Alexander von Humboldt

Article

June 30, 2022

Friedrich Wilhelm Heinrich Alexander von Humboldt (nato il 14 settembre 1769 a Berlino; 6 maggio 1859 lì) è stato un esploratore tedesco con un campo di attività che va ben oltre l'Europa. Nella sua opera per un periodo di oltre sette decenni ha creato "un nuovo livello di conoscenza e riflessione sulla conoscenza del mondo" ed è diventato un co-fondatore della geografia come scienza empirica. Era il fratello minore di Wilhelm von Humboldt. Viaggi di ricerca di diversi anni portarono Alexander von Humboldt in America Latina, negli Stati Uniti e in Asia centrale. Ha condotto studi scientifici sul campo nei campi della fisica, geologia, mineralogia, botanica, geografia della vegetazione, zoologia, climatologia, oceanografia e astronomia, tra gli altri. Ulteriori ricerche hanno riguardato la geografia economica, l'etnologia, la demografia, la fisiologia e la chimica. Alexander von Humboldt corrispondeva con numerosi esperti di varie discipline e creava così una propria rete scientifica. In Germania, Alexander von Humboldt ha raggiunto una popolarità straordinaria, in particolare con le sue opere Views of Nature and the Cosmos. Già durante la sua vita godeva di un'ottima reputazione in patria e all'estero ed era considerato "il più grande scienziato naturale [del suo] tempo". L'Accademia delle scienze di Berlino lo ha elogiato come "la prima grandezza scientifica della sua epoca", la cui fama mondiale ha persino superato quella di Leibniz. L'Accademia delle Scienze di Parigi gli ha dato il soprannome di "Il nuovo Aristotele". La complessità dell'opera e della vita di Humboldt ha fatto sì che dopo la sua morte numerose correnti sociali e politiche si rivolgessero a lui per i loro rispettivi obiettivi. Dalla fine del XX secolo - sotto l'impressione di un'ampia globalizzazione - il suo lavoro è stato accolto come un pioniere del pensiero ecologico, per il quale l'intuizione era: "Tutto è interazione".

Carriera e lavoro

Contesto familiare

Il padre di Pomerania di Alexander von Humboldt, Alexander Georg, era un ufficiale prussiano e fu nominato ciambellano della principessa di Prussia per i suoi servizi nella guerra dei sette anni. Nel 1766 sposò la vedova Marie-Elisabeth von Holwede, nata Colomb, figlia di una famiglia benestante, alcuni di origine ugonotta, che aveva ricevuto notevoli fortune dal loro primo matrimonio, tra cui il Palazzo Tegel e il municipio di Berlino. Il secondo matrimonio ha portato a due figli, Wilhelm e Alexander. A volte Alexander von Humboldt viene chiamato "Freiherr" ("barone" francese o inglese). Questo era già accaduto durante la sua vita, e Humboldt non lo contraddisse, anzi usò il titolo di barone stesso in rare occasioni. Tuttavia, è stato dimostrato che dopo che suo nonno fu nobilitato come "von Humboldt" solo i discendenti di suo fratello Wilhelm ottennero legalmente il titolo di barone nel 1875. Il più delle volte, Alexander von Humboldt ha persino firmato senza la parola "da" come parte del suo nome.

Infanzia e adolescenza

La posizione del padre stabilì un rapporto specifico tra i fratelli Humboldt e la famiglia reale prussiana, tanto più che il principe ereditario, che in seguito divenne Federico Guglielmo II, era uno dei padrini di Alessandro. Dopo che il matrimonio dell'erede al trono fu divorziato nel 1769, il ciambellano von Humboldt, che non era stato sposato dai suoi doveri precedenti, poté ritirarsi a vita privata presso la tenuta e il castello di Tegel. Il suo obiettivo principale era ora la migliore educazione e formazione possibile dei suoi figli, per i quali cercava tutor privati ​​che fossero vicini al pensiero illuminato. In due fasi dal 1769 al 1773 e nel 1775 a Tegel, Joachim Heinrich Campe, che si ispirò pedagogicamente a Rousseau, esercitò un'influenza significativa sui fratelli come precettore ed educatore