Pioggia di matrice digitale

Article

May 16, 2022

Matrix digital rain, chiamato anche codice a matrice o talvolta pioggia verde, è il codice del computer della serie in franchising Matrix, apparso per la prima volta nel film di fantascienza del 1999 The Matrix doveva vedere. Il Falling Green Code è un modo per rappresentare sullo schermo l'attività dell'ambiente di realtà simulata di Matrix presente in tutti e quattro i film di Matrix sotto forma di tipografia cinetica. I loghi del 2021 dello studio di produzione cinematografico americano Warner Bros. Pictures e la versione animata del logo Village Roadshow Pictures del 2019 in Matrix Resurrections mostrano il codice nelle rispettive varianti, con il primo che appare anche nel gioco per computer open world The Matrix Awakens utilizzato in un'altra versione di questa variante che ha rimosso il lotto di studio. Con il codice iniziano anche gli episodi dello spin-off The Animatrix. È una caratteristica distintiva del franchise, paragonabile al titolo della pergamena di apertura nei film di Star Wars.

Sfondo

Nel film, la pioggia di matrice digitale che costituisce la matrice stessa è spesso rappresentata come caratteri verdi che scorrono verso il basso. Questo codice utilizza un font progettato da Simon Whiteley che include immagini speculari kana a mezza larghezza e lettere e numeri latini occidentali.In un'intervista del 2017 con CNET, ha attribuito il design alla sua donna giapponese indietro e ha aggiunto: "Mi piace dire che il codice di The Matrix consiste in ricette di sushi giapponesi". L'effetto è simile a quello di un vecchio monitor monocromatico con un display di colore verde, poiché il movimento fluido delle lettere lascia sullo schermo una scia apparentemente di bagliori residui.Un precursore della pioggia a matrice digitale può essere trovato in una scena del codice nella film Meteo, una cultura pop sperimentale ungherese Film del 1990. Il film cyberpunk del 1995 Ghost in the Shell, che ha una forte influenza sul film Matrix, presenta titoli di testa simili a The Matrix Code. Non esiste una versione ufficiale del font del codice utilizzato nella trilogia di Matrix e sul sito Web del gioco per computer Path of Neo, ma ci sono diverse imitazioni, principalmente sotto forma di screensaver.

Influenza culturale

Il musicista olandese Arjen Lucassen ha chiamato una traccia dell'album del 2010 della sua band Star One Victims of the Modern Age in onore del film Matrix Digital Rain. L'effetto ha anche ispirato la creazione di molti screensaver non ufficiali di Matrix. Quanto simbolico sia il codice verde che cade per i film di Matrix è anche illustrato dal suo utilizzo nel design dei costumi per il pattinaggio artistico, dove la colonna sonora della serie Matrix è stata ripetutamente scelta come programma musica: Ad esempio, il pattinatore artistico francese Brian Joubert e il pattinatore artistico giapponese Kaori Sakamoto hanno gareggiato in competizioni internazionali di punteggio Matrix indossando costumi che evocano il codice cadente in modi diversi.

Vedi anche

Cascata di virus informatici (1987)

Collegamenti Web

Codice a matrice. In: fandom.com. Estratto il 31 marzo 2022 (inglese).

Prove individuali