Ferrovia del Nord dell'Imperatore Ferdinando

Article

December 7, 2022

Il k.k. privilegige Kaiser Ferdinands-Nordbahn (KFNB) (ceco c.k. priv. Severní dráha císaře Ferdinanda, dal 1919 ufficialmente Severní dráha Ferdinandova; SDF) era una compagnia ferroviaria e mineraria in Austria e il suo stato successore Cecoslovacchia. La linea principale della compagnia era la Ferrovia del Nord da Vienna alla Moravia settentrionale e alla Slesia austriaca, con una continuazione pianificata dall'inizio a Cracovia e Bochnia a causa dei depositi di sale della Galizia. Ad eccezione delle ferrovie minerarie, le ferrovie furono nazionalizzate nel 1906 e la divisione mineraria continuò ad esistere come società indipendente fino al 1945.

Storia

Progetto e finanziamento

Nel 1830 il geologo ed esperto minerario viennese Franz Xaver Riepl ebbe l'idea di costruire una linea ferroviaria da Vienna verso i giacimenti di ferro e carbone della Moravia settentrionale e l'importante ferriera di Witkowitz che vi si basava dal 1820, vicino a Ostrava e ancora più lontano alle miniere di sale di Wieliczka a sud di Cracovia da costruire. Riuscì a vincere Salomon von Rothschild, che aveva già forti interessi in Witkowitz, come finanziatore per l'azienda. Riepl fu inviato in Inghilterra per acquisire esperienza nella costruzione di ferrovie. Dopo il suo ritorno, Rothschild fece una prima richiesta all'imperatore, Francesco I, che fu respinta (il principe ereditario Ferdinando commentò che nemmeno la carrozza per Kagran era sempre piena). Nonostante il rifiuto, i preparativi per la costruzione della ferrovia sono continuati. Rothschild acquistò una ferrovia trainata da cavalli lungo il percorso, Riepl lavorò alla pianificazione del percorso. Poco dopo la morte dell'imperatore, Salomon Rothschild presentò un'altra domanda, che fu approvata dal nuovo imperatore Ferdinando I, anche grazie al sostegno del principe Metternich e del conte Kolowrat. Il 4 marzo 1836 Rothschild ricevette il privilegio illimitato di costruire una ferrovia a vapore tra Vienna e Bochnia e propose il nome Kaiser Ferdinands-Nordbahn. Con una lunghezza di circa 600 chilometri era una delle ferrovie per locomotive più lunghe al di fuori della Gran Bretagna. Nel privilegio erano incluse le diramazioni per Brno, Olmütz e Opava. Fu fondata una società per azioni per costruire la linea ferroviaria e anche Metternich e Kolowrat furono membri del consiglio di sorveglianza. Il segretario generale divenne Heinrich Joachim Sichrovsky. Rothschild ha mantenuto 8.000 della prima tranche di 12.000 azioni e c'erano 27.490 abbonati per i restanti 4.000, il che ha immediatamente portato il prezzo al di sopra del prezzo di emissione di 1.000 fiorini per azione. Tuttavia, la compagnia costruì la linea solo per Oderberg (oggi Bohumín) e successivamente per Dzieditz (oggi Czechowice-Dziedzice). Georg Simon Freiherr von Sina, il principale concorrente dei Rothschild austriaci, e la casa bancaria Arnstein & Eskeles hanno cercato di ritardare la società. Alla seconda assemblea degli azionisti, Ludwig von Pereira-Arnstein ha avanzato accuse sulla pianificazione tecnica e sui costi previsti. Rothschild e Riepl sono stati solo in grado di confutare le accuse, almeno in parte, con difficoltà. Infine, nell'ottobre 1836, Rothschild propose di iniziare la costruzione o di sciogliere l'azienda. Vinse il voto con 76 voti su 83, Sina e Arnstein & Eskeles furono costretti a dimettersi.

Costruzione della linea principale

Nel 1837 iniziarono i lavori di costruzione della tratta Floridsdorf-Deutsch-Wagram, lunga 13 km, sotto la direzione dell'architetto di corte Hermenegild von Francesconi, originario del Veneto. Circa 10.000 lavoratori furono impiegati sotto la supervisione di specialisti inglesi. L'ulteriore costruzione sotto la direzione dei suoi capo ingegneri Kudriaffsky e Bretschneider a Lundenburg ebbe luogo rapidamente. Il ramo per Brno fu guidato da Carl Ghega, poi Carl Ritter von Ghega, anche lui veneto, divenuto poi famoso per la costruzione della Ferrovia del Semmering