Vaticano

Article

May 20, 2022

Il Vaticano, pienamente noto come la Città-Stato del Vaticano, è una città-stato sovrana dell'entroterra, un'enclave all'interno di Roma, la capitale d'Italia. Con una superficie di circa 49 ettari e meno di mille abitanti, è il paese più piccolo del mondo per popolazione e superficie. Il suo territorio è in gran parte circondato da una cinta muraria storica ed è costituito principalmente da giardini, chiese e altri edifici. Lo Stato della Città del Vaticano è stato istituito nel 1929 con i Trattati Lateranensi, firmati dal Cardinale Pietro Gasparri per la Santa Sede e dal Presidente del Consiglio Benito Mussolini per il Regno d'Italia. I Trattati sul Vaticano parlano di una nuova entità, non del residuo di uno stato pontificio molto più grande (756-1870), che in precedenza comprendeva gran parte dell'Italia centrale. La maggior parte di questo territorio fu inglobato nel Regno d'Italia già nel 1860, e l'ultima parte, la città di Roma, dieci anni dopo, nel 1870. Il Vaticano è una chiesa o uno stato spiritualmente monarchico, governato da un vescovo di Roma eletto per tutta la vita: il papa. Tutti i più alti funzionari statali sono clero cattolico di varia origine nazionale. Dal loro ritorno dalla cattività di Avignone nel 1377, i papi hanno risieduto principalmente nel Palazzo Apostolico, ora situato in Vaticano, anche se in passato altre residenze romane erano tipiche, come il Palazzo del Laterano o il Palazzo del Quirinale (oggi residenza del Presidente della Repubblica italiana). Lo Stato della Città del Vaticano va distinto dalla Santa Sede, che risale al cristianesimo primitivo ed è la principale cattedra episcopale per 1,2 miliardi di fedeli cattolici di rito latino e orientale in tutto il mondo. I documenti vaticani sono emessi in italiano, che è anche la lingua di comunicazione del Vaticano, mentre i documenti ufficiali della Santa Sede sono emessi principalmente in latino. Il territorio del Vaticano comprende la Basilica di S. Piazza San Pietro e Piazza San Pietro con il Palazzo Apostolico, gli edifici attigui ei Giardini Vaticani. In questa zona sono presenti importanti monumenti e istituzioni culturali, come la Cappella Sistina, i Musei Vaticani o la Biblioteca Apostolica Vaticana. Il Vaticano comprende anche territori extraterritoriali a statuto giuridico speciale, tra cui la basilica papale (fino al 2008 "patriarcale") di S. Giovanni in Laterano, S. Paolo dietro le mura, la Basilica di San Lorenzo dietro le mura, la Basilica della Madonna della Neve e la residenza estiva papale a Castel Gandolfo.

Nome

Il nome Vaticano deriva dal colle Vaticanus Mons, su cui si trova, e deriva dall'antico latino vates (veggente) e letteralmente significa collina dei veggenti. Si riferisce ai tempi dell'antica Roma, quando un indovino vi stava sopra. La parte paludosa sotto la collina era chiamata Campus Vaticanus (Campi Vaticani) ed entrambi erano ancora fuori dalle mura Aureliane durante il tardo impero.

Storia

Il nome Ager Vaticanus era usato in epoca romana, per una più ampia area paludosa sulla sponda occidentale del Tevere, allora di fronte a Roma. Un altro nome della zona era Ripa Veientana o Ripa Etrusca, ma non era abitata e gli Etruschi non vivevano qui - era più una parolaccia nel suo genere, poiché la zona era percepita come malsana, pericolosa e sinistra. Tacito, ad esempio, registrò questa cattiva fama quando descrisse il destino dell'esercito del Nord, giunto a Roma per insediare l'imperatore Vitellio: "Gran parte dell'esercito si accampò nei quartieri malsani del Vaticano, causando molti morti tra i soldati comuni. L'incapacità dei Galli e dei Germani di resistere al clima caldo li ha portati a bere avidamente dal torrente locale e diventare facile preda della malattia". Successivamente, il termine Vaticano iniziò ad essere utilizzato solo per il colle e l'area dell'odierna Piazza San Pietro. È stata la prima a provare