2012

Article

August 17, 2022

Come l'anno precedente, il 2012 è stato segnato dalla Primavera Araba. In Siria, la guerra civile è continuata per tutto l'anno; in Egitto, tra le proteste in corso, è stata adottata una costituzione islamica con un referendum. In Europa (soprattutto nell'area euro) l'anno è stato particolarmente segnato dalla crisi dell'euro. Le proteste contro la politica di crisi dell'Unione Europea e contro le politiche dei propri governi sono state particolarmente forti nei paesi di Grecia, Spagna e Italia, che sono stati duramente colpiti dalla crisi. In Germania, in seguito alla scoperta degli attentati del gruppo terroristico di estrema destra NSU e alla scoperta di varie disavventure investigative, sono scoppiate discussioni fondamentali sull'opera di tutela della costituzione; la richiesta di una nuova procedura di divieto contro il Partito nazionaldemocratico tedesco era forte. Il 14 dicembre 2012 il Consiglio federale ha deciso a larga maggioranza di chiedere nuovamente alla Corte costituzionale federale il divieto della NPD. I giudici hanno respinto la domanda nel gennaio 2017.

Eventi

Politica e affari mondiali

Politica mondiale

Dal 1° gennaio al 30 giugno: la Danimarca assume la Presidenza del Consiglio dell'Unione Europea. 1° gennaio: 10° anniversario dell'introduzione dell'euro come mezzo di pagamento in dodici paesi dell'Unione Europea 1° gennaio: Eveline Widmer-Schlumpf assume la carica di Presidente della Confederazione. 14 gennaio: Yuan legislativo ed elezioni presidenziali nella Repubblica di Cina 15 gennaio: elezioni generali in Kazakistan 22 gennaio: elezioni presidenziali in Finlandia 24.-29. Gennaio: Forum Sociale Mondiale a Porto Alegre 25-29 Gennaio: World Economic Forum a Davos Dal 31 gennaio al 2 febbraio: Conferenza internazionale sulle operazioni urbane a Berlino 2 - 5 febbraio: Conferenza sulla sicurezza di Monaco 7 febbraio: 20° anniversario della firma del Trattato di Maastricht all'Unione Europea 11 febbraio: Egitto: 1° anniversario delle dimissioni di Hosni Mubarak 12 febbraio: elezioni presidenziali in Turkmenistan 14 e 15 febbraio: 15° Congresso Europeo di Polizia a Berlino (organizzatore, autorità Spiegel, critici) 21 febbraio: elezioni presidenziali in Yemen 26 febbraio: elezioni presidenziali in Senegal 26 febbraio: Referendum su una nuova costituzione siriana 2 marzo: elezioni parlamentari in Iran 4 marzo: elezioni presidenziali in Russia 10 marzo: elezioni parlamentari in Slovacchia 2012 21 marzo: colpo di stato in Mali 2012 26./27. Marzo: Vertice sulla sicurezza nucleare a Seoul/Corea del Sud (Conferenza internazionale dei capi di Stato e di governo sulle misure di sicurezza nella manipolazione di materiale radioattivo) 1° aprile: 25° anniversario dell'introduzione delle carte d'identità a lettura ottica nella Repubblica federale di Germania 11 aprile: elezioni generali in Corea del Sud 14./15. Aprile: sesto vertice americano a Cartagena, Colombia 22 aprile: elezioni presidenziali francesi del 2012 6 maggio: elezioni generali in Grecia 8 maggio: Conferenza annuale di Berlino 2012 della Near and Middle East Association (NUMOV) 10 maggio: elezioni parlamentari in Algeria 15-22 maggio: Vertice del Gruppo degli Otto (G8) a Camp David / USA 21./22. Maggio: vertice NATO a Chicago/USA, in contemporanea conferenza NATO Afghanistan 24 maggio: Elezioni parlamentari e presidenziali in Madagascar 2 - 5 giugno: Principali celebrazioni per il 60° giubileo della Regina Elisabetta II nel Regno Unito 10 e 17 giugno: elezioni generali francesi 2012 18./19. Giugno: Summit del gruppo dei venti più importanti paesi industrializzati ed emergenti (G-20) a Los Cabos / Messico 20-22 giugno: Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile (UNCSD) a Rio de Janeiro/Brasile 30 giugno: Mohammed Morsi presta giuramento come presidente dell'Egitto. La sua presidenza termina quasi esattamente 1 anno dopo con un colpo di stato militare. 1 luglio: elezioni presidenziali in Messico Dal 1 luglio al 31 dicembre: Cipro detiene la Presidenza del Consiglio dell'UE. 3 luglio: 50° anniversario dell'indipendenza dell'Algeria 06.