1912

Article

May 16, 2022

L'anno 1912 è stato caratterizzato principalmente dalla crescente situazione di conflitto in Europa, che due anni dopo avrebbe portato alla prima guerra mondiale. I colloqui tra il ministro della Guerra britannico Richard Burdon Haldane e il cancelliere tedesco Theobald von Bethmann Hollweg a febbraio su un accordo per limitare gli armamenti nella marina sono rimasti inconcludenti. Al contrario, a maggio il Reichstag tedesco decise di espandere ulteriormente la flotta. Nei Balcani, diversi stati ancora sotto la sovranità ottomana fondarono la Federazione Balcanica e, incoraggiati dai successi dell'Italia nella guerra italo-turca, iniziarono in ottobre la prima guerra balcanica contro l'Impero ottomano, crollato dopo la caduta dei Giovani Turchi. Dopo che l'imperatore cinese Puyi di sei anni si arrese al trono, fu proclamata la Repubblica di Cina, ponendo fine all'impero cinese. Questo innesca una lotta di potere per il governo. Prima delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, il Partito Progressista si separò dal Partito Repubblicano sotto l'ex presidente Theodore Roosevelt. Poiché i candidati di questi due partiti si tolgono voti a vicenda, il democratico Woodrow Wilson emerge come il vincitore delle elezioni. Altri eventi includono la tragica fine della spedizione britannica Terra Nova guidata da Robert Falcon Scott al Polo Sud, l'affondamento del transatlantico di lusso britannico RMS Titanic nell'Atlantico settentrionale e la quinta edizione delle Olimpiadi estive di Stoccolma.

Eventi

Politica e affari mondiali

Europa e Mediterraneo

Italia / Impero Ottomano

7 gennaio: durante la guerra italo-turca, la flotta italiana bombardò la città portuale di Hodeida sul Mar Rosso e affondò diverse cannoniere ottomane. 24 febbraio: la flotta italiana bombarda la fortezza turca di Beirut. Marzo: Il pilota italiano Carlo Piazza torna per la prima volta con le fotografie di un volo di ricognizione. 14 marzo: durante una messa al Pantheon di Roma, l'anarchico Antonio D'Alba spara più volte al re italiano Vittorio Emanuele III. Il re sfugge illeso al tentativo di assassinio. 18 aprile: dopo che i Dardanelli sono stati bombardati dalle navi da guerra italiane, la Turchia chiude il collegamento marittimo tra il Nero e il Mediterraneo per la spedizione. 4 maggio: Gli italiani bloccati in Nord Africa cercano di portare la guerra in altre regioni e conquistare l'isola mediterranea di Rodi e altre isole del Dodecaneso. 25 maggio: Nel Regno d'Italia viene introdotto per legge il “diritto di voto universale” (suffragio universale). Alle elezioni, che si terranno nell'autunno 1913, possono votare tutti i cittadini di sesso maschile di età superiore ai 21 anni, purché sappiano leggere e scrivere, e gli analfabeti se hanno più di 30 anni. In totale, ha diritto al voto circa il 27% della popolazione italiana. 18 ottobre: ​​la guerra italo-turca termina dopo i negoziati di pace a Ouchy, vicino a Losanna. Nella pace di Ouchy l'Impero ottomano rinunciò ai suoi possedimenti nordafricani Tripolitania, Cirenaica e Fessan (nell'odierna Libia) nonché al Dodecaneso a favore del Regno d'Italia.

Balcani

13 marzo: Il Regno di Serbia e la Bulgaria zarista formano un'alleanza difensiva segreta da cui nasce la Lega Balcanica contro l'Impero Ottomano. Il 12 maggio, l'alleanza difensiva è stata ampliata per includere un'alleanza militare. 12 maggio: Il Regno di Grecia (Megali Idea) e la Bulgaria concludono a Sofia un'alleanza diretta contro l'Impero Ottomano. Un accordo simile segue tra la Bulgaria e il Regno del Montenegro. 8 ottobre: ​​Dopo l'Impero ottomano la richiesta finale dell'alleanza balcanica, che ora comprende Serbia, Bulgaria, Montenegro e Grecia