Federico Coyett

Article

August 13, 2022

Frederick Coyett, anche lui Fredric Coijet (* 1615 o 1620 a Stoccolma, † 17 ottobre 1687 nei Paesi Bassi), fu l'ultimo governatore della Compagnia olandese delle Indie orientali di Formosa (l'odierna Taiwan).

Vita

La famiglia emigrò probabilmente dalle Fiandre in Svezia intorno al 1569. Il padre Gillis Coijet o Julius Coyet il Giovane († 1634) era un orafo e maestro di zecca. La madre Catharina von Steinberg era la figlia del mercante e orafo di Stoccolma Johann von Steinberg.Coyett, originariamente un garzone di panettiere (?), fu assunto dalla Compagnia Olandese delle Indie Orientali e nel 1644 divenne secondo capo mercante nella fortezza di Batavia. Tre anni dopo fu mandato a Nagasaki. Fu il primo svedese a mettere piede in Giappone. Qui guidò il ramo di Dejima (Nagasaki) due volte per un anno ciascuna (1647–48, 1652–53) come capo (opperhoofd). Tuttavia, il primo ciclo è stato oscurato da eventi sui quali non ha avuto alcuna influenza. Nell'estate del 1647 arrivò a Nagasaki anche un'ambasciata portoghese che tentò di ristabilire i rapporti interrotti dai giapponesi nel 1639. La compagnia aveva persino fornito assistenza tecnica a questa nave a Batavia, ma, secondo le autorità giapponesi sorprese, aveva mancato al loro dovere di fornire informazioni. Dopo dure trattative, il portoghese si è finalmente ritirato senza aver ottenuto nulla. Ma tale era l'irritazione negli ambienti del governo giapponese che quando Coyett si trasferì a Edo la primavera successiva per rendere l'omaggio annuale allo Shogun, l'udienza fu cancellata ei regali che aveva portato con sé furono rifiutati. Questo è stato il secondo punto basso nelle relazioni olandese-giapponese in due decenni. La successiva rotazione di Coyett in Giappone fu più tranquilla, poiché la Compagnia aveva inviato una sontuosa missione speciale in Giappone nel 1649-50, che fu in grado di allentare le tensioni che si erano accumulate durante gli anni '40. Insieme a suo fratello Peter Julius fu elevato alla nobiltà svedese nel 1649. Nel marzo 1653 fu nominato secondo uomo (secunde) a Fort Zeelandia a Tayoean Bay sull'isola di Formosa occupata dalla Compagnia (ora Taiwan). Nel 1656 divenne governatore dell'isola. I feroci combattimenti sulla terraferma tra le truppe dei Manciù (Qing) e la decadente dinastia Ming non rimasero senza un impatto sulla situazione a Formosa. Nel 1658 e nel 1659 arrivò la prima ondata di profughi. Nel 1661, il comandante cinese Zheng Chenggong (Koxinga), un aderente Ming, sbarcò sull'isola con 25.000 uomini per stabilire una base e raggruppare le sue forze. Dopo un assedio di nove mesi e dure trattative, Coyett si arrese a Zeelandia all'inizio di febbraio 1662 e si trasferì a Batavia con la sua famiglia. Tuttavia, un numero significativo di olandesi che erano stati nell'area finì in cattività cinese. Gli ultimi sopravvissuti non furono rilasciati fino al 1684. L'età del controllo olandese sull'isola terminò dopo trentotto anni e il governo generale di Batavia reagì in modo altrettanto violento. Coyett fu processato ed esiliato nelle Isole Banda per 12 anni. Nel 1675 pubblicò "t Verwaerloosde Formosa" ("La Formosa trascurata"), in cui accusava la compagnia di ignoranza. Lei gli rifiutò i rinforzi, che portarono alla caduta di Formosa. Non era del tutto sbagliato. Su richiesta di Coyett, una nave con soldati al comando di Dirk van der Laan era stata inviata in Zeelandia, ma van der Laan considerò esagerate le paure di Coyett e tornò a Batavia. Tra i soldati che ha lasciato c'era Albrecht Herport, che racconta in dettaglio quanto accaduto nel suo diario di viaggio.