Calcio

Article

August 11, 2022

Il calcio è uno sport con la palla in cui due squadre competono l'una contro l'altra con l'obiettivo di segnare più gol dell'avversario per vincere la partita. Il tempo di gioco è solitamente di due volte e 45 minuti, più il tempo di recupero e, se necessario, i tempi supplementari e/o i calci di rigore. Una squadra di solito è composta da undici giocatori, uno dei quali è il portiere. La palla può essere giocata con tutto il corpo ad eccezione delle braccia e delle mani; viene principalmente preso a calci con il piede. Solo il portiere (all'interno della propria area di rigore) - oi giocatori di campo alla rimessa - possono toccare il pallone con le mani. Innanzitutto, il successo del calcio si basa sulla sua semplicità. L'esborso per fondi e attrezzature è relativamente piccolo (vedi ad esempio il calcio di strada), il che lo ha anche reso molto popolare in molti paesi in via di sviluppo, ed è facile per i nuovi arrivati ​​e gli spettatori da capire o addirittura dare per scontato. In secondo luogo, vengono segnati relativamente pochi goal, il che aumenta il valore di un goal e rende le partite più eccitanti, poiché le squadre superiori o meglio posizionate non vincono così spesso o possono essere determinate come vincitrici all'inizio come in altri sport con la palla. Tuttavia, queste peculiarità sono state recentemente contrastate da regolamenti più complicati (es. modifica della regola del fuorigioco) e sforzi (tecnici) crescenti nel calcio di alto livello (es. prove video) per portare a un calcio "più equo". Il calcio è nato in Gran Bretagna nella seconda metà del XIX secolo e si è diffuso nell'Europa continentale e in altri continenti tra il 1880 e il 1890. È considerato lo sport di squadra più popolare al mondo. A differenza di altri sport (es. pallamano), i migliori club di calcio di solito si sviluppano solo nelle grandi città, che hanno infrastrutture molto complesse con requisiti sempre crescenti.

Storia

Prime forme del gioco

Nel II millennio a.C. In Cina si giocava un gioco simile al calcio chiamato Cuju (Ts'u-chü) ("cu" calcio; "ju" palla). Non si sa nulla delle regole del gioco in quel momento. Tuttavia, si ritiene certo che sia stato svolto come programma di addestramento militare per addestrare i soldati. Durante la dinastia Zhou, il gioco dello sport si diffuse tra le persone e furono fatti tentativi per limitare la violenza e l'asprezza attraverso regole. La palla è stata cucita insieme da pezzi di pelle e imbottita con piume e peli di animali. Dalle dinastie Qin a quelle Sui, il gioco del calcio crebbe in popolarità. La palla ad aria fu inventata tra gli anni 220 e 680 e per la prima volta furono registrate le regole del calcio (gol, portieri e capitani). Circa 100 anni dopo, tuttavia, il gioco cadde di nuovo nell'oblio. Immagini di giochi con la palla su rilievi e vasi sono state conservate dalla cultura dell'antica Grecia, principalmente da Sparta, dove l'allenamento fisico era molto importante. I romani dell'antichità conoscevano anche gli sport con la palla che, come il cinese Cuju, ecc. Lo studioso turco Mahmud al-Kāschgharī descrive nel suo libro dīwān lughāt at-turk che nell'XI secolo tra i popoli turchi che vivevano nell'Asia centrale un gioco chiamato Tepük (antico turco per: calcio o calcio) era giocato Nell'alto medioevo, in Inghilterra si giocava una prima forma del gioco di calcio di oggi, in cui i residenti di due città cercavano di far passare una palla attraverso la porta della città opposta. Il "campo di gioco" era sempre tra due posti, anche se erano distanti diversi chilometri. Con la scoperta dell'America, gli europei entrarono in contatto con i vecchi giochi con la palla del Centroamerica, che avevano una lunga tradizione tra culture diverse, in parte religiosa