Article

August 15, 2022

Gli uccelli (Aves) sono una classe di vertebrati a sangue caldo, che sono caratterizzati dalla presenza di piume, becco sdentato, deposizione di uova, alto tasso metabolico, cuore in quattro parti e uno scheletro solido e leggero con frequente fusione ossea. Gli arti anteriori si trasformano in ali (le uniche eccezioni conosciute sono epyornis e moa). In totale, oggi sono conosciute circa 10.400 specie di uccelli viventi (di cui oltre 4083 specie di uccelli canori e 5895 specie di uccelli canori) e oltre 2000 specie di fossili. Tuttavia, è possibile che l'effettiva biodiversità degli uccelli di oggi sia ancora più elevata, contando tra le 11.000 e le 18.000 specie. Si stima che sulla Terra vivano 50 miliardi di individui di uccelli, che rappresentano i dinosauri teropodi e più in generale i diapsidi. Si può affermare che siano effettivamente sopravvissuti, un gruppo specializzato di dinosauri teropodi (maniraptor), che furono gli unici a sopravvivere all'estinzione alla fine del Cretaceo 66 milioni di anni fa.

Evoluzione

Attualmente, gli uccelli sono considerati i discendenti di piccoli dinosauri teropodi, in particolare i maniraptori (Pennaraptora e Avialae), dai quali si sono evoluti nel periodo Giurassico medio e superiore più di 160 milioni di anni fa. I dinosauri erano già stati identificati come antenati degli uccelli dall'anatomista tedesco Carl Gegenbaur nel 1863, e questa è quindi la più antica ipotesi formulata con precisione sull'origine degli uccelli. Alcuni anni dopo, anche il naturalista britannico Thomas Henry Huxley postulò la somiglianza anatomica dei dinosauri teropodi e degli uccelli. Negli ultimi quarant'anni, grazie alle ricerche di John Ostrom, è stata rispettata dalla stragrande maggioranza dei paleontologi e da molti ornitologi L'evoluzione degli uccelli ha probabilmente subito tre significativi balzi di diversificazione, come dimostrano le analisi biomolecolari. Il primo ha avuto luogo circa 170-160 milioni di anni fa (a cavallo del Giurassico medio e tardo), il secondo 65-55 milioni di anni fa (dopo l'estinzione dei dinosauri non uccelli a cavallo tra Cretaceo e Paleocene) e l'ultimo durante l'Eocene, da circa 45 a 40 milioni I primi uccelli "veri" apparvero senza dubbio nel periodo mesozoico, probabilmente nel periodo medio-tardo del Giurassico. L'identificazione del più antico uccello conosciuto dipende dalla controversa definizione del nome Aves. Il positivo degli uccelli viventi, che Jacques Gauthier e la maggior parte dei neontologi chiamano Aves, proviene probabilmente dal Cretaceo inferiore. I reperti fossili di questo periodo sono controversi, ma secondo i record di biologia molecolare, alla fine del Cretaceo esistevano già 37 gruppi di uccelli viventi. Tuttavia, la maggior parte dei paleontologi preferisce includere taxa al di fuori del gruppo di tutte le specie viventi nel gruppo Aves e definirlo come Archaeopteryx, uccelli viventi, il loro ultimo antenato comune e tutti i suoi discendenti. Quindi l'uccello più antico diventa il tardo Giurassico Archaeopteryx, vissuto circa 150 milioni di anni fa. La relazione tra uccelli e dinosauri è indicata da molte caratteristiche comuni, una significativa conferma di questo legame evolutivo è stata la scoperta di dinosauri piumati in Cina dal 1996 (oggi sono noti 30 generi di dinosauri piumati). Dall'avvento del sistema filogenetico nei primi anni '70, gli uccelli sono stati considerati non solo i discendenti dei dinosauri, ma direttamente un sottoinsieme di essi. Uno studio scientifico del 2018 dimostra che il piumaggio corporeo e il metabolismo negli antenati degli uccelli sembravano svilupparsi in larga misura insieme. Tuttavia, i dinosauri maniraptor e gli uccelli primitivi del Giurassico e del Cretaceo (enantiorniti) avevano probabilmente una temperatura basale più bassa rispetto agli uccelli attuali. Gli uccelli hanno subito la perdita dei denti durante lo sviluppo (edentulismo) circa 90 milioni di anni fa, come dimostrato dalla ricerca biomolecolare.Secondo alcune teorie, il volo degli uccelli si è evoluto dalla capacità di planare su ali membranose nei rettili diapsidi non dinosauri. Il volo degli uccelli è stato creato in fasi graduali, probabilmente finite