Hungersnote in Cina

Article

August 15, 2022

Le carestie in Cina sono state un fenomeno periodico nella storia del paese per migliaia di anni a causa delle condizioni climatiche. Sono stati causati da siccità e inondazioni. La lotta dei cinesi contro questi disastri naturali occupa un ampio spazio nella storia della Cina. Era un compito essenziale dell'imperatore alleviare le carestie locali con le possibilità dell'autorità centrale. Questo compito ha assorbito una parte significativa delle capacità del governo cinese. Sostenuta dalla pace interna e dall'agricoltura produttiva, tuttavia, la popolazione raddoppiò tra il 1760 e il 1860 da 200 milioni a 400 milioni di persone. Dall'inizio del 19° secolo, a causa della scarsità di seminativi per il grano, l'agricoltura era sempre meno in grado di sfamare la popolazione in continua crescita. La Cina divenne la "terra della carestia" e il potere centrale dell'imperatore si disintegrò. Per i 100 anni della seconda metà del 19° e della prima metà del 20° secolo, il numero di persone morte di fame è stimato a 100 milioni. Tuttavia, il numero è molto incerto a causa di statistiche sulla popolazione inesistenti. Forse la più grande, ma anche l'ultima, carestia in Cina si è verificata durante il Grande balzo in avanti del 1959-1961.

Storia

Carestie nell'antica Cina

In Cina, la carestia era un problema in corso da millenni. Dalle dinastie Shang e Tang (XVI-XI secolo aC) alla fondazione della nuova Cina, i cronisti descrissero le catastrofi regolarmente ricorrenti. A causa della posizione della Cina, ci sono sempre state zone dove non piove. Soprattutto nel nord-ovest della Cina si sono verificate ripetute carestie mentre la Cina centrale è climaticamente molto più stabile. Negli anni 2000 dal 108 a.C. Le carestie del 1828 sono elencate nella storiografia cinese dal 1911 al 1911. Per il periodo dal 1470 al 1990 si contano 40 anni di gravi inondazioni e 134 anni di grave siccità.Il compito degli imperatori cinesi era quello di sostenere le zone carestie che non potevano più trattenersi, se necessario trasportare cibo da altre zone e distribuire . La reputazione di un imperatore dipendeva da come lo faceva. Le carestie nazionali si sono verificate quando le aree di siccità sono diventate troppo grandi, specialmente quando vaste aree sono state simultaneamente inondate da fiumi straripanti, causando ulteriori fallimenti dei raccolti o quando il governo centrale non ha svolto il proprio lavoro in modo adeguato. Se un imperatore non poteva prevenire le carestie, perdeva reputazione e legittimità. Si diceva che avesse perso il Mandato del Cielo.

Crescita della popolazione

Fino alla metà del 17° secolo, la popolazione cinese era abbastanza costante a poco più di 100 milioni, un quarto della popolazione mondiale. Nel 18° secolo ci fu un forte aumento della popolazione. Nel 1750 in Cina vivevano circa 200 milioni di persone, nel 1850 erano già circa 400 milioni. Intorno al 1750 c'erano circa 26 are di terra pro capite, nel 1850 erano solo 12 are. A causa della piccola superficie coltivata per abitante, nutrire la popolazione divenne una lotta continua. Anche in tempi favorevoli, gran parte della popolazione viveva al di sotto del livello di sussistenza. Non appena il raccolto non fu buono, la situazione alimentare della popolazione passò da "appena sufficiente" a "carestia": molte persone che non potevano più essere nutrite emigrarono in zone climaticamente meno favorevoli. Nel 18° secolo, nonostante i divieti di immigrazione, emigrarono in Manciuria o si insediarono nei grandi fiumi. Le province del sud e del sud-ovest furono insediate fino alle cime delle colline dai cinesi Han. In questo processo, il precedente n