Alessandro VI.

Article

May 16, 2022

Alessandro VI (originariamente valenciano Roderic Llançol i de Borja, italiano Rodrigo Borgia; * 1 gennaio 1431 a Xàtiva vicino a València; † 18 agosto 1503 a Roma) è stato un papa cattolico dal 1492 al 1503. Fu una delle figure politicamente più influenti in Italia durante il Rinascimento. Per decenni, Roderic de Borja ha lavorato per ottenere la tiara fino a quando non è uscito dal conclave come Papa l'11 agosto 1492. Alessandro fu l'ultimo del territorio spagnolo ad essere eletto papa.

vita

Carriera ecclesiastica

La famiglia Borgia proveniva dal villaggio di Borja in Aragona. Coltivavano le loro radici e parlavano anche il valenciano, una varietà della lingua catalana, all'interno della famiglia a Roma. Roderic Llançol i de Borja (in spagnolo: Rodrigo Lanzol y de Borja) nacque come figlio di Jofré de Borja y Escrivà (1390–1436) di Valencia, figlio di Rodrigo Gil de Borja i de Fennolet e Sibilia d'Escrivà i de Pròixita , e Isabel de Borja y Llançol (1390–1468), nata in Aragona, figlia di Juan Domingo de Borja e Francina Llançol. Il cognome è scritto Llançol a Valencia, la grafia spagnola generale è Lanzol. Rodrigo prese il cognome Borgia quando suo zio materno, Alonso de Borja, fu eletto papa. Questo governò come Papa Callisto III. dal 1455 al 1458 e permise a Rodrigo de Borja di scalare la gerarchia ecclesiastica. Rodrigo Borgia studiò per la prima volta diritto canonico a Bologna - dal 1453 circa - dopo essere già stato dotato di numerosi lucrosi benefici dallo zio, compreso quello di canonico a Xàtiva. Pur non essendo sacerdote - non lo divenne, come era consuetudine all'epoca - lo zio papale lo nominò cardinale diacono di San Nicola in Carcere il 20 febbraio 1456 e vice cancelliere di Santa Romana Chiesa l'anno successivo . Dal 1458 fu in commenda cardinale diacono di Santa Maria in Via Lata. Nel 1471 divenne cardinale vescovo di Albano e nel 1476 di Porto. Nonostante la sua dignità ecclesiastica, amava molto il sesso femminile e - tipico del Rinascimento - difficilmente lo nascondeva al pubblico. Una lettera di papa Pio II ha documentato che il modo di vivere rivelatore, comune a molti prelati contemporanei, ha incontrato opposizione anche in curia, in cui ha rimproverato il giovane prelato per la sua vita sessuale. Durante il suo periodo cardinalizio, visse insieme con Vanozza de' Cattanei, madre dei suoi figli Juan (Giovanni) (poi duca di Gandía), Cesare (poi duca di Romagna), Lucrezia (poi duchessa di Ferrara) e Jofré. Ci sono pervenuti numerosi resoconti di orge alla sua corte, che però potrebbero anche essere scaturiti dalla fantasia dei suoi avversari.

Pontificato

L'11 agosto 1492 fu eletto papa, iniziativa tipicamente promossa da Simonie (acquisto di cariche). Ha scelto il nome Alessandro (VI.) Per se stesso. Il nome del Papa alludeva apertamente ad Alessandro Magno, d. H. documentato una pretesa di potere. Poiché il papa eletto dovette rinunciare ai suoi benefici con la sua incoronazione, a ricchi cardinali come Rodrigo fu offerta una varietà di beni ecclesiastici ben dotati che potevano essere usati come beni commerciali in un'elezione. Nel conclave Giuliano della Rovere, nipote di papa Sisto IV, e Ascanio Sforza affrontarono due potenti cardinali. Della Rovere, che dopo la morte di Alessandro VI. e l'unico brevemente regnante Pio III che gli successe. Infatti, quando Giulio II doveva diventare Papa, intorno a lui si era radunato un potente gruppo di alleati: oltre a Firenze e Napoli, una terza grande potenza italiana, Venezia, sosteneva la sua candidatura, così come Genova e il re di Francia.