Guerra dei cent'anni

Article

June 30, 2022

La guerra dei cent'anni (francese La guerre de Cent Ans, inglese guerra dei cent'anni) è il periodo dal 1337 al 1453, basato sul conflitto armato anglo-francese prevalente all'epoca e sulla guerra civile francese degli Armagnac e dei Bourguignons ( 1410-1419). Si è formato lo sfondo dei combattimenti in corso una disputa feudale sui possedimenti e sul ruolo dei re inglesi come duchi d'Aquitania nel Regno di Francia, la successiva disputa sulla successione al trono in Francia tra il re inglese Edoardo III. (Casa Plantageneto) e il re di Francia Filippo VI. (Casa Valois) pure un conflitto intrafrancese per il potere e l'influenza tra le parti degli Armagnac e dei Bourguignon, e alla fine furono i Valois a uscire vittoriosi dal lungo conflitto. La guerra dei cent'anni contribuì in modo decisivo allo sviluppo finale di una coscienza nazionale propria sia tra i francesi che tra gli inglesi, nonché alla scissione finale della Francia e dell'Inghilterra in due stati separati. Inoltre, furono introdotte molte innovazioni tecniche nella guerra, ad esempio l'artiglieria pesante nella battaglia di Castillon (1453), che fu la prima battaglia campale europea ad essere decisa con la polvere da sparo.

Storia del concetto

Il termine "guerra dei cent'anni" è stato introdotto dagli storici in retrospettiva e tradizionalmente denota il periodo dal 1337 al 1453 quando i re inglesi cercarono di affermare le loro pretese al trono francese con la forza delle armi. Tuttavia, questo conflitto consisteva in diverse fasi e guerre individuali, che furono viste solo in seguito come un unico complesso. Anche i cronisti francesi contemporanei datarono le guerre di quel tempo all'anno 1328 e quindi indicavano il contesto più ampio. Per esempio, Eustache Deschamps scrisse circa l'anno 1389 in un poema sulle battaglie di quel tempo, che durava dal cinquante-deux ans (52 anni). Anche nel XVI secolo fu riconosciuta una connessione tra i combattimenti individuali. Jacques de Meyer ha notato nel suo Commentaria sive Annales Rerum Flandicarum che la guerra tra Inghilterra e Francia durò più di cento anni con i suoi intervalli. Ma solo Jean de Montreuil, nel suo libro Histoire de France, pubblicato nel 1643, ipotizzava esplicitamente un'unica guerra che durò dal 1337 al 1497. Successivamente fu seguito da storici britannici come David Hume nella sua History of England (1762) e Henry Hallam nella sua View of the State of Europe During the Middle Ages (1818), anche se differivano tra loro per quanto riguarda la durata del conflitto in Francia Il professor François Guizot rese noto questo approccio dal 1828, sebbene il termine specifico “guerre de cent ans” fosse di qualche anno più antico. C. Desmichels lo utilizzò per la prima volta nel 1823 nel suo Tableau chronologique de l'Histoire du Moyen Age. Il primo libro ad avere questo termine come titolo fu pubblicato da Théodore Bachelet nel 1852. Poco dopo, lo storico Henri Martin fece conoscere il termine e un concetto completo per esso nella sua popolare Histoire de France (1855). Il termine e il concetto hanno rapidamente preso piede in Francia. Henri Wallon lo utilizzò già nel 1864 e più tardi lo stesso François Guizot nella sua Histoire de France (1873). Nel mondo di lingua inglese, Edward Freeman ha condotto una campagna per l'adozione del termine francese dal 1869. John Richard Green seguì questo consiglio nella sua Short History of the English People (1874), e negli anni successivi numerose monografie apparvero in Gran Bretagna sotto questo titolo. L'Enciclopedia Britannica lo registra per la prima volta nella sua edizione del 1879