Chiesa di San Giacomo (Brunsbüttel)

Article

August 17, 2022

La Jakobuskirche è una chiesa a sala barocca costruita nel 1679/1723 a Brunsbüttel. Appartiene alla parrocchia evangelica luterana di Brunsbüttel all'interno della Chiesa evangelica luterana nella Germania settentrionale.

Storia

Storia della costruzione

In un documento dell'arcivescovo di Amburgo del 1140, sette parrocchie prendono il nome da Dithmarschen: oltre a Meldorf, Weddingstedt, Tellingstedt, Süderhastedt, Lunden e Büsum, ci sono anche Uthaven. Questo luogo dovette essere abbandonato nel XIII secolo a causa delle mareggiate. L'esatta posizione di questo borgo ecclesiastico medievale non può più essere ricostruita. Probabilmente era un po' a sud-ovest della chiesa odierna.Brunesbutle fu menzionato per la prima volta il 14 luglio 1286. Anche questo luogo, situato vicino all'Elba, ha subito ripetute mareggiate. Dopo che la diga fu più volte spostata indietro e interi villaggi dovettero essere abbandonati, l'acqua sfonda la diga e il muro della fortezza proprio accanto alla chiesa nel 1629, poco dopo l'attacco delle truppe imperiali nella Guerra dei Trent'anni durante un temporale ondeggiare. Infine, nel 1656, una parte e nel 1676 l'intero appezzamento fu arginato e gli abitanti furono reinsediati. Un nuovo cimitero fu allestito nel 1654. La proprietà su un tumulo, su cui due decenni dopo sarebbe stata costruita la chiesa, fu donata dall'ufficiale giudiziario parrocchiale Matthias Boie, che voleva essere sepolto all'asciutto. Dopo la demolizione della vecchia chiesa nel 1677, iniziò la nuova costruzione, progettata da D. Sommer di Stade sul modello della chiesa di San Giorgio a Oberndorf an der Oste, che fu completata nel 1653. La chiesa fu consacrata il 16 novembre 1679. Come l'edificio precedente, era dedicato all'apostolo Giacomo. Una lapide in arenaria del 1684 attaccata alla parete esterna orientale con la raffigurazione del santo patrono Giacomo pellegrino ricorda la costruzione, l'inaugurazione ei nomi dei responsabili della parrocchia e del paesaggio. Richard Haupt presumeva che la "chiesa gotica" avesse tre navate e una volta in pietra. Anche questa chiesa, in cui fu trasferito l'inventario medievale dell'antica chiesa, comprendente diversi altari gotici scolpiti, non fu al sicuro dalle inondazioni: nei decenni successivi l'acqua si fermò più volte nella chiesa. Il 12 novembre 1719 bruciò fino alle mura esterne dopo un fulmine durante il servizio. Poiché la comunità è stata completamente impoverita dalla perdita di terreni durante le mareggiate degli ultimi decenni, ci volle fino al 1723 perché la ricostruzione fosse affrontata sotto la direzione del falegname di Itzeho Hans Peter Töpfer. In qualità di sovrano di Süderdithmarschen, il re Federico IV contribuì con più di 3.000 marchi ai costi di costruzione di 14.900 marchi courant. Come ringraziamento, la comunità fece costruire un palco reale particolarmente magnifico accanto alla galleria dell'organo, che Federico IV non usò mai. L'altare e l'organo giunsero a Brunsbüttel dalla chiesa del castello di Glückstadt, appena demolita.

Pastori e Chiesa

Dalla Riforma, la chiesa ha di solito avuto due predicatori, un pastore e un diacono mal pagato, che spesso prendevano il suo posto dopo la morte del pastore. I primi predicatori evangelici furono Heinrich Dimmerbrock nel 1524, che divenne il primo sovrintendente nella parte reale di Dithmarschen dopo il 1559, e Magister Boethius Boje, fratello del riformatore di Meldorf Nicolaus Boje. Nella chiesa si conserva ancora l'epitaffio di Boje La comunità ha sofferto molto per le guerre e le inondazioni. Nel 1629 non ci furono solo inondazioni devastanti, ma anche tre predicatori, Petrus Tezin, Petrus Zinghen e il loro successore Johannes Emichius, morirono di peste. Dopo di loro venne lo studioso Lambert Alard, che rimase fino alla sua morte nel 1672. Johannes Wackerow, che era un diacono dal 1640 e un pastore dal 1672 come successore di Alard, ha supervisionato la costruzione del nuovo edificio