri e larga da 100 a 150 chilometri e si estende in un leggero arco da nord-ovest a sud-est.Il Karakorum è noto come la catena montuosa più alta del mondo. La montagna più alta della terra, l'Everest, non si trova nel Karakorum, ma più della metà dell'area montuosa supera i 5000 metri. Gli altopiani tibetani si trovano ad un'altitudine compresa tra 4500 e 5000 metri, ma sono relativamente piatti o ondulati, mentre il Karakorum con le sue ripide montagne e profonde vallate ha la più grande area di rilievo topografico oltre i 6000 metri.

Nome

Il nome Karakorúm deriva dal turco e significa "macerie nere". Deriva dal Karakoram Pass, che si trova a sud-est fuori dalle montagne. Lì troverai gli omonimi cumuli di macerie nere. Un'altra possibile spiegazione è che i popoli turchi associano i colori ai punti cardinali. Kara ("nero") sta per "nord" o "nord". Kara-korum potrebbe quindi significare anche “nord delle macerie” o “nord macerie”. L'inglese William Moorcraft (1767-1825) è considerato il primo geografo europeo ad utilizzare il nome Karakorúm per le montagne tra la valle dell'Indo e il bacino del Tarim. Il nome inizialmente prese piede, ma fu solo verso la fine del XIX secolo che emersero dubbi sulla sua idoneità. Un nome della popolazione locale sembrava più appropriato: Muztagh significa "iceberg" e quindi descrive in modo appropriato le alte montagne pesantemente ghiacciate. Sono stati compiuti sforzi da più parti per sostituire il nome Karakoram con Muztagh. Tuttavia, questi sforzi hanno portato più confusione che beneficio, perché il nome Muztagh è ambiguo e può essere trovato anche al di fuori del Karakorum, ad esempio nel Pamir sul Monte Muztagata. Günter Dyhrenfurth ha sottolineato che il termine Muztagh può essere utilizzato solo nei nomi composti. Inoltre, Muztagh era visto più come una descrizione che come un nome, e si raccomandava di mantenere il nome Karakorum, seguito dalla Conferenza del Karakorum nel 1937 che divideva la catena montuosa nel Greater Karakorum e nel Lesser Karakoram. Il termine Muztagh è stato utilizzato per le catene montuose all'interno del Grande Karakorum, ad es. B. Baltoro Muztagh o Hispar Muztagh.

Geografia

Confini geografici

mappa f1 con tutte le coordinate: OSM | WikiMap La Conferenza del Karakoram 1936/37 consisteva di partecipanti del Survey of India, della Royal Geographic Society, dell'Alpine Club e dell'Himalayan Club. Ha proposto la divisione delle montagne che è prevalentemente valida oggi, secondo la quale sono stati determinati i confini del Karakorum. Il fiume Shyok è alimentato dai ghiacciai sul lato est della parte sud-orientale della catena principale del Karakorum. Scorre prima a sud e poi gira a nord-ovest e scorre verso l'Indo. Il corso superiore dello Shyok rappresenta il confine orientale del Karakorum, mentre il confine meridionale del Karakorum con la catena del Ladakh è definito dallo Shyok dalla sua ansa a est (⊙) alla confluenza con l'Indo (⊙). Qui inizia il breve confine del Karakorum verso l'Himalaya, che segue l'Indo a valle fino alla confluenza del fiume Gilgit (⊙), dove il Gren