Elezioni al Consiglio Imperiale 1907

Article

May 25, 2022

Le elezioni del Consiglio Imperiale nel 1907 si tennero il 14 e 23 maggio 1907 a Předlitavsko. Al loro interno furono eletti i membri della Camera dei Deputati (camera bassa) del parlamento nazionale, il Consiglio Imperiale. Queste sono state storicamente le prime elezioni nella regione di Předlitavsko secondo il suffragio uguale e universale (per gli uomini).

Contesto temporale

Fino al 1907, il sistema elettorale per il Consiglio Imperiale era basato sulla curia, in cui diversi gruppi di elettori eleggevano i propri rappresentanti separatamente. Già la riforma elettorale del Badeni del 1896 aggiungeva una nuova quinta curia elettorale, in cui votavano tutti gli uomini di età superiore ai 24 anni, ma non era ancora un diritto di voto paritario, perché altre curiosità (terrestri, comunali, camere di commercio e commercio e rurali comuni) ha scelto alcuni gruppi della popolazione sproporzionatamente più deputati di quanti corrispondessero alla loro forza demografica. Dal 1905 a Předlitavsko si è intensificato il dibattito su un cambiamento radicale del sistema elettorale. Fu influenzato dagli eventi in Russia, dove ebbe luogo la rivoluzione del 1905. La risposta del movimento rivoluzionario in Russia è stata una performance più vigorosa dei partiti operai a Předlitavsko. Le manifestazioni si sono diffuse ed è stato indetto uno sciopero generale. L'allora governo di Paul Gautsch presentò una proposta di riforma elettorale al parlamento per l'approvazione nel febbraio 1906. La proposta è stata oggetto di un acceso dibattito. Nella successiva discussione sulla forma specifica della legge elettorale, le contraddizioni ideologiche ed etniche si sono intensificate. Un forte club polacco conservatore si è opposto al governo. Il governo di breve durata di Konrad Hohenlohe ha tentato di riconciliare amichevolmente la riforma. Alla fine completò la riforma e in entrambe le camere del Consiglio Imperiale nel dicembre 1906 approvò il successivo gabinetto di Max Beck. La riforma era contenuta in quattro nuove leggi imperiali: La legge 15/1907 del Codice Imperiale ha nuovamente fissato il numero dei deputati a 516 e ha definito il diritto di voto per tutti gli uomini di età superiore ai 24 anni, purché cittadini della regione prelituana ed essere nel collegio per a almeno un anno. Il suffragio passivo era fissato a 30 anni e la legge prevedeva esplicitamente che in caso di dimissioni o morte, le elezioni suppletive si svolgessero alle stesse condizioni. La legge 16/1907 del Codice Imperiale fissava il numero dei membri della camera alta del parlamento (la Camera dei Lord) da un minimo di 150 a un massimo di 170. Questa camera continuò a essere nominata, quindi le sue stesse elezioni non influirono esso. La legge 17/1907 del Codice Imperiale definiva in dettaglio il collegio elettorale, lo svolgimento e l'organizzazione delle elezioni, l'eleggibilità elettorale La legge 18/1907 del Codice Imperiale prevedeva sanzioni per i trasgressori elettorali. La delimitazione territoriale delle circoscrizioni ha seguito le diverse circoscrizioni esistenti nella curia delle città e nella curia dei comuni rurali. I distretti erano urbani o rurali e le grandi città non formavano un unico collegio elettorale con il loro contesto rurale. Sproporzioni anche nel peso dei voti individuali, con circa 40.000 voti nelle regioni di etnia tedesca e italiana, 50.000 in Polonia, 55.000 nella Repubblica Ceca e circa 100.000 in Ucraina nell'elezione dei deputati. Eventuali modifiche al sistema elettorale e alla delimitazione dei collegi elettorali potevano essere apportate solo con il consenso dei due terzi dei membri del futuro parlamento. Ad esempio, dopo dibattiti interni, gli agrari cechi hanno deciso di sostenere la riforma, portando il concetto democratico di Antonín Švehla in primo piano rispetto alla visione conservatrice e padronale rappresentata da Karel Prášek.

Risultati delle elezioni

Le elezioni si tennero il 14 e 23 maggio 1907 (le elezioni si svolgevano ancora in Galizia negli ultimi collegi alla fine di maggio). Ci sono riusciti