1932

Article

August 17, 2022

Eventi

Politica e affari mondiali

Impero tedesco

15 gennaio: oltre sei milioni di persone sono disoccupate in Germania. 26 gennaio: discorso di Hitler al Düsseldorf Industry Club 25 febbraio: Adolf Hitler ottiene la cittadinanza tedesca. 13 marzo: al primo turno delle elezioni presidenziali, l'uscente Paul von Hindenburg vince chiaramente davanti ad Adolf Hitler, ma manca di poco la maggioranza assoluta. 10 aprile: Paul von Hindenburg viene rieletto presidente tedesco al secondo scrutinio con il 53% dei voti. 13 aprile: in Germania il ministro Wilhelm Groener del governo Brüning decreta il divieto di SA e SS. Costa al Cancelliere la simpatia del presidente del Reich Paul von Hindenburg ed è abrogato dal governo Franz von Papen a giugno. Maggio: il re iracheno Faisal in visita di stato a Berlino 13 maggio: Dimissioni del Reichswehr e del ministro degli Interni Wilhelm Groener 30 maggio: dimissioni del cancelliere Heinrich Brüning 9 luglio: Alla fine della Conferenza di Losanna, il governo tedesco sotto Franz von Papen ottiene la fine dei pagamenti delle riparazioni imposti dal Trattato di Versailles. L'opposizione al Reichstag ritiene che l'esito dei negoziati sia inadeguato. 17 luglio: all'Altonaer Blutsonntag, una sparatoria tra comunisti, nazionalsocialisti e polizia, 18 persone vengono uccise e 285 sono ferite. 20 luglio: al cosiddetto sciopero prussiano, su iniziativa del cancelliere Franz von Papen, il governo prussiano governativo, guidato da Otto Braun, viene deposto mediante un'ordinanza di emergenza e dichiarando lo stato di emergenza militare. 31 luglio: dopo le elezioni del Reichstag, il NSDAP costituisce per la prima volta il gruppo parlamentare più forte. 12 settembre: il cancelliere del Reich von Papen viene rovesciato con una mozione di sfiducia e il Reichstag viene sciolto dal presidente del Reich Hindenburg. 12 ottobre: ​​Concordato tra Santa Sede e Baden 6 novembre: Nuove elezioni per il Reichstag, perdita di voti per i nazionalsocialisti 17 novembre: Dimissioni del Cancelliere Franz von Papen, sostenuto da Hindenburg 20 novembre: con la sottomissione degli industriali a Hindenburg, 20 rappresentanti del mondo degli affari chiedono che Hitler sia nominato Cancelliere. 3 dicembre: Kurt von Schleicher viene nominato Cancelliere del Reich da Hindenburg e gli viene affidata la formazione di un nuovo gabinetto presidenziale dopo che Franz von Papen aveva fallito in precedenza a causa del rifiuto della coalizione da parte dell'SPD e del centro. 8 dicembre: Gregor Strasser si dimette da tutti gli uffici del partito

Austria

24 aprile: Le elezioni del consiglio comunale tenute contemporaneamente in Stiria e Carinzia, nonché le elezioni statali in Bassa Austria, Salisburgo e Vienna, portano i voti forti dei nazionalsocialisti. 27 maggio: nella capitale tirolese Innsbruck, l'Höttinger Saalschlacht invoca il primo nazionalsocialista morto in Austria.

Svizzera

1° gennaio: Giuseppe Motta diventa per la quarta volta presidente della Svizzera. 15 giugno: Zurigo Blood Night 9 novembre: Blood Night a Ginevra

Altri eventi in Europa

10 maggio: la canzone Het Wilhelmus, conosciuta fin dal XVI secolo, è ufficialmente designata come inno nazionale dei Paesi Bassi. 5 luglio: in Portogallo, António de Oliveira Salazar è nominato primo ministro. È il vero sovrano del paese dal 1928 e si sta trasformando in un dittatore. 25 luglio: Polonia e Unione Sovietica firmano un patto di non aggressione. 22 agosto: Viene fondata a Madrid la Federación Ibérica de Juventudes Libertarias (FIJL). 29 novembre: Francia e Unione Sovietica firmano un patto di non aggressione.

Giappone / Cina

2 gennaio: la città di Jinzhou in Manciuria, Repubblica di Cina, viene occupata dalle truppe giapponesi. 28 gennaio: l'incidente del 28 gennaio è scoppiato tra le truppe giapponesi e cinesi a Shanghai. 18 febbraio